Contenuto principale

Attualità

Amministrazione | 22.08.2017 | 12:50

Dalla Giunta: casa, ok al programma dell’Agenzia di vigilanza

La Giunta provinciale ha approvato il programma triennale dell’Agenzia di vigilanza sull’edilizia. Servizi di controllo offerti in convenzione anche ai Comuni.

Controlli anche per conto dei Comuni nel programma dellControlli anche per conto dei Comuni nel programma dell'Agenzia di vigilanza sull'edilizia

L’Agenzia di vigilanza sull’edilizia, ente strumentale della Provincia, ha la funzione di stazione unica vigilanza nel settore dell’edilizia abitativa agevolata. Oggi la Giunta provinciale ha approvato il programma fino al 2019. L'Agenzia, ha ricordato il vicepresidente Christian Tommasini, deve vigilare sul rispetto delle prescrizioni sul vincolo sociale dell’edilizia abitativa agevolata e, su richiesta dei Comuni, sul rispetto delle prescrizioni del vincolo convenzionato.

Riguardo alla vigilanza sul vincolo sociale, dopo l’entrata in vigore della nuova legge sulla casa, l’Agenzia stipulerà una nuova convenzione con la Ripartizione provinciale edilizia abitativa e inizierà l’attività di controllo in questo settore. L’Agenzia effettua la sua attività di controlli ex post sulle agevolazioni economiche concesse in un anno solare (controlli su almeno il 6% delle pratiche) valutando legalità della procedura di concessione e possesso di tutti i requisiti richiesti ai beneficiari. Delle circa 3000 agevolazioni concesse annualmente, almeno 180 devono essere controllate.

L’Agenzia garantisce anche il servizio di vigilanza a favore dei Comuni sul rispetto delle prescrizioni sul vincolo dell’edilizia convenzionata. I Comuni possono servirsi dell’Agenzia per accertare e contestare le contravvenzioni al vincolo dell’edilizia convