Detenzione e protezione animali in Alto Adige

Detenzione e protezione animali in Alto Adige
Chi desidera detenere un animale, deve informarsi preventivamente riguardo alle sue esigenze e alle prescrizioni di legge vigenti.

Ultimo aggiornamento: 16.4.2014

La detenzione degli animali è un aspetto fondamentale della protezione degli animali. Ogni specie di animale ha esigenze molto specifiche riguardo all'ambiente, all'alimentazione e alla cura. Se queste esigenze non vengono rispettate, l'animale soffre. Un'adeguata detenzione favorisce invece la salute dell'animale. Ciò vale sia per gli animali da compagnia che per gli animali da reddito. Pertanto, la conoscenza delle esigenze degli animali è la base del loro benessere.

Contatti

Per domande sulla protezione degli animali da reddito o da compagnia può rivolgersi al Servizio veterinario aziendale dell'Azienda Sanitaria dell'Alto Adige (link esterno) (veterinario ufficiale). Il medesimo Servizio è competente per ricevere le segnalazioni in caso di maltrattamento degli animali.

Nel caso di animali selvatici può rivolgersi invece all'Ufficio Caccia e pesca della Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige(link esterno).

Informazioni sulla Convenzione di Washington CITES (Convention on International Trade in Endangered Species of Wild Fauna and Flora, cioè Convenzione sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora selvatiche minacciate di estinzione) possono essere reperite presso l'Ufficio Caccia e pesca(link esterno).

L’Ufficio Caccia e pesca (link esterno)è altresì competente per fornire informazioni relativamente al divieto di detenere animali di specie potenzialmente pericolose.

Base giuridica

In Alto Adige la protezione degli animali è regolamentata dalla Legge provinciale n. 9/2000 (link esterno) "Interventi per la protezione degli animali e prevenzione del randagismo" e dal Decreto del Presidente della Provincia n. 19/2013 (link esterno) "Regolamento di esecuzione in materia di protezione degli animali".

Identificazione e registrazione degli animali

La detenzione di alcune specie animali include la loro identificazione e registrazione. Ciò significa la loro effettiva identificazione, la successiva registrazione nei registri e nelle banche dati e la registrazione delle movimentazioni degli animali (ingresso, uscita) entro certi limiti di tempo, nonchè la registrazione dei detentori nei registri e banche dati. Queste misure sono necessarie alle autorità veterinarie soprattutto per monitorare le movimentazioni degli animali e quindi prevenire la diffusione delle malattie dei medesimi. Da queste banche dati si possono però anche estrapolare informazioni sul benessere degli animali e sull'origine di alcuni alimenti di origine animale (ad esempio in materia di etichettatura delle carni bovine).

Animali da reddito: I bovini, gli ovini, i caprini, gli equini, i suini, i camelidi, ecc., devono essere iscritti nelle relative banche dati del bestiame (link esterno). Questo vale anche per gli animali da reddito che sono detenuti come animale da compagnia. In Provincia di Bolzano l’identificazione di questi animali è affidata all'Associazione provinciale Organizzazioni zootecniche altoatesine (link esterno). Al fine di verificare quali condizioni devono essere soddisfatte prima dell’introduzione di un animale da reddito, è possibile contattare il Servizio veterinario aziendale dell'Azienda Sanitaria dell'Alto Adige (link esterno) (veterinario ufficiale).

Animali da compagnia: I cani devono essere registrati nella banca dati dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige, mentre per i gatti ed i furetti la registrazione è facoltativa. L’identificazione viene eseguita dai veterinari liberi professionisti autorizzati all'uopo dall'Azienda Sanitaria dell’Alto Adige. La successiva registrazione dell'animale nella banca dati viene eseguita da parte del detentore dello stesso presso il Servizio veterinario aziendale dell'Azienda Sanitaria dell'Alto Adige(link esterno).
Troppo spesso, purtroppo, ci si dimentica, che per gli animali da reddito detenuti come animali da compagnia (ad esempio capre o pecore nane, maiali nani) valgono le stesse condizioni previste per gli animali puramente da reddito. Prima dell’acquisto si consiglia caldamente di rivolgersi al Servizio veterinario aziendale dell'Azienda Sanitaria dell'Alto Adige (veterinario ufficiale).

Link utili