Aggiornamento sulla presenza di orso e lupo

Accertamenti mese di agosto:

(vengono elencati solo gli accertamenti verificati)

Orso

15.08. -  Aldino, tracce

19.08. - Passo Oclini, vitello predato

 

Lupo

09.08. - Val d'Ultimo, foto e una peccora predata

16.08. - Alpe di Siusi, 5 peccore predate

16.08. - Castelbello, avvistamento

17.08. - Castelbello, lupo ripreso con fototrappola

 

Orso

07.06. -  S.Pancrazio, tracce

 

Lupo

03.06. - Malles, avvistamento e traccie sulla neve

04.06. - Val d'Ultimo, foto

22.06. - Passo Pennes, predazioni di 3 pecore, 1 montone e 4 agnelli

24.06. - Passo Pennes predazioni di 1 pecora  e 4 agnelli

Orso

02.05. -  Lauregno, danno su apiario

15.05. - S. Felice, fototrappola

15.05. - Cortaccia - Caldaro, danno su apiario

Lupo

05.05. - Mules, predazione 11 pecore

29.05. - Val Giovo, predazione 12 pecore

Orso

03.04. -  Valle di Schlandraun, tracce sulla neve

15.04. -  Sluderno, tracce sulla neve

 

Lupo

03.04. - Valgiovo, avvistamento di 2 lupi durante il censimento di cervi

03.04. - Campo di Trens - avvistamento 1 lupo

Orso

17.03. -  Lasa, tracce sulla neve

 

Lupo

07.03. - San Felice/Senale, filmato fototrappola

24.03. - Campo di Trens - Mules, foto

26.03. - Campo di Trens - Stilves, filmato fototrappola

26.03. - Valles, avvistamento 1 lupo durante il censimento di cervi

28.03. - Campo di Trens, filmato fototrappola di due lupi

webpart_content_text 812

Il settore Sud-Ovest del territorio provinciale è ormai diventato zona di transito abituale per l’orso. Singoli esemplari vengono segnalati con continuità nella zona di confine tra le Valli d’Adige, d’Ultimo e la Val di Non. Nel corso del 2018 è stato identificato geneticamente in Alto Adige un solo esemplare di orso: si tratta di M19, un esemplare di 8 anni finora rilevato geneticamente solamente nel 2017 in provincia di Verona. Per i danni da orso, soprattutto attacchi ad di arnie, la Provincia ha pagato nel 2018 indennizzi per complessivi 4.239,10 €. I danni sono stati provocati nella zona di Lasa-Oris, in Val Venosta.

Nella Val di Non di lingua tedesca i tecnici della Provincia sono riusciti a catturare ed a dotare di collare GPS un lupo, in data 19 agosto 2018. Si tratta della femmina Alfa del branco che ha nella zona il proprio territorio: essa si è riprodotta con successo anche nel 2018 sfornando 4 cuccioli. Il branco constava pertanto, durante l’inverno, di 7 individui.

In varie zone della Provincia è stata determinata geneticamente la presenza di complessivi ulteriori 6 individui. Il lupo maschio WBZ-M4 è stato determinato all’inizio dell’anno sul Renon: nell’autunno successivo è invece stato individuato in Valsugana, in provincia di Trento. Sullo Sciliar sono stati determinati geneticamente due lupi, WTN-F3 und WBZ-M5: entrambi provengono dal branco che si trova in Val di Fassa. Interessante la presenza della lupa WTN-F3, responsabile di numerose predazioni nella zona di Tires all’inizio dell’estate. Ad agosto la stessa lupa ha predato sette pecore sulla Plose, mentre ai primi di novembre è stata nuovamente indentificata geneticamente quale responsabile della predazione di un capriolo a Fiè. Altre determinazioni genetiche hanno avuto luogo a Corvara (maschio WTN-M6), a Lana (Maschio WBZ-M3) e in Val d’Ultimo (femmina WBZ-F3). Anche in Val di Fosse, a San Leonardo in Passiria ed a Sesto Pusteria è stata determinata geneticamente la presenza di singoli lupi, dei quali però non è stato possibile stabilire l’identità. La Provincia ha risarcito danni da lupo, ovvero predazioni di animali domestici, nel 2018 per complessivi 8.420,00 €.