Asse LEADER 2007 - 2013

Ai sensi del Regolamento (CE) 1698/2005 il LEADER è una parte del PSR (Asse 4) ed ha come obiettivo la realizzazione ottimale di determinati interventi inseriti nell' ambito di Piani di Sviluppo Locale (PSL) in aree rurali, dell' Alto Adige, con problemi complessivi di sviluppo.

L’approccio LEADER può contribuire alla realizzazione delle misure dello Sviluppo Rurale, soprattutto per quanto concerne gli aspetti legati alla consulenza ed all’analisi aziendale, la creazione di standard produttivi per i prodotti locali, di una rete di commercializzazione e di una filiera produttiva locale, la ricerca di possibili proposte di diversificazione delle attività aziendali, la connessione tra diversi attori economici locali, le scelte in tema di animazione del territorio e la definizione di un concetto globale di sviluppo.

La strategia LEADER è applicabile nelle zone provinciali che maggiormente presentano caratteri di marginalità e ritardo nello sviluppo socio economico superiore alla media.

La popolazione residente, espressa attraverso i Gruppi d’Azione Locale (GAL) definisce i Piani per lo Sviluppo Locale e successivamente seleziona le singole azioni nell’ambito delle misure del Programma di Sviluppo Rurale.

I GAL rivestono il ruolo di soggetti responsabili dell’animazione territoriale, dell’attuazione dei Piani di Sviluppo Locale e della rapida esecuzione degli interventi nel rispetto di tutte le leggi provinciali, regionali e comunitarie che disciplinano i vari settori d’intervento.

A sostegno degli interventi promossi attraverso i GAL, la Provincia ha previsto l’attribuzione di una quota del budget del PSR (5%), per un totale di circa 15.600.000 € di fondi pubblici. Le misure previste per l’attivazione delle strategie integrate dell’asse 4 sono le seguenti:

  • Misura 411 – Competitività: sottomisure 111 (Formazione professionale, azioni di informazione, che comprendono la diffusione della conoscenza scientifica e le pratiche innovative per i soggetti impegnati nei settori agricolo, alimentare e forestale), 123 (accrescimento del valore aggiunto della produzione agricola e forestale primaria), 124 (cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie, nel settore agricolo, forestale ed in quello alimentare), misura 132 (sostegno agli agricoltori che partecipano ai sistemi di qualità alimentare).
  • Misura 413 – Miglioramento della qualità della vita e diversificazione delle attività economiche: sottomisura 313 (Incentivazione delle attività turistiche), sottomisura 321 (Servizi essenziali per la popolazione rurale - biogas), sottomisura 322 (Riqualificazione e sviluppo dei villaggi).
  • Misura 421 – Cooperazione transnazionale ed interterritoriale.
  • Misura 431 – Gestione dei GAL, acquisizione di competenze e animazione.

Per ulteriori informazioni sull’approccio LEADER:

Relazioni annuali sull'attività dei GAL

In questa sezione si riportano le relazioni annuali elaborate dai GAL sull'attività svolta nell'ambito del LEADER e sull'attuazione dei piani di sviluppo locale.

Aree LEADER 2007 - 2013 e Piani di Sviluppo Locale approvati

Con Deliberazione n. 3684 del 13.10.2008, pubblicata sul BURTA n. 45 del 04.11.2008, la Giunta Provinciale ha ammesso al finanziamento previsto ai sensi dell’asse 4 LEADER del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 le zone rurali rappresentate dai Gruppi di Azione Locale Sarentino, Alta Valle Isarco, Val d’Ultimo/Val di Non /Val Martello e Valli di Tures-Aurina. La Giunta Provinciale ha approvato le misure di attuazione ed il relativo piano di finanziamento dei Piani di Sviluppo Locale che sono stati presentati.

GAL Valli di Tures e Aurina: Sito internet (link esterno)

GAL Val Sarentino: Sito internet (link esterno)

GAL Val d'Ultimo - Val di Non - Val Martello

GAL Alta Valle Isarco: Sito internet (link esterno)

Invito a manifestare interesse in relazione alla misura 421 del PSR

Invito a manifestare interesse in relazione alla misura 421 “Cooperazione transnazionale ed interterritoriale” prevista dall’asse 4 del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 (Reg. (CE) n. 1698/2005) della Provincia autonoma di Bolzano.

La misura 421 - “Cooperazione transnazionale ed interterritoriale” del Programma di Sviluppo Rurale della Provincia autonoma di Bolzano approvato dalla Commissione delle Comunità Europee con decisione n. C(2010) 4896 del 13.07 2010 ha i seguenti obiettivi prioritari:

  • miglioramento della capacità progettuale e gestionale dei GAL, valorizzazione delle risorse endogene dei ter-ritori in una fase di reciproco scambio di esperienze;
  • cooperazione, collegamento e coordinamento tra diversi ambiti sociali ed economici con altri gruppi di azione locale all’interno del territorio nazionale e comunitario.

Attraverso la misura 421 si intendono supportare le strategie di sviluppo locale e agevolare l’attuazione di progetti di interesse comune, attraverso la collaborazione e lo scambio di conoscenze ed esperienze tra i diversi ambiti sociali ed economici.

Sono ammessi progetti di cooperazione transnazionale ed interterritoriale. La cooperazione deve riguardare operazioni realizzate nel quadro della strategia locale corrispondendo alle misure del Programma di Sviluppo Rurale della Provincia autonoma di Bolzano. I progetti ammissibili dovranno riguardare le misure del PSR dell’asse 1 e 3.

I progetti ammissibili devono avere i seguenti requisiti nel pieno rispetto dell’art. 39 del Reg. (CE) n.1974/2006:

  1. essere presentati dai Gruppi di Azione Locale (selezionati nell’ambito dell’asse 4 sul territorio provinciale) nell’ambito di una strategia locale integrata di sviluppo locale e selezionati con il metodo bottom up in almeno due zone in cui venga attuata una strategia integrata di sviluppo locale;
  2. rappresentare un valore aggiunto rispetto ai normali progetti dell’asse 4;
  3. valorizzare interessi ed aspetti quali lo scambio di esperienze e di conoscenze e la valorizzazione delle capacità professionali locali.

I Gruppi di Azione Locale selezionati nell’ambito dell’asse 4 sul territorio provinciale sono invitati a presentare le proprie proposte progettuali presso l’Ufficio Fondi Strutturali UE in agricoltura, Via Brennero 6, 39100 Bolzano.

Per ulteriori informazioni: Provincia Autonoma di Bolzano, Ripartizione Agricoltura, Ufficio Fondi Strutturali UE in agricoltura, Via Brennero 6, 39100 Bolzano, tel. 0471 415097.