Contenuto principale

FAQ - Domande frequenti Carta sconto benzina e gasolio

Quali sono i comuni interessati al servizio?

I comuni interessati al servizio sono:
Fascia 1:   Brennero, Curon Venosta, Glorenza, Malles, San Candido, Tubre,Vipiteno
Fascia 2:   Braies, Campo di Trens, Dobbiaco, Lasa, Monguelfo-Tesido, Prato allo Stelvio, Racines, Sesto, Sluderno, Stelvio, Val di Vizze, Villabassa

Chi ha diritto allo sconto su benzina e gasolio?

Persone fisiche intestatarie di uno o più veicoli, soggetti ad iscrizione nei pubblici registri, e residenti nei comuni interessati.

Esiste un regime particolare per persone disabili?

 Sì. Le persone disabili, residenti nei Comuni interessati che posseggono i requisiti previsti dalle disposizioni vigenti, possono avvalersi della collaborazione di una persona delegata per la fruizione del contributo, compilando l'apposito modulo di delega. Copia dello stesso, controfirmato dall'interessato, va consegnato al comune di residenza. Le operazioni relative alla transazione (digitazione PIN e firma sullo scontrino), al momento del rifornimento, potranno essere quindi effettuate dalla persona delegata.

Come ottengo lo sconto benzina e gasolio?

Per ottenere il contributo previsto dalla "Carta sconto benzina e gasolio" è necessario recarsi presso il  comune di residenza per attivare la "Carta sconto benzina e gasolio". A tal fine viene utilizzato il tesserino del codice fiscale e/o la tessera sanitaria.

Lo sconto è immediato presso i distributori ubicati nei comuni interessati dal servizio.

Come viene calcolato lo sconto?

Il contributo viene applicato in maniera differenziata e i comuni sono suddivisi in 2 fasce, in cui si tiene conto della distanza dal confine di Stato:

  • fascia 1: fino a 10 chilometri di distanza dal confine di Stato;
  • fascia 2: da 10,01 a 20 chilometri di distanza dal confine di Stato.

Il contributo viene calcolato in base alla differenza tra i prezzi medi dei carburanti applicati nei comuni interessati e quelli medi praticati in una corrispondente fascia del territorio confinante svizzero o austriaco.

Cosa accade se cambio residenza?

  • Nel caso di cambio di residenza possono verificarsi i seguenti casi:
    Se il trasferimento avviene in uno dei comuni interessati al servizio bisogna recarsi nel nuovo comune di residenza per ottenere una nuova attivazione della tessera.
  • Se la variazione dell’indirizzo di residenza avviene nello stesso Comune di residenza non è necessario presentarsi agli uffici del Comune di residenza.

Cosa accade se digito il PIN errato?

La tessera viene bloccata dopo 5 tentativi. Per sbloccare la tessera è necessario recarsi presso il comune di residenza per una nuova attivazione.

Cosa devo fare se la carta non funziona o è danneggiata?

In caso di malfunzionamento della Carta l’utente dovrà recarsi presso il Comune competente per verificare la correttezza dei dati contenuti sulla carta stessa. Altri malfunzionamenti della carta possono essere imputati alla smagnetizzazione della tessera oppure al danneggiamento del supporto. In tal caso il titolare dovrà rivolgersi all’ente interessato e chiedere il rilascio di una nuova tessera.

Per eventuali informazioni il beneficiario può rivolgersi alla Ripartizione provinciale 35 – Ufficio commercio e servizi (Tel. 0471 413755 – 413745 - Fax 0471 413791 - E-mail: distributori-carburante@provincia.bz.it ).

Posso cedere la tessera ad un parente o un conoscente?

No, la "Carta sconto" non è cedibile e non può essere utilizzata per il rifornimento di un veicolo diverso da quello per il quale viene rilasciata.

Sono previsti dei massimali per il rifornimento di carburante?

Sì, i massimali per il rifornimento di benzina e diesel, per persona e per veicolo, ammonta a:

  • 70 litri giornalieri,
  • 350 litri mensili.

Dove è possibile controllare il raggiungimento dei massimali?

Lo scontrino emesso dal POS riporta i residui giornalieri e mensili. Il gestore del distributore deve consegnare copia dello scontrino al beneficiario.

Cosa accade se perdo o smarrisco la tessera?

In caso di smarrimento o di furto della tessera abilitata è necessario bloccarla per evitare un’impropria erogazione di carburante. La segnalazione va fatta al Comune di residenza e la disattivazione della tessera avverrà entro le 24 ore successive alla segnalazione.

Il titolare della tessera è tenuto a far pervenire una comunicazione scritta, anche a mezzo fax, al Comune di residenza.

Per una nuova attivazione della "Carta sconto" il beneficiario deve rivolgersi al Comune di residenza.

Quando può essere sospesa la validità di una “Carta sconto”?

La sospensione della validità della carta per un periodo di un anno viene attuata in caso di particolare gravità, ovvero in caso di violazione delle disposizioni con comportamenti finalizzati all'abusiva o non corretta fruizione dei benefici previsti, di recidiva o comunque di reiterazione delle violazioni.

Al termine di tale periodo viene riconosciuto nuovamente al cittadino il diritto di fruizione dell’agevolazione.

Quando può essere annullata una "Carta sconto"?

L’annullamento della carta si ha nei seguenti casi:

1. cambio di residenza da un comune di fascia ad un un comune non di fascia;

2. non essere più intestatario di alcun veicolo;

3. decesso del titolare.

Come e quando posso sbloccare una tessera?

In caso di riacquisto dei requisiti di legge, il cittadino può recarsi presso gli uffici del proprio Comune di residenza per la riattivazione della "Carta Sconto".

Chi mi può fornire informazioni sulla “Carta sconto”?

Il Comune di residenza e la Ripartizione provinciale 35 – Ufficio commercio e servizi sono competenti per il servizio "Carta sconto benzina e gasolio" (Tel. 0471 413755 – 413745 - Fax 0471 413791 - E-mail: distributori-carburante@provincia.bz.it ).


(Ultimo aggiornamento: 26/09/2014)