Contenuto principale

2008

  • Aprire le porte alla lettura e all'apprendimento - 25 anni di educazione permanente e biblioteche in Alto Adige - Bressanone, 7 novembre 2008.

Il 7 novembre 2008 la Provincia autonoma di Bolzano ha celebrato il 25° anniversario dall'approvazione della legge provinciale che regola in Alto Adige l'educazione permanente e il sistema di biblioteche pubbliche con un convegno presso il Forum di Bressanone. I due Uffici provinciali di lingua italiana e tedesca per l'Educazione permanente e l'Ufficio provinciale Biblioteche e lettura hanno curato congiuntamente l'organizzazione dell'iniziativa non solo allo scopo di festeggiare, ma anche e soprattutto per riflettere, ricordare i momenti salienti di questo importante percorso storico e  definire le linee guida  per il futuro .

Con "Aprire le porte alla lettura e all'apprendimento", titolo del convegno, si è inteso mettere in risalto l'importanza che la lettura e l'apprendimento rivestono ai fini della conoscenza e la  rilevanza rappresentata dalla legge provinciale 41 del 1983 nella determinazione di questo processo. Tutte le istituzioni attive nell'ambito dell'educazione permanente devono impegnarsi in questa direzione se vogliono rimanere competitive per il futuro. È opportuno individuare assieme - e possibilmente raggiungere - nuovi gruppi di destinatari; in particolare sarebbe auspicabile riuscire a coinvolgere tutte quelle persone per le quali la lettura e l'apprendimento rappresentano ancora un mondo sconosciuto, attivando nuove strategie di intervento che rendano appetibile la lettura e la formazione personale in itinere.

Di seguito i vari momenti che hanno caratterizzato il convegno...

 

Avvio in gruppo ristretto...

 

.

 

Progetti per il futuro

Rovesciando la prassi in uso nelle celebrazioni, abbiamo volontariamente evitato di introdurre i lavori con la commemorazione degli eventi passati. Abbiamo ritenuto più utile invece proporre un momento di riflessione che, a partire dal futuro, tracciasse un arco ideale a ritroso nel tempo. I lavori si sono aperti con un incontro fra i responsabili dei settori della formazione e delle biblioteche, i vari rappresentanti dell'ambito privato e la stampa. Insieme abbiamo cercato di mettere a fuoco le nuove tendenze culturali che stanno emergendo in Alto Adige e di ipotizzare gli sviluppi per i prossimi dieci anni. 

Per facilitare le dinamiche di gruppo è stata adottata la metodologia Fish Bowl
Dopo un primo giro di interventi comuni, i partecipanti si sono suddivisi in due gruppi distinti per trattare separatamente le tematiche della "educazione permanente" e  delle "biblioteche".

Risultati del gruppo per le biblioteche - e il  manifesto realizzato da Helga Mock.
Risultati del gruppo per l'educazione permanente - foto (1) .

Dopo una breve pausa i due gruppi si sono ritrovati assieme per stilare un documento comune  che sintetizza i risultati  delle rispettive analisi.

 

 

Sviluppi pomeridiani

Dai questionari distribuiti a conclusione del convegno è emerso che i partecipanti apprezzano particolarmente questo tipo di iniziativa, non solo per gli stimoli che se ne possono trarre e per le tematiche trattate, ma anche per la possibilità di incontrare altri operatori del settore, già conosciuti e volti nuovi, e per scambiarsi reciprocamente le proprie esperienze in un contesto rilassante.

 .

 

PROGRAMMA

Il convegno è stato inaugurato dall'Assessora Sabina Kasslatter Mur che ha rivolto ai presenti il saluto anche a nome dell'Assessore uscente alla cultura italiana, Luigi Cigolla.  Nel suo discorso l'Assessora ha sottolineato l'impegno comune profuso nei settori dell'educazione permanente e delle biblioteche ed ha messo in evidenza le priorità individuate per il  prossimo futuro (la creazione del polo bibliotecario e il collegamento in rete di tutte le associazioni che si occupano di formazione continua). (Testo integrale della relazione

Al saluto del sindaco di Bressanone Albert Pürgstaller è seguito l'intervento dei direttori degli uffici provinciali Lucia Piva (Ufficio Educazione permanente, biblioteche e audiovisivi), Volker Klotz (Amt für Bibliotheken und Lesen) e Hubert Bertoluzza (Amt für Weiterbildung), che  hanno presentato una sintesi dei lavori di gruppo del mattino.

Luca Ferrieri, direttore dei Servizi culturali e bibliotecari del Comune di Cologno Monzese e  primo relatore in programma non ha potuto partecipare al convegno per ragioni di salute, ma ha comunque garantito la sua disponibilità ad intervenire in collegamento skype. La sua relazione: "Il futuro della lettura e della biblioteca".

