Contenuto principale

Piani gestione rifiuti

Il Piano gestione rifiuti si basa sui principi della riduzione dei rifiuti, della raccolta differenziata (con riciclaggio e riutilizzo) e poi dello smaltimento. Il Piano nella sua prima versione è stato approvato nel 1993. Oltre 205 milioni di Euro investiti per la gestione dei rifiuti hanno portato alla realizzazione di 76 centri di riciclaggio, 4 impianti di recupero materie prime, 8 impianti di trattamento rifiuti organici, 3 punti di stoccaggio, 7 discariche comprensoriali ed un termovalorizzatore.

Con la delibera n. 6801 dell'8 novembre 1993 la Giunta provinciale ha approvato il "Piano Gestione rifiuti 2000", nel quale sono definite le linee guida della gestione dei rifiuti e viene previsto il passaggio dal solo conferimento in discarica, al recupero e pretrattamento dei rifiuti.
Nel 1999 il Piano è stato aggiornato nei capitoli 7 (gestione dei rifiuti urbani), 9 (fanghi da depurazione) e 5 (rifiuti verdi).

Il 2° aggiornamento del 2005 (d.g.p. n. 2594 del 18 luglio 2005) integra i capitoli 5, 7 e 9 e regola la gestione dei rifiuti urbani fino al 2030 con indicazioni sui bacini di utenza e dei singoli impianti necessari.

Attualmente è in corso il 3° aggiornamento (proposta approvata con d.g.p. n.419 del 19.04.2016).

Di seguito un elenco dei piani relativi alla gestione dei rifiuti attualmente in vigore.

 

Per aprire i documenti PDF contenuti in questa pagina occorre installare un lettore PDF.
Se non ne hai già installato uno nel tuo sistema, puoi scaricare:
Lettori PDF liberi
un lettore PDF libero
Adobe© Reader©
il programma Adobe© Reader©

(Ultimo aggiornamento: 09/06/2016)