Centro sociale per persone con disabilità in viale Europa

Demolizione e ricostruzione del centro sociale per persone con disabilità in viale Europa n. 138

Il centro sociale per persone con disabilità si trova a Bolzano in viale Europa 138, nella zona residenziale di espansione C2 (densità 3,5m³/m², altezza massima 23m, rapporto massimo di copertura 40%, distanza minima dai confini 5m, distanza minima tra i fabbricati 10m).

L'attuale edificio ha bisogno di un'importante risanamento che prenda in considerazione anche il miglioramento dell'accessibilità e l'aumento dell'offerta di posti residenziali per le persone con disabilità della città di Bolzano. A tale scopo se ne prevede la demolizione e la ricostruzione.

Per la creazione del nuovo centro sono previsti 2468 m².

 

Ufficio responsabile

Ripartizione 11, Ufficio edilizia sanitaria 11.3

Partecipanti al progetto

Direttore di Ripartizione
Dott. Arch. Marina Albertoni  
Direttore d'ufficio reggente  
Dott. Arch. Nicoletta Francato
Responsabile unico del Progetto
Geom. Alessandro Pan
Progettista e Direttore lavori generale
Ancora da definire
Statica
Ancora da definire
Impianti termosanitari e ventilazione
Ancora da definire
Impianti elettrici e illuminotecnici
Ancora da definire
Imprese esecutrici
Ancora da definire

Costo complessivo e cubatura

Costo lavori
2.044.000 €
Arredamento
A carico dell’utenza
Spese amministrative
716.000 €
Costi complessivi
2.760.000 €

Cubatura urbanistica
Ancora da definire in base al progetto
Cubatura vuoto per pieno
Ancora da definire in base al progetto

Tempi di realizzazione

2018-2020

La struttura é disposta su quattro piani:

Al piano interrato sono previsti un garage interrato per auto di servizio e pulmini, i locali tecnici e magazzini.

Al piano terra e al piano primo è previsto un centro diurno socio-pedagogico per 32 utenti, suddiviso in quattro gruppi, una stanza Snoezelen (terapia), una mensa, alcuni uffici e tutti i locali di servizio necessari (bagni, cucina, ecc.).
Al piano secondo sono previste 2 residenze da 6 persone, dotate di stanze singole con bagno, cucina abitabile, soggiorno e sala TV. Inoltre per ogni alloggio è predisposto uno spazio dedicato all’operatore, provvisto di ufficio, stanza da letto e bagno. Per le due residenze è messo a disposizione uno spazio comune provvisto di un bagno assistito, una lavanderia, un guardaroba con biancheria e un deposito dell’attrezzatura.

Gli spazi devono essere tutti accessibili alle persone con disabilità e costruiti tenendo conto dei criteri di autorizzazione e di accreditamento dei servizi sociali per le persone con disabilità.