Attualità

Attualità

Riapertura parziale al pubblico dell’Archivio provinciale a partire dal 19 maggio

Non sarà il ritorno alla situazione pre-covid19, cosa non ipotizzabile a medio termine, tuttavia, a partire da martedì 19 maggio 2020, sarà nuovamente possibile consultare i fondi dell’Archivio provinciale (Ripartizione Beni culturali) con alcune comprensibili limitazioni.
La consultazione in sede, durante gli orari al pubblico (martedì, mercoledì, venerdì ore 8.30-16, giovedì ore 8.30-17.30) sarà ristretta ai soli casi di urgenza (p. es. per motivi giuridici o tecnici). È necessaria una prenotazione al numero 0471 411940, specificando i documenti oggetto della consultazione.
La consultazione sarà limitata a 60 minuti a visitatore, i documenti in consultazione in sala possono essere fotografati liberamente. La sala di consultazione digitale rimane chiusa al pubblico.
I bagni, gli infopoint e la biblioteca dell’ufficio non sono accessibili. Ovviamente, durante la visita, si devono seguire le note regole di distanziamento (2 metri), l’obbligo di portare la mascherina e i guanti (che i visitatori dovranno portare con se) e della disinfezione delle mani.
Rimane valida la possibilità di fare richieste mirate via e-mail o via telefono, che saranno evase dai collaboratori dell’Archivio provinciale nei limiti delle risorse disponibili.
L’Archivio provinciale rimanda anche all’offerta di consultazione online dei catasti storici, degli indici dei libri di archiviazione e dell’archivio fotografico tramite la pagina web dell’Archivio: http://www.provincia.bz.it/arte-cultura/archivio-provinciale/default.asp. Per ricerche genealogiche online nei libri matricolari invece per ora è consultabile esclusivamente il sito americano: https://www.familysearch.org/it/.

PT