Finanziamento delle spese d’investimento dei comuni

La Provincia mette a disposizione dei comuni i mezzi finanziari per le spese d’investimento.
La materia è disciplinata dalle leggi provinciali 11 giugno 1975, n. 27 e 14 febbraio 1992, n.6 nonché dagli accordi annuali per la finanza locale. Nell’anno 2016, con l’introduzione del fondo per gli investimenti, il finanziamento dei comuni è stato radicalmente riformato.
L’idea di base di tale riforma consiste nella volontà di rafforzare l’autonomia dei comuni e di assicurare ai medesimi la sicurezza nella pianificazione degli investimenti. Per questo motivo a ciascun comune viene messo a disposizione un importo per investimenti per un periodo decennale. La decisione di realizzare un’opera ed i relativi tempi spettano unicamente al comune. Oltre a ciò i comuni possono richiedere un finanziamento per singole opere urgenti ed indifferibili, qualora i mezzi propri del comune non siano sufficienti.

Per gli investimenti per la rete a banda larga vengono concessi finanziamenti ai comuni tramite il fondo di rotazione della Provincia, i quali devono essere rimborsati nell’arco di 20 anni senza interessi. Quando i fondo disponibili nel fondo di rotazione saranno esauriti, i progetti di banda larga verranno realizzati tramite la Infranet Spa.

La Provincia finanzia completamente la realizzazione della rete di piste ciclabili tramite le comunità comprensoriali (finanziamento delle piste ciclabili).