Coaching, conflitti, mobbing, molestie sul posto di lavoro

Quì trova informazioni su coaching, conflitti, mobbing e molestie sul posto di lavoro.

Coaching

Dal mese di maggio 2004 l'ufficio sviluppo personale offre a tutti/e i/le dirigenti dell'amministrazione provinciale, in particolare ai/alle nuovi/e, un servizio di coaching con personale specializzato per consentire di affrontare al meglio il nuovo incarico.

Attraverso l'intervento di una persona esterna o interna all'amministrazione, professionalmente preparata per questo ruolo, il/la dirigente o neo dirigente potrà usufruire di consigli, feed-back e piani di sviluppo personalizzati. Il percorso è composto da incontri individuali in un arco temporale ampio, e comunque adattato alle esigenze dei dirigenti stessi.

Nuovi dirigenti vengono contattati direttamente dall'ufficio sviluppo personale. Tutti gli altri dirigenti devono richiedere questo servizio.

In casi particolari il coaching può essere usufruito, su proposta dei loro diretti dirigenti, da dipendenti provinciali.

Conflitti e molestie sul posto di lavoro

Tutti i lavoratori e le lavoratrici hanno diritto ad un ambiente di lavoro sicuro, alla reciproca libertà e dignità della persona. Pertanto non sono permesse né tollerate molestie derivanti da abusi del proprio potere o da manifestazioni di ostilità.

Dipendenti provinciali che subiscono sul posto di lavoro tali molestie sono invitati a rivolgersi a questo centro istituito presso l'ufficio sviluppo personale per ottenere un sostegno che permette di affrontare tale situazione.

Mobbing

La parola mobbing deriva dall'inglese e significa aggressione verbale e/o anche fisica. Mobbing è terrore psicologico prolungato nel tempo in una situazione conflittuale mai risolta. Il mobbing non deve essere confuso con relazioni conflittuali interpersonali, sempre pronte a svilupparsi ma in grado, persino in alcuni casi, di aumentare la creatività e la produttività all'interno del contesto lavorativo; di per sé conflitti non dovrebbero sempre essere dannosi.

Mobbing non è una nuova parola per „conflitto". Prepotenze, insolenze, offese o stupidi scherzi sono spiacevoli ma diventano mobbing se vengono ripetuti e protratti nel tempo fino a portare la vittima all'isolamento sociale sul posto di lavoro. Mobbing è un attacco diretto, prolungato nel tempo, contro i normali rapporti sociali, contro la posizione sociale, contro la possibilità di svolgere il proprio lavoro e non per ultimo contro la salute. Il mobbing è davvero da evitare, costa troppo e spreca troppe energie.

Per avere maggiori informazioni può consultare questa presentazione.