Sede distaccata di Merano

In corrispondenza delle ferie scolastiche, sono chiuse anche le nostre sedi distaccate. I periodi di chiusura vengono pubblicati di volta in volta sul sito Internet sotto le news della Ripartizione Edilizia Abitativa.

Indirizzo:
Piazza della Rena 1
39012 Merano

Orari di apertura per il pubblico

Ogni martedì dalle ore 09:00 alle 12:00 e dalle ore 14:00 alle 17:00

meran maps clik

La simulazione dell'eventuale contributo spettante

Per ricevere informazioni complete e dettagliate la invitiamo a rivolgersi allo sportello informativo. Il funzionario amministrativo controlla i requisiti generali e specifici ed effettua una simulazione per calcolare l’eventuale contributo spettante. Il contributo massimo ottenibile dipende dalla composizione della famiglia e dalla fascia di reddito.

La fascia di reddito viene determinata con il valore della situazione economica media (VSEM) della famiglia. Prima di presentarsi agli sportelli bisogna, quindi, aver fatto le DURP (dichiarazioni unificate del reddito e del patrimonio) degli anni 2016 e 2017 per tutti i membri familiari (anche per i figli nati dopo questi anni di riferimento).

Per il calcolo del contributo massimo spettante per il recupero, l’acquisto o la nuova costruzione della prima casa sono necessari i seguenti documenti:

  • copia delle dichiarazioni DURP per tutti i componenti familiari con l’apposita domanda di richiesta simulazione. Se invece la richiesta di simulazione avviene tramite una terza persona non appartenente al nucleo familiare, è necessario presentare oltre alla richiesta anche la delega con le copie delle carte di identità, in corso di validità, del/i delegante/i e della persona delegata
  • sentenza di separazione o di divorzio in caso di richiedente separato o divorziato

Oltre alla composizione familiare e alla fascia di reddito, il contributo dipende anche dalla superficie oggetto dell’agevolazione e dal preventivo nel caso in cui si tratti di un recupero o di una nuova costruzione o invece dal prezzo d’acquisto se si tratta di un acquisto. Ecco perché allo sportello informativo assieme al funzionario dell’ufficio è sempre presente un funzionario dell’ufficio tecnico. I collaboratori dell’ufficio tecnico esaminano i requisiti tecnici per il recupero, l’acquisto o la nuova costruzione e riferiscono se l’appartamento corrisponde alle disposizioni dell’edilizia agevolata. In tale occasione viene calcolato anche il valore convenzionale.

Per un calcolo preciso riguardante l’eventuale contributo spettante, i richiedenti devono presentare ulteriori documenti, ovvero i seguenti:

  • In caso di acquisto: una planimetria in scala dell’abitazione che si intende comprare compresa di superfici annesse come p.es. garage, posto auto, cantina, ecc.
  • In caso di nuova costruzione: il progetto di costruzione (anche prima dell’approvazione del comune) e l’ammontare del preventivo (questo può essere comunicato anche a voce)
  • In caso di recupero: il progetto di costruzione, (anche prima dell’approvazione del comune), l’ammontare del preventivo (questo può essere comunicato anche a voce), se la cubatura viene ampliata ci vuole l’apposito calcolo di cubatura e l’ultima licenza d’uso dell’edificio rilasciata (eventualmente si può comunicare la data del rilascio anche a voce)

Qualora un membro familiare sia già proprietario, comproprietario o titolare del diritto di usufrutto o abbia una nuda proprietà su un’abitazione o un edificio abitativo, l’ammortare del contributo viene calcolato in base alla differenza tra il valore convenzionale dell’abitazione da risanare, da comprare o da costruire e al valore convenzionale dell’abitazione di cui si è già in possesso.

Lo stesso vale anche se la proprietà, la comproprietà, il diritto di usufrutto o la nuda proprietà di abitazioni è stata alienata negli ultimi 5 anni o se un membro familiare è compartecipante di una società che possiede appartamenti o che li ha alienati negli ultimi 5 anni. A tal fine, e per garantire un calcolo preciso, bisogna presentare anche i seguenti documenti:

  • una planimetria dell’abitazione o delle abitazioni in scala compresi gli annessi (p. es. garage, posto macchina, cantina, soffitta, ecc.)
  • l’ultima licenza d’uso dell’edificio rilasciata (si può comunicare la data del rilascio anche a voce)
  • l’indicazione della quota di comproprietà se si tratta di una comproprietà
  • l’indicazione dell’età del titolare del diritto di usufrutto o del diritto di abitazione se si tratta di una nuda proprietà

La consegna della domanda

Anche la consegna della domanda compilata e firmata con i documenti occorrenti allegati avviene allo sportello. Al momento della consegna i richiedenti ricevono una conferma con l’indicazione del numero della domanda e degli eventuali documenti mancanti.

Dopo l’approvazione dell’agevolazione

Le informazioni riguardanti la liquidazione del contributo e quelle concernenti le procedure legate al vincolo sociale vengono fornite dai collaboratori competenti negli uffici dell’ufficio programmazione dell’edilizia agevolata (25.1) presso la sede principale di Bolzano oppure telefonicamente durante gli orari di apertura.