Orario di lavoro a tempo pieno

Qui troverà informazioni sull'orario di lavoro a tempo pieno per le diverse categorie lavorative.

Categorie lavorative

L'orario di lavoro settimanale dei dipendenti a tempo pieno ammonta a 38 ore.
Affinché l'orario di lavoro possa essere gestito in modo flessibile (solo in caso di rilevamento elettronico delle presenze), sono state introdotte fasce obbligatorie e fasce flessibili. Durante la fascia obbligatoria è richiesta la presenza in servizio.
Grazie all'orario flessibile è possibile determinare autonomamente l'inizio e il termine della giornata lavorativa, tenendo conto delle esigenze di servizio.

Gli impiegati a tempo pieno hanno un orario di lavoro giornaliero medio di 7:36 ore, detto anche teorico giornaliero. A fine mese il saldo dell’orario flessibile o saldo orario (ossia il monte ore passivo o attivo) può ammontare al massimo di +/- 8 ore.

Fascia obbligatoria

Ore 8.45 - 12.15
Ore 14.30 - 16.15

Fascia flessibile

Ore 7.30 - 8.45
Ore 12.15 - 14.30
Ore 16.15 - 18.00

La pausa pranzo obbligatoria deve essere fatta tra le ore 12:15 e le 14:30 e deve durare almeno mezz’ora.
Compatibilmente con le esigenze di servizio il personale può godere di una pausa di riposo (“pausa caffè”) nella misura di 15 minuti retribuiti nell’arco della giornata lavorativa antipomeridiana o pomeridiana. Va da sé che questa pausa non può essere usufruita prima dell’inizio della giornata lavorativa o a fine giornata.

Le ore di lavoro settimanali con un rapporto di lavoro a tempo pieno corrisponde a 38 ore.

Generico:

  • Con delibera della G.P. n. 2764 del 26.07.2004 sono state approvate le direttive per la determinazione degli orari di lavoro del personale non insegnante delle scuole con contemporanea introduzione del rilevamento elettronico.
  • L'articolazione dell'orario di lavoro individuale è concordato tra la/il dirigente preposto e la singola collaboratrice/il singolo collaboratore.
  • La distribuzione dell'orario di lavoro giornaliero deve tenere conto, che - di norma - no possono essere previste più di 10 ore lavorative al giorno e, che dopo 6 ore di lavoro continuativo va prevista un'interruzione di almeno 30 minuti.
  • Presso le scuole è prevista la gestione elettronica delle presenze e delle assenze; l'obbligo di timbratura vige per il personale amministrativo e per il personale che svolte attività amministrative per almeno 19 ore alla settimana.
  • Il saldo orario a fine mese di norma non supera +15 ore e non è inferiore a -15 ore.

Apertura delle segretarie scolastiche:

  • nei giorni di scuola tra le ore 08.30 e 12.00 e di pomeriggio al giovedì (giovedì lungo) almeno fino alle ore 17.30.
  • distribuito su 5 o 6 giorni la settimana, articolato in non più di 10 mezze giornate (con incarichi a tempo pieno)
  • personale amministrativo e bibliotecario, personale ausiliario e tecnico: dalle ore 07.00 alle ore 19.00;
  • personale ausiliario, attività extrascolastiche oppure scuola serale: dalle ore 06.00 alle ore 24.00

Il contratto di comparto per il personale docente delle scuole professionali provinciali, della formazione professionale agricola, forestale e di economia domestica e delle scuole di musica del 27.06.2013 prevede seguente orario d'insegnamento di un monte ore annuo:

  1. 680 ore (20/20 ore medie sett.li) per le materie per il cui insegnamento é prescritto un diploma di laurea quinquennale o un diploma di laurea di vecchio ordinamento ad esso equiparato o, in alcuni casi determinati dalla Giunta provinciale, un diploma di laurea triennale;
  2. 748 ore (22/22 ore medie sett.li) per le materie che forniscono prevalentemente conoscenze, competenze e capacitá tecnico professionali per il cui insegnamento sono richieste specifiche esperienze e qualifiche professionali o attestati di formazione specifica.
  3. L'orario d'insegnamento degli insegnanti di applicazioni tecniche é costitutito da un monte ore annuo di 884 ore e l'orario d'insegnamento é di regola di 26 ore medie settimanali.

Per l'orario delle lezioni é necessario mettersi d'accordo con l'addetto direttore scolastico.

l contratto di comparto per il personale docente delle scuole professionali provinciali, della formazione professionale agricola, forestale e di economia domestica e delle scuole di musica del 27.06.2013 prevede per gli insegnanti di musica un orario d'insegnamento di un monte ore annuo di 816 ore (di regola 24/24 ore medie a settimana).

Per l'orario delle lezioni é necessario mettersi d'accordo con il/la rispettivo/a direttore/direttrice della scuola di musica.

Il contratto di comparto per il personale docente delle scuole professionali provinciali, della formazione professionale agricola, forestale e di economia domestica e delle scuole di musica del 27.06.2013 prevede per l'educatore sociale/ l'educatrice sociale nei collegi un orario d'insegnamento di 38/38 ore settimanali.

Gli orari di lavoro vengono concordati tra direzione delle scuole d'infanzia e le singole scuole d'infanzia.

Un incarico con orario a tempo pieno per i collaboratori e collaboratrici all’integrazione corrisponde ad un orario di lavoro settimanale di 38 ore da 60 minuti. 33 ore sono riservate al lavoro diretto con i bambini o alunni e il tempo residuo è impiegato in programmazione, preparazione e formazione professionale.

Un incarico con un orario di lavoro settimanale inferiore alle 38 ore è un rapporto di lavoro a tempo parziale. Le ore riservate al lavoro diretto con i bambini o alunni e alla programmazione, preparazione e formazione professionale sono calcolate in proporzione.

La direzione delle strutture scolastiche ed educative determina l’orario del collaboratore o della collaboratrice all’integrazione in base ai bisogni del bambino con disabilità e, per quanto possibile, anche in base ai bisogni del collaboratore o della collaboratrice all’integrazione.

Come viene stabilito un posto a tempo pieno o parziale per i collaboratori e collaboratrici all’integrazione?

  • Il numero di ore settimanali di un posto corrisponde alle ore che sono assegnate a un bambino/alunno con disabilità in base alla descrizione analitica.

Come avviene l’assegnazione delle ore come collaboratore o collaboratrice all’integrazione a un bambino/alunno?

  • L’assegnazione è eseguita annualmente da una commissione specificatamente prevista presso i competenti Servizi dell’Intendenza scolastica tedesca, italiana e ladina, in base alle domande da parte delle rispettive direzioni delle singole strutture scolastiche e educative, dalla scuola dell’infanzia fino alla scuola superiore della provincia, e tenendo conto dei bisogni dei singoli bambini e alunni con disabilità iscritti a tali istituzioni. Il contingente approvato dalla Giunta Provinciale funge da base.

Persone di riferimento

Amministrazione

Igor Scanzoni
Tel. +39 0471 412490
E-mail: Igor.Scanzoni@provincia.bz.it

    Personale amministrativo delle scuole

    David Gruber
    Tel. +39 0471 412169
    E-mail: david.gruber@provincia.bz.it

      Personale delle scuole

      Stefania Stramacchia
      Tel. +39 0471 412173
      E-mail: stefania.stramacchia@provincia.bz.it