Attualità

Legiferare in tempo di crisi

Confronto dei capigruppo con il presidente della Provincia sulla procedura d’urgenza e le sedute digitali.

La seduta dei capigruppo: l'Ufficio di Presidenza con il pres. Kompatscher. (Foto: Consiglio/Odorizzi)

Il collegio dei capigruppo e delle capogruppo del Consiglio provinciale si è riunito oggi per valutare il procedere dei lavori dell’Assemblea rappresentativa, a fronte delle disposizioni di contenimento dell’epidemia da coronavirus. Alla riunione, che si è svolta nella Sala sedute del Consiglio in modo da garantire il rispetto delle distanze tra persone, erano presenti, oltre all’Ufficio di Presidenza, la maggior parte dei capigruppo e delle capogruppo; tre di loro erano invece collegati online.

In aula anche il presidente della Provincia Arno Kompatscher, che ha offerto una panoramica sulle misure, già prese e in programma, per il contenimento dell’epidemia e per affrontare immediatamente la crisi a essa collegata. Egli ha poi esposto al Consiglio una proposta di procedura legislativa: tre misure urgenti (operazioni su capitale per mantenere la liquidità di imprese e famiglie, garanzie per il credito e variazioni di bilancio) saranno adottate a breve dalla Giunta in procedura d’urgenza per essere poi ratificate dal plenum; le altre misure saranno adottate secondo il traduzionale iter in Consiglio provinciale. I capigruppo e le capogruppo hanno espresso comprensione per la procedura proposta, che tuttavia, hanno sottolineato alcuni, deve limitarsi al periodo di crisi.

Ci si è poi confrontati sulla modalità di svolgimento delle sedute: in forma abituale o digitale? Il segretario generale Florian Zelger ha comunicato che era disponibile una soluzione per la seduta digitale che garantiva anche il rispetto dei presupposti giuridici necessari per la validità delle decisioni prese. Ai rilievi secondo i quali un’assemblea digitale non è come una seduta con presenza fisica, il presidente Josef Noggler ha risposto che la seduta digitale rappresenta una soluzione solo per la situazione d’emergenza, augurandosi che già l'assemblea di maggio possa avere luogo nella sede consiliare, ovviamente con le necessarie misure di protezione per consigliere, consiglieri e personale. Ha quindi illustrato ai capigruppo e alle capogruppo la delibera dell’Ufficio di Presidenza che provvede ad adeguare le procedure telematiche alle disposizioni previste dal Regolamento del Consiglio.

MC

Galleria fotografica