È seguito l'intervento del giornalista bolzanino Hans Karl Peterlini, molto apprezzato dal pubblico presente, che ha tracciato un'interessante panoramica sui settori marginali della società della conoscenza, con un'analisi mirata su quelle fasce di utenza che, per estrazione sociale o per formazione culturale, hanno rinunciato e rinunciano a priori alla formazione continua. La sua  relazione „Verlierer und Verweigerer der Bildungsgesellschaft - Exkurse in die Randgebiete des Kulturbooms".

 

WORKSHOPS

La successiva fase del convegno ha previsto la costituzione di dieci diversi gruppi di lavoro, nell'ambito dei quali è stata presa in esame e approfondita la tematica del convegno attraverso diverse metodologie di lavoro: in forma di workshop, di letture o con la presentazione di  progetti particolari... Di alcuni lavori è disponibile il download della documentazione fotografica, dei grafici e dei verbali (vedasi ultimo riquadro della tabella seguente)   

 1

 Bibliothekslandschaft Südtirol 2018

 Panorama delle biblioteche in Alto Adige

Volker Klotz
Patrizia Caleffi

Foto

Tabellone

 2

Weiterbildung... Weiterentwicklung... Leitlinien für die   Zukunft

Educazione ed evoluzione permanente: linee guida per il futuro

Karin Dalla Torre
Lucia Piva

Verbale fotografico

 3

 Biblioteche e diritti dell'utente
 Discussione con il relatore

Luca Ferrieri

 

 4

 Wer sie sind: Verlierer und Verweigerer...

Hans Karl  Peterlini

 

 5

 Come strutturare un percorso di promozione della lettura.   Alcune esperienze concrete

Marco Pellati

 

 6

 Vorstellung des Projektes "Fast nackt" (KVW)

Eva Burger

Foto tabelloni

 A   B

 7

 Lesung und Diskussion mit dem Autor

Pepi Feichtinger

 

 8

 Biografia dell'apprendimento

Marta De Chiusole

 

 9

Gemeinsam mehr (Menschen) erreichen. Kurzpräsentation und Diskussion über Erfahrungen des  Tiroler Bildungsservice mit institutionellen Kooperationen

Wilfrid Pleger

Mind Map

Informazioni

 

Foto: A  B  C

 

D  E  F

 10

 Workshop "Marketing per nuovi pubblici"

Francesco Florenzano

 

Conclusioni 

I lavori sono proseguiti anche nel corso della serata con un piacevole momento conviviale, seguito dalla rievocazione delle fasi salienti che hanno caratterizzato questi primi 25 anni di storia nell'ambito dell'educazione permanente e delle biblioteche e da una grande festa conclusiva per celebrare degnamente l'evento.

  

Il primo intervento è stato quello dell'Assessora alla cultura Sabina Kasslatter-Mur che, attraverso un excursus storico dall'immediato dopoguerra ai giorni d'oggi, ha evidenziato quattro diverse e fondamentali fasi di sviluppo nell'ambito della formazione continua e delle biblioteche, rammentando gli inizi pionieristici e citando singolarmente i principali autori e autrici di questo percorso storico. Il testo della relazione dell'Assessora .

Alla fine si è lasciato spazio alla testimonianza dei principali attori di questo lungo percorso storico che ha segnato i due ambiti culturali: Isidor Trompedeller, Elsa Vigl Maier, Irene Vieider e Konrad Obexer (per l'Educazione permanente), Pio Fontana, Patrizia Zangirolami, Marco Lovera, Franca Eller (per le Biblioteche in lingua italiana), Franz Berger e Anton Sitzmann (per le Biblioteche in lingua tedesca), che nel corso di una breve intervista hanno raccontato le loro esperienze personali e condiviso i ricordi.

 

.


La serata si è conclusa con l'esibizione di una band altoatesina e di una della vicina provincia di Trento che, attraverso le analogie e le differenze proposte dai rispettivi repertori, hanno dimostrato come sia facile superare le diversità ed assaporare insieme un passato comune.

 

.

 

 

Hanno collaborato alla riuscita del convegno: 

le moderatrici Cornelia Dell'Eva und Maria Sparber 

Helga Mock per la parte grafica e le illustrazioni

le cuoche della cooperativa di Valdurna  "Ollerhond Selbergmochts"

ed inoltre:

i traduttori  e le traduttrici, Alberto Clò, Martina Pastore, Antonella Telmon, i collaboratori e le collaboratrici degli uffici preposti  (fra cui la tirocinante Nadia Buraschi), i musicisti e, naturalmente, i relatori, le relatrici ed il pubblico presente. 

 

Coordinamento

Landesamt für Weiterbildung - Ripartizione Cultura tedesca e Famiglia
Brigitte Foppa, tel. 0471- 413397, brigitte.foppa@provinz.bz.it

Landesamt für Bibliotheken und Lesen - Ripartizione Cultura tedesca e Famiglia
Volker Klotz, tel. 0471 - 413320, volker.klotz@provinz.bz.it

Ufficio Educazione permanente, biblioteche e audiovisivi - Ripartizione Cultura Italiana
Adriana Pedrazza, tel. 0471 - 411247, adriana.pedrazza@provinz.bz.it