Consorzi di bonifica e di miglioramento fondiario

Consorzi di bonifica e di miglioramento fondiario

I consorzi di bonifica - persone giuridiche pubbliche - provvedono all’esecuzione,

alla manutenzione e all’esercizio delle opere di bonifica o delle altre opere d’interesse comune a più fondi.

Nelle forme stabilite per i consorzi di bonifica, possono essere costituiti

anche consorzi di miglioramento fondiario – persone giuridiche private - per l’esecuzione,

la manutenzione e l’esercizio di opere di miglioramento fondiario comuni a più fondi.

Entrambi vengono costituiti ai sensi dell legge provinciale del 28 settembre 2009, n. 5 e successive modifiche.

 

PEC: bonifizierung.bonifica@pec.prov.bz.it

 

Wichtig

„Gemäß der Richtlinie (2000/60/EG), der Europäischen Kommission (Maßnahmen der Gemeinschaft im Bereich Wasserpolitik) sind Körperschaften die im Bereich Bewässerung tätig sind, insbesondere Bonifizierungs- und Bodenverbesserungskonsortien verpflichtet die verwendeten Beregnungsvolumen zu erheben und bei der Berechnung der Bewässerungskosten auch den Wasserverbrauch zu berücksichtigen (Beschluss der Landesregierung Nr. 505 vom 09.05.2017).
In diesem Zusammenhang ist das untenstehende Rundschreiben zu beachten. Die Excel - Tabelle stellt eine Hilfe für die Berechnung dar.“

Vigilanza sui consorzi di bonifica e di miglioramento fondiario

L'Ufficio edilizia rurale svolge funzioni di vigilanza sull'attivitá dei consorzi.

Competenze dei consorzi di bonifica per la gestione dei corsi d'acqua

I consorzi di bonifica provvedono nel proprio comprensorio alla gestione e manutenzione delle opere di bonifica ed in particolare delle fosse ed i canali di bonifica. Le concessioni e le autorizzazioni per l'esecuzione di opere o per l'attraversamento dei sopraccitati corsi d'acqua vengono emesse dai consorzi di bonifica territorialmente competenti.
In caso di diniego, gli eventuali ricorsi, vanno inoltrati all'Ufficio edilizia rurale (LP n. 5/2009).

Rispetto delle distanze per le opere di bonifica

La distanza minima dai canali e dalle strade di bonifica nel caso di fabbricati e altre opere fisse é di 10 metri e con concessione possono essere ridotti a 4. Nel caso di piantagioni di alberi la distanza minima é di 3 metri dai canali a cielo aperto e di 1 metro dalle pareti esterne dei canali sotterranei e dalle banchine stradali. (LP n. 5/2009, art. 38)

Procedimento

Il presidente o la presidente del consorzio presenta la relativa domanda all'Ufficio edilizia rurale.

La domanda va corredata dai seguenti allegati:

  • deliberazione dell'organo consortile preposto con la quale viene approvato il nuovo statuto o la variazione allo statuto.

L'ufficio esamina la deliberazione e controlla se sia conforme alla legge. L'approvazione del nuovo statuo o la variazione dello statuto vengono ufficalmente modificate con decreto dell'Assessore per l'agricoltura.

Moduli per l'approvazione del nuovo statuto e per la variazione dello statuto da scaricare da Home Ripartizione - modulistica

Informazioni utili per l’ampliamento e la ridelimitazione di un consorzio di miglioramento fondiario o di bonifica

Procedimento:

Il presidente o la presidente del consorzio inoltra la domanda all’ Ufficio edilizia rurale, in duplice copia.

La domanda va corredata dei seguenti allegati:

  • catastino firmato da un tecnico in duplice copia
  • mappa catastale in duplice copia con firma e timbro di un tecnico e anche in forma digitale (dxf, dwg2002, Shapefile e PDF)
  • deliberazione dell’organo consortile competente relativa all'approvazione dell’ampliamento o della ridelimitazione.

L’ Ufficio provvede al controllo di tali allegati e all’emanazione dell’avviso del direttore dell'Ufficio edilizia rurale per l’ampliamento o la ridelimitazione del consorzio, che resterà pubblicato per 15 giorni all’albo del comune o dei comuni interessati. Il consorzio verrà ufficialmente ampliato o ridelimitato con decreto dell'Assessore per l'agricoltura.

Modulo per l'ampliamento e la ridelimitazione da scaricare da Home Ripartizione - modulistica

Informazioni utili e moduli per la costituzione di un consorzio di miglioramento fondiario

Procedimento:

Il presidente o la presidente del comitato promotore per la costituzione di un consorzio di miglioramento fondiario inoltra la domanda all’ Ufficio edilizia rurale in duplice copia.

La domanda va corredata dai seguenti allegati:

  • catastino firmato da un tecnico in duplice copia
  • mappa catastale in duplice copia con firma e timbro di un tecnico e anche in forma digitale (dxf, dwg2002, Shapefile e PDF)
  • statuto (una copia cartacea e in forma digitale)

L’ Ufficio provvede al controllo di tali allegati e con decreto del Presidente della Provincia viene indetta l’assemblea generale in occasione della quale verrà costituito il consorzio e approvato lo statuto. Tale decreto resterà pubblicato per 15 giorni all’albo del comune o dei comuni interessati. L’assemblea sarà condotta da una funzionaria o un funzionario delegato della Provincia. Per la costituzione del consorzio è richiesto il voto favorevole della maggioranza dei presenti, a patto che questa rappresenti almeno il 25% della superficie totale del consorzio.

Dopo lo svolgimento dell’assemblea, il consorzio verrà ufficialmente costituito con decreto dell'assessore per l'agricoltura.

modulo per la costituzione da scaricare da Home Ripartizione - modulistica

Contributi per i consorzi di bonifica

La Deliberazione della Giunta Provinciale n.993 del 13.09.2016 delibera i criteri per la concessione di contributi ai consorzi di bonificam per la realizzazione di investimenti.

Delibera della Giunta Provinciale