Contenuto principale

Guida ai luoghi del cinema

Presentazioni del libro “Alto Adige. Guida ai luoghi del cinema”
In collaborazione con l'Editore Giunti di Firenze, il Centro Audiovisivi dell'Assessorato alla cultura di lingua italiana (Ufficio educazione permanente, biblioteche e audiovisivi) ha pubblicato , un volume illustrato che rappresenta un compendio e una guida ai luoghi dell'Alto Adige dove sono stati ambientati film importanti entrati nella storia stessa del cinema mondiale.

Si tratta del volume "Alto Adige. Guida ai luoghi del cinema", una elegante edizione ricca di accurate ricostruzioni storico-ambientali a cura di Mauro Bonetto, storico del cinema, corredate da un eccezionale materiale fotografico per lo più inedito  e con allegato il DVD di un filmato nel 1926 dal titolo "In motocicletta sulle Dolomiti" che fa parte della rassegna .

Il libro è dedicato a tutti i cinefili ma anche ai turisti nella nostra regione interessati a scoprire, per passione cinematografica, le location dei film che hanno avuto come cornice l'Alto Adige e le Dolomiti. E le montagne, appunto, hanno un ruolo da protagoniste in questo libro: sono infatti teatri di posa naturali per la loro bellezza, luoghi tra il magico e il malefico capaci di provocare inquietudini e paure. Ma anche luoghi favolosi dove è possibile ritrovare se stessi, rinnovarsi spiritualmente e fisicamente.

I 25 film di questa guida sono il risultato di una ricerca basata sulla notorietà di pellicole girate tra il 1926 e il 2005 nell'arco di 70 anni. Al regista altoatesino Luis Trenker è riservato un posto d'onore con due pellicole. Trenker, che nella storia del cinema non ha ancora il posto che gli spetterebbe, è affiancato da personaggi come la celebre (e molto discussa) Leni Riefenstahl, Pier Paolo Pasolini, Valerio Zurlini, Luchino Visconti e anche dal "mostro sacro" Alfred Hitchcock che nel lontano 1926 ha girato al Passo del Rombo il suo primo cortometraggio "The Mountain Eagle".

Nel libro si raccontano mille aneddoti e curiosi retroscena sulle scelte dei luoghi da parte dei registi e la lettura è davvero avvincente. Una parte dei film di questa inedita carrellata è reperibile in formato DVD o VHS per il prestito gratuito nella mediateca del Centro Audiovisivi del Centro culturale Trevi di via dei Cappuccini, a Bolzano.

Tra le pellicole ricordiamo:"Il Decameron" di Pier Paolo Pasolini girato a Castel Roncolo e a Bressanone; "Il deserto dei Tartari" di Valerio Zurlini tratto dal romanzo di Dino Buzzati con diverse ambientazioni a Fortezza e Bressanone; "Morte a Venezia" di Luchino Visconti per una serie di scene girate nei dintorni di Siusi; "Il male oscuro" di Mario Monicelli con sequenze ambientate a Siusi; "Der verlorene Sohn" di Luis Trenker e "Das blaue Licht" di Leni Riefenstahl girati a Bolzano e dintorni; "The Mountain Eagle" , il film girato da Alfred Hitccock nel 1926 al Rombo; "Orient Express" di C.L.Bragaglia girato a San Candido nel '54 con protagonista una giovanissima Silvana Pampanini; "La più bella serata della mia vita" di Ettore Scola con Alberto Sordi, ambientato nel castello di Tures; "Three Coins in the Fountain" di Jean Negulesco (1954) con ambientazioni a Merano a Castel Trauttmansdorff; "Uomini & donne, amori & bugie" del 2003, che Eleonora Giorgi ha girato sull'altopiano dello Sciliar, ecc.
Il programma del 19 aprile prossimo al cinema Capitol è così articolato: ore 17,45 proiezione di spezzoni di film girati in Alto Adige; alle ore 18 presentazione del libro e alle 18,30 proiezione del documentario "In motocicletta sulle Dolomiti".

Logo Giunti ProgettiIl libro è stato realizzato in collaborazione con l'Editore Giunti di Firenze. Libro + DVD sono reperibili in tutte le librerie in Italia e sui siti di acquisto via internet

 

(Ultimo aggiornamento: 28/08/2009)