Medicina legale

Qui trova tutte le informazioni sull'accertamento dell'idoneità e sulla concessione della pensione di inabilità (cosiddetto "prepensionamento").

L'accertamento dell'idoneità al servizio è di competenza della commissione medica istituita presso l'Azienda sanitaria. L'accertamento è richiesto dall'amministrazione di appartenenza oppure anche direttamente dal personale interessato; essa deve essere inoltrata all'ufficio personale amministrativo.

Ambito di applicazione

La richiesta può essere finalizzata:

  • all'accertamento dell'idoneità psico-fisica all'impiego
  • all'accertamento dell'inabilità assoluta e permanente alla mansione (= inabilità relativa - in questo caso il/la dipendente deve essere inquadrato in un diverso profilo professionale)
  • all'accertamento dell'assoluta e permanente inabilità a proficuo lavoro (= inabilità assoluta - in questo caso il/la dipendente è dispensato dal servizio per motivi di salute)
  • al riconoscimento dell'infermità o di incidente per causa di servizio.

Documentazione necessaria

  • Serve una richiesta scritta nella quale devono essere evidenziate le finalità che il/la richiedente intende perseguire; pertanto nell'istanza il quesito che si intende sottoporre alla commissione deve essere formulato in modo chiaro e compiuto.
  • Documentazione sanitaria che può essere utile per la commissione (certificati medici, esiti di esami/clinici, cartella clinica, relazione sull'infortunio, ecc.).
  • Una relazione dettagliata da parte del dirigente preposto il posto di lavoro e mansioni svolte (nella relazione deve essere descritto l'impiego effettivo del/la dipendente, eventuali assenze a causa di infermità con riferimento ad un adeguato periodo di tempo, indicazione di particolari carichi gravosi e di particolari situazioni pericolosi ecc.) - questa relazione viene richiesta da parte dell'ufficio personale amministrativo.

Riferimento normativo

L'accertamento dei presupposti per la concessione della pensione di inabilità (cosiddetto "prepensionamento") è di competenza della Commissione medica di Trento.
A tal fine il personale deve presentare una domanda all'ufficio personale amministrativo. Nel caso che la commissione medica accerta l'assoluta e permanente inabilità a qualsiasi attività lavorativa, il personale è dispensato dal servizio ai sensi della legge n. 335 del 08.08.1995 e collocato anzitempo in pensione. Di norma questo avviene solo in casi di malattia o infermità particolarmente gravi.

Documentazione necessaria

  • Richiesta scritta con modulo prestampato (da richiedere all'ufficio personale amministrativo).
  • Certificato medico (del medico di famiglia o di un medico curante), dal quale risulta che il/la dipendente si trova nell'assoluta o permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa (anche questo certificato deve essere presentato con modulo prestampato - da richiedere all'ufficio personale amministrativo).
  • Ulteriore documentazione sanitaria che può essere utile per la commissione (certificati medici, esiti di esami medici/clinici, cartella clinica, ecc.).
  • Una relazione dettagliata da parte del dirigente preposto il posto di lavoro e mansioni svolte (nella relazione deve essere descritto l'impiego effettivo del/la dipendente, eventuali assenze a causa di infermità con riferimento ad un adeguato periodo di tempo, indicazione di particolari carichi gravosi e di particolari situazioni pericolosi ecc.) - questa relazione viene richiesta da parte dell'ufficio personale amministrativo.

Riferimento normativo

  • Legge n. 335 del 08.08.1995

Persone di riferimento

Prego inviare la richiesta all'indirizzo dell'ufficio: personale.amministrativo@provincia.bz.it

Walter Rier
Tel. +39 0471 412120
E-mail: walter.rier@provincia.bz.it
Annamaria De Marchi
Tel. +39 0471 412124
E-mail: annamaria.demarchi@provincia.bz.it