Il corporate design della Provincia

Il corporate design regolamenta la comunicazione visiva di un’organizzazione, di una ditta o di una amministrazione e le conferisce un’immagine grafica coordinata nella sua comunicazione con il pubblico. Nell’anno 1992, con deliberazione n. 911 del 2 marzo, la Giunta provinciale pose le prime basi per un’immagine grafica coordinata della Provincia. Negli anni seguenti tuttavia diversi servizi si sono presentati al pubblico con vesti grafiche non coordinate ed omogenee.

Si è perciò reso necessario rielaborare i modelli grafici della carta intestata dell’Amministrazione e degli Enti strumentali con l’obiettivo di definire una linea di comunicazione grafica coordinata. Con deliberazione n. 2041 del 13 giugno 2006, la Giunta provinciale ha quindi approvato direttive per un coordinamento e una razionalizzazione della veste grafica dell’Amministrazione provinciale e degli Enti strumentali.

Gli elementi principali della veste grafica coordinata sono lo stemma provinciale, le sue gradazioni di colore tipiche e il rilievo tipografico caratteristico, che debbono essere utilizzati nella forma prescritta da tutte le strutture organizzative. Lo stemma provinciale è salda componente del logo della Provincia, composto appunto dallo stemma della Provincia autonoma di Bolzano e dalla designazione bilingue ovvero trilingue „Autonome Provinz Bozen - Südtirol, Provincia autonoma di Bolzano - Alto Adige, Provinzia autonoma de Bulsan - Sudtirol“.

Ai sensi del 4. comma dell’art. 4 del DPR n.574/1988 i testi italiano e tedesco devono essere riportati uno a fianco dell’altro ed avere la stessa evidenza e lo stesso rilievo tipografico.
L’uso del logo provinciale è consentito esclusivamente nella forma illustrata nell’apposito manuale sul corporate design della Provincia. Il 28 marzo 2017 la Giunta provinciale ha deciso di utilizzare  esclusivamente il logo con designazione trilingue.

A piè di pagina della carta intestata può essere apposto solo un logo specifico di ripartizione; la dimensione del logo di ripartizione deve essere inferiore e comunque non superiore a quella dello stemma della Provincia, che non può comparire come elemento grafico anche nel logo di ripartizione. Agli uffici o alle unità di coordinamento non è permesso l’uso di un proprio logo. In caso di presentazioni collettive di più ripartizioni o uffici al pubblico viene utilizzato il solo logo provinciale in forma trilingue.

Lo scambio di corrispondenza tra le strutture della Provincia ha luogo esclusivamente in forma digitale, con l’utilizzo dei modelli generati centralmente. La stampa della corrispondenza, limitata ai casi di effettiva necessità, verrà effettuata su entrambi i lati per ridurre il consumo di carta e il conseguente l’inquinamento ambientale. Tutte le pubblicazioni, per le quali è da preferirsi il formato digitale con graduale eliminazione del formato cartaceo, dovranno essere dotate del logo con designazione trilingue.

La veste grafica coordinata trova applicazione ogniqualvolta l’Amministrazione si presenta al pubblico:

  • su carta intestata, buste e biglietti da visita
  • per comunicazioni facsimile e messaggi brevi
  • per comunicazioni di posta elettronica e presentazioni
  • nel sito internet dell’amministrazione, in rete civica, in internet, in intranet e nei social network
  • nella modulistica e nei prestampati, anche in forma elettronica
  • su documenti, diplomi ed attestati
  • su manifesti, opuscoli e volantini
  • sul parco macchine e sulla segnaletica
  • in pubblicazioni e mostre
  • su sporte, materiali d’ufficio ed altri prodotti.

Per informazioni o chiarimenti è a disposizione l'Agenzia di stampa e communicazione (Tel.: +39 0471 41 11 96). La tipografia provinciale (tel: +39 0471 50 70 31) mette a disposizione il logo in forma digitale