Periodo di prova e dimissioni

Periodo di prova

Periodo di prova in caso di assunzione tramite concorso o selezione

La durata del periodo di prova è di sei mesi.
In caso di assunzione a tempo indeterminato, a conclusione del periodo di prova l’assunzione diviene definitiva.
In caso di assunzione a tempo determinato, a conclusione del periodo di prova l’idoneità ottenuta tramite concorso o selezione assume carattere definitivo e vale per una futura assunzione a tempo indeterminato.

Periodo di prova per assunzione senza concorso o selezione

La durata del periodo di prova è di tre mesi.
In caso di superamento del periodo di prova l’assunzione per il periodo di tempo previsto diventa definitiva.

Dimissioni

Durante il periodo di prova sia il dipendente che il datore di lavoro possono recedere dal contratto senza preavviso e senza pagamento di un indennizzo. Il datore di lavoro deve motivare il recesso. In ogni caso il dipendente ha diritto a stipendio nonché alle ferie maturate fino a quel momento, che devono essere godute durante il periodo di prova. Ferie maturate ma non godute non possono essere pagate.

A conclusione del periodo di prova il termine di preavviso sale a 30 giorni e decorre dal primo giorno dopo il ricevimento della lettera di dimissioni da parte dell'Ente di appartenenza.
In caso di mancato rispetto del termine di preavviso il datore di lavoro può trattenere lo stipendio dovuto per quel periodo. Allo stesso modo il dipendente può pretendere il pagamento dello stipendio corrispondente al preavviso se il datore di lavoro non ne ha rispettato il termine.

Dopo avere dato le dimissioni il dipendente è tenuto a continuare la prestazione del servizio fino all’ultimo giorno di lavoro, egli può però fruire delle proprie ferie maturate.Periodo di prova

Approfondimenti