Contenuto principale

FAQ – domande frequenti

Quali professioni  sono regolamentate in Alto Adige e devono essere riconosciute?

In Alto Adige l'esercizio di alcune professioni nel settore dell'artigianato, commercio e servizi (settore automobilistico, settore dell'installazione di impianti, settore dell'igiene ed estetica, settore delle imprese di pulizie, commercio all'ingrosso, agente e rappresentante di commercio, settore alimentare ed esercizio dell'attivitá di spazzacamino) é regolamentato. Non é possibile l'esercizio della professione senza il riconoscimento  da parte della Ripartizione Economia.

Come funziona il riconoscimento?

Le qualifiche professionali vengono controllate ai sensi della direttiva 2005/36/UE. Ai sensi della normativa vi rientrano un diploma, un attestato, un certificato di abilitazione, oppure una intera categoria di attestati, che certificano il conseguimento di un diploma di formazione professionale, ovvero significa che Lei è autorizzato ad esercitare la professione considerata nel paese di provenienza membro dell’Unione.

Chi è responsabile per il riconoscimento della qualifica professionale?

L'ufficio della Ripartizione Economia competente per il riconoscimento è l’Ufficio artigianato (vanessa.wiebelt@provincia.bz.it, tel. 0471 413649). Verrà esaminato, se la professione regolamentata, che vuole esercitare in Alto Adige, è la stessa professione per la quale ha conseguito le qualificazioni necessarie nel paese membro d’origine e se il titolo professionale si differenzia notevolmente nei contenuti e nella durata dal percorso formativo del paese accogliente.
Se si tratta delle stesse professioni e i percorsi formativi sono in linea di massima equivalenti, l’Ufficio riconosce le qualificazioni come tali.

L’iter di riconoscimento

L'intero procedimento deve concludersi entro tre mesi dalla data di presentazione della documentazione completa da parte della persona interessata.

Cosa succede, se le mie qualificazioni non sono riconosciute?

La decisione (rigetto della domanda o necessità di misure di compensazione) deve essere motivata. Avverso tale decisione è possibile promuovere ricorso giurisdizionale di diritto interno.

Ufficio competente

Ufficio artigianato
palazzo provinciale 5, via Raiffeisen 5
39100 Bolzano

Tel.: 0471 413640
Fax: 0471 413659
E-Mail: artigianato


(Ultimo aggiornamento: 17/10/2017)