Progressione economica

Qui trova informazioni sulla progressione economica.

La progressione economica avviene dopo due anni di servizio e nella misura di un aumento del sei percento nel livello retributivo inferiore e del tre percento nel livello retributivo superiore.

  • La progressione nel livello retributivo inferiore si sviluppa su tre classi del sei percento, computati sullo stipendio iniziale del livello.
  • Nell'ambito della singola qualifica funzionale avviene il passaggio al livello superiore dopo otto anni di servizio effettivo nella medesima qualifica funzionale tenendo conto della progressione professionale conseguita nel livello inferiore.
  • La progressione nel livello superiore si sviluppa su scatti biennali del tre percento, computati sullo stipendio iniziale del livello.

La progressione economica nel livello inferiore, il passaggio dal livello inferiore al livello superiore, nonché la progressione nel livello superiore avvengono previa valutazione sullo sviluppo della professionalità da parte del superiore competente con esito di almeno soddisfacente, tenendo conto delle connesse attività di formazione e aggiornamento necessarie per acquisire maggiore competenza e esperienza professionale.

Fonte normativa:

La progressione economica della qualifica funzionale per il personale docente provinciale si sviluppa nel livello retributivo inferiore in 8 classi stipendiali annuali e biennali con aumento nella misura del 6% e nel livello retributivo superiore in scatti biennali con aumento nella misura del 3%.
L’inquadramento retributivo iniziale del personale docente provinciale avviene in base alla materia d’insegnamento ed ai requisiti d’acceso previsti:

  • Il personale docente di materie che forniscono prevalentemente conoscenze, competenze e capacità tecnico professionali, per il cui insegnamento sono richieste specifiche esperienze e qualifiche professionali o attestati di formazione specifica, è inquadrato nella classe stipendiale “0”.
  • Il personale docente di materie per il cui insegnamento è prescritto un diploma di laurea triennale è inquadrato nella classe stipendiale “2”.
  • Gli insegnanti di musica e il personale docente per le materie per il cui insegnamento è prescritto un diploma di laurea quinquennale o un diploma di laurea di vecchio ordinamento ad esso equiparato, è inquadrato nella classe stipendiale “4”.

Il personale docente della formazione professionale, privo dei requisiti d’accesso previsti per la materia d’insegnamento, rimane nella classe stipendiale iniziale per la durata di sei anni di servizio.
Al personale docente di musica, privo dei requisiti d’accesso previsti, con decorrenza 01.09.2016 é attribuita la posizione stipendiale iniziale corrispondente alla classe “3”.

Gli insegnanti di applicazioni tecniche e gli educatori/le educatrici professionali sono inquadrati nella qualifica funzionale prevista dal rispettivo profilo professionale. La relativa progressione economica biennale si sviluppa nel livello retributivo inferiore in 3 classi stipendiali con aumento nella misura del 6% e nel livello retributivo superiore in scatti biennali con aumento nella misura del 3%.

La progressione economica nella successiva posizione stipendiale è subordinata a una valutazione almeno soddisfacente sullo sviluppo della professionalità del personale, tenendo conto anche delle connesse attività di formazione e di aggiornamento, necessarie per acquisire una maggiore competenza ed esperienza.
Il raggiungimento degli obiettivi, risultati o compiti concordati a priori con il preposto dirigente equivale a una valutazione soddisfacente. Qualora il dirigente preposto, prima della scadenza del relativo biennio, abbia espresso con valida motivazione una valutazione solo sufficiente o negativa, il personale rimane nella posizione economica attuale per ulteriori due anni fino a quando la prestazione professionale non sarà valutata almeno “soddisfacente”.

La progressione economica del personale delle scuole dell’infanzia si differenzia per gli insegnanti con laurea, insegnanti senza laurea e collaboratori pedagogici con e senza maturità.

  • Per le insegnanti con laurea e collaboratori pedagogici con maturità, la progressione economica si sviluppa nel livello retributivo inferiore in tre classi biennali nella misura del 6% e nel livello retributivo superiore in scatti biennali all’infinito del 3%.
  • Per le insegnanti senza laurea e collaboratori pedagogici senza maturità la progressione economica si sviluppa nel livello retributivo inferiore in tre classi dopo 18 mesi e nel livello retributivo superiore in scatti biennali all’infinito del 3%. Gli scatti biennali nel livello retributivo superiore e l’indennità integrativa speciale alle insegnanti senza laurea sono corrisposti dell’ottava qualifica funzionale e ai collaboratori pedagogici senza maturità della sesta qualifica funzionale.

La valutazione delle prestazioni comporta contemporaneamente anche la valutazione della progressione professionale del personale, costituendo pertanto la base per la progressione economica. Il raggiungimento degli obiettivi, risultati o compiti concordati avviene in base alla valutazione la quale deve almeno un esito soddisfacente sullo sviluppo della professionalità del personale, tenuto conto anche delle connesse attività di formazione e aggiornamento necessario per acquisire una maggiore competenza ed esperienza professionale all’interno della qualifica funzionale di appartenenza.

Nel caso in cui la valutazione dovesse essere ritenuta e motivata del dirigente preposto sufficiente o insufficiente prima della scadenza del relativo periodo (2 anni/18 mesi), il personale rimane nella sua posizione fino al raggiungimento di una valutazione soddisfacente.

La progressione economica dei collaboratori all’integrazione nel livello retributivo inferiore si sviluppa in tre classi stipendiale nella misura del 6% e nel livello retributivo superiore in scatti biennali del 3%, previa valutazione soddisfacente sullo sviluppo della professionalità del personale, tenuto conto delle connesse attività di formazione e aggiornamento necessario per acquisire una maggiore competenza ed esperienza professionale all’interno della qualifica funzionale di appartenenza.

La valutazione delle prestazioni comporta contemporaneamente anche la valutazione della progressione professionale del personale, costituendo pertanto la base per la progressione economica. Il raggiungimento degli obiettivi, risultati o compiti concordati avviene in base alla valutazione la quale deve avere almeno esito soddisfacente sullo sviluppo della professionalità del personale, tenuto conto anche delle connesse attività di formazione e aggiornamento necessario per acquisire una maggiore competenza ed esperienza professionale all’interno della qualifica funzionale di appartenenza.

Nel caso in cui la valutazione dovesse essere ritenuta e motivata del dirigente preposto sufficiente o insufficiente prima della scadenza del relativo periodo (2 anni), il personale rimane nella sua posizione fino al raggiungimento di una valutazione soddisfacente.

Persone di riferimento

Amministrazione

Gerda Blasinger
Tel. 0471 412122
E-mail: gerda.blasinger@provincia.bz.it

    Personale delle scuole e personale docente provinciale

    Jlenia Bernardello
    Tel. +39 0471 412165
    E-mail: jlenia.bernardello@provincia.bz.it

      Personale scuole dell’infanzia e per l’integrazione

      Helga Niedermayr
      Tel. +39 0471 412145
      E-mail: Helga.Niedermayr@provincia.bz.it