Contenuto principale

Eventi

Cultura | 24.09.2009 - 12.12.2009

RESPIRO BAROCCO. Un viaggio nella Roma del Seicento

15 capolavori della Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini

Gian Lorenzo Bernini, David

T 0471 300 980 centrotrevi@provincia.bz.it
www.provincia.bz.it/respirobarocco

24.09 - 12.12.2009

Centro Trevi Bolzano, via Cappuccini 28
T 0471 300980 centrotrevi@provincia.bz.it
orario 16 - 21 da martedì a domenica                                                                               (per scuole e gruppi, su prenotazione, dalle 9 alle 13)

INGRESSO LIBERO
ACCESSO SOLO MEDIANTE VISITA GUIDATA AD OGNI ORA ULTIMA VISITA GUIDATA ORE 20

INAUGURAZIONE MERCOLEDÍ 23 SETTEMBRE 2009 ALLE ORE 18

Arte e nobiltà. Arte e spettacolo! Dopo l’esplorazione di capolavori barocchi provenienti da Napoli, l’Ufficio Cultura italiana della Provincia autonoma di Bolzano – Alto Adige propone un viaggio nella Roma del Seicento per riconoscere, nelle quindici opere esposte al Centro Trevi il barocco romano.

A Roma, nella metà del Seicento, il senso dello spettacolo diventa la chiave dominante della città barocca. Le grandi casate Aldobrandini, Borghese, Ludovisi, Barberini che vantano tutte un papa in famiglia, costruiscono la loro immagine pubblica attraverso le ricchissime collezioni di opere d’arte e gli ambienti riccamente decorati che le contengono, prova di un gusto raffinato e di una capacità di spesa intesa come virtù in sé. Il linguaggio artistico diventa sempre più propagandistico, ricco ed emotivamente coinvolgente per esaltare, secondo la logica dell’assolutismo, le virtù dei papi. Lavorano per queste potenti famiglie gli artisti più famosi del periodo, protagonisti della scena artistica romana: Bernini, Pietro da Cortona, Guido Reni, Lanfranco, Nicolas Poussin, Baciccio, per citarne alcuni, tutti presenti in mostra, nella grande sala al primo piano del Centro Trevi, allestita in maniera scenografica per rappresentare in maniera suggestiva questo secolo.
Lo spettatore verrà accompagnato da un esperto in questo secondo viaggio alla scoperta dei segreti dello stile barocco. Uno stile dove il valore simbolico delle immagini è la griglia portante di ogni raffigurazione. Attraverso il racconto della guida il visitatore riuscirà così a leggere il senso delle scene allegoriche e gli enigmatici simboli che osannavano il nome dei potenti.

 

LE INIZIATIVE

Giovedì 15 ottobre – ore 18.00

Magna, longeque admirabilia". Galileo e la rivoluzione astronomica tra scienza e arte” Conferenza a cura di Ugo Baldini, docente di Storia moderna presso l’Università degli Studi di Padova

 

 Giovedì 22 ottobre - ore 20.30

Gostanza da Libbiano – Paolo Benvenuti (I, 2000). Film                 1594, San Miniato, Granducato di Toscana: la sessantenne contadina Monna Gostanza, accusata di praticare arti diaboliche, confesserà un'inesistente attività stregonesca. Con minuziosa scrittura basata sui verbali di un processo d'epoca, Benvenuti costruisce un film potente, in cui la parola diviene strumento di liberazione e rivolta.

 

Giovedì 29 ottobre - ore 18.00

“Classicismo e barocco nella pittura romana del Seicento”. Conferenza a cura di Claudio Strinati, Soprintendente Speciale per il Patrimonio Storico  Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Roma

 

Giovedì 5 novembre – ore 18.00

“Roma barocca: moda, costume e festosi conviti, cardinali e cortigiane”. Conferenza a cura di Sandra Fiumi, responsabile della didattica della Soprintendenza per i Beni Artistici, Storici ed Etnoantropologici per le province di BO, FE, FC, RA e RN.

