Contenuto principale

Presentare un progetto

Procedura di Finanziamento

La procedura prevista per ottenere finanziamenti da parte della Provincia autonoma di Bolzano per progetti di cooperazione allo sviluppo, tutela delle minoranze linguistiche e culturali, educazione allo sviluppo e alla mondialità e interventi di emergenza mira a soddisfare due requisiti:

  • da un lato garantire un iter semplice e trasparente e la possibilità di accesso per tutte le organizzazione e tutti i cittadini e cittadine attive nel settore
  • dall'altro lato, verificare che i progetti soddisfino bisogni reali e prioritari delle regioni o aree destinatarie nel mondo e siano in grado di tener conto delle esigenze e specificità del settore in cui intervengono

Gli aspetti principali della procedura sono disciplinati sia dalla Legge Provinciale n. 5 del 19 marzo 1991 "Promozione dell'attività di cooperazione e della cultura di pace e solidarietà" e relativi criteri applicativi approvati con Delibera della Giunta provinciale n. 1275 del 10.11.2015 sia dalla legge provinciale n. 17 del 22 ottobre 1993.

Ulteriori indicazioni per le organizzazioni di volontariato e per i singoli volontari e cooperanti sono contenute nelle linee guida per la rendicontazione e la relazione finale.

Una parte consistente dei fondi a disposizione per la cooperazione ed educazione allo sviluppo viene utilizzata per il sostegno di progetti delle organizzazioni senza scopo di lucro con sede nella Provincia autonoma di Bolzano.
Annualmente vengono pubblicati due bandi: il bando per i progetti di cooperazione allo sviluppo e di tutela delle minoranze lingusitiche e culturali che si svolgono in paesi terzi con scadenza il 31 gennaio e il bando per i progetti di educazione allo sviluppo e alla mondialità con scadenza il 31 ottobre. In entrambi i casi le proposte di progetto devono essere accompagnate dalla relativa domanda di finanziamento. I criteri applicativi definiscono i settori di intervento, i criteri di priorità, la misura del finanziamento nonché le modalità di gestione e rendicontazione sia per quanto riguarda le iniziative di cooperazione allo sviluppo, sia per quelle di educazione allo sviluppo e alla mondialità.

Le singole proposte di progetto vengono valutate entro 3-4 mesi dalla loro presentazione. Il finanziamento delle varie iniziative è approvato con Decreto del Direttore di Ripartizione. Successivamente viene stipulata una convenzione tra il Direttore di Ripartizione e il proponente il progetto. Il progetto deve concludersi entro il termine indicato dalla convenzione e rendicontato al competente servizio provinciale entro i successivi sei mesi secondo le linee guida per la relazione e rendicontazione finale. (vai a modulistica) 

guarda il ciclo del progetto in breve