 

Giovedì 12 novembre - ore 20.30

Gli amori di Astrea e Celadon  – Eric Rohmer (FR, I, E, 2007). Film       La pastorella Astrea e il pastore Celadon si amano e si sono promessi eterna fedeltà, ma un pretendente invidioso metterà a repentaglio la loro felicità. Dal romanzo L'Astrea che Honoré d'Urfé pubblicò agli inizi del Seicento, Rohmer ricava un racconto leggero e grazioso sulla forza della passione.

 

Giovedì 19 novembre - ore 20.30

Il trono di sangue – Akira Kurosawa (Giappone, 1957).  Film               Al nobile Washizu viene profetizzata l'ascesa al potere con il delitto e l'invincibilità fino a quando la foresta non si muoverà verso il Castello del Ragno. Il Macbeth shakespeariano trasportato nel Giappone delle guerre civili del XVI secolo: una messinscena rigorosa e perfetta del lato oscuro dell'animo umano.

 

Giovedì 26 novembre - ore 20.30

Tutte le mattine del mondo – Alain Corneau (FR, 1991). Film              La via per raggiungere la perfezione artistica coincide con la rinuncia alle tentazioni mondane: questa è la lezione che il violista Marin Marais apprende solo in tarda età, scoprendo ormai sul finire della sua esistenza il significato degli insegnamenti del suo maestro Sainte Colombe. Ispirato alla vita di due musicisti d'epoca barocca, un film che è una poesia di suoni ed una riflessione toccante sul senso dell'arte.

 

Giovedì 10 dicembre  - ore 18.00

“Il Gran Theatro del mondo". Lo spettacolo barocco a Roma”. Conferenza a cura di Silvia Carandini, docente di Storia dello spettacolo presso l’Università La Sapienza di Roma.

 

Altri appuntamenti

Sabato 26 settembre, ore 19.30 – Merano,Teatro Puccini

“Romanze e Lieder della musica italiana”, con la partecipazione del tenore Fausto Tenzi. Concerto a cura della SOCIETA’ DANTE ALIGHIERI

 

Martedì 29 settembre, ore 18.00 – Bolzano, Centro Parrocchiale di via Isarco

“Il Barocco. Amore e odio di uno stile”, relatrice Patrizia Zangirolami. Conferenza a cura di ARCHEOART

 

“Sonate e Suite”

Ciclo di concerti a cura dell’ASSOCIAZIONE MUSICALE MERANESE e MAIRANIA 857

Venerdì 9 ottobre, ore 20.30 - Merano, Centro per la Cultura, via Cavour 1

“Gusto francese e Gusto del mondo”  Lorenzo Cavasanti, flauto dolce e traversiere Alessandro Padoan, clavicembalo.

 

Domenica 18 ottobre, ore 20.30 - Merano, Centro per la Cultura, via Cavour 1

La musica per clavicembalo in Italia tra ‘600 e ‘700”   Roberto Loreggian, clavicembalo.

 

Sabato 24 ottobre, ore 20.30 - Merano, Centro per la Cultura, via Cavour 1

Opere di Johann Sebastian Bach, Antonio Soler, Franz Joseph Haydn, Wolfgang Amadeus Mozart  Antonella Lorengo, clavicembalo; Stephan Kofler, clavicembalo; Ensemble Sonus : Luigi Bortolani, violino; Giovanna Podavini, violino; Paolo Parmeggiani, viola; Margherita Degli Esposti, violoncello.

 

  • Luogo: Bolzano, Centro Trevi, Via Cappuccini 28
  • Data: 24.09.2009 - 12.12.2009
  • Organizzatore: Provincia Autonoma di Bolzano, Ufficio Cultura italiana, via del Ronco 2, 39100 Bolzano - Tel.: 0471 300980 - 411230-1 - fax 0471 411239
  • E-mail: ufficio.cultura.italiana@provincia.bz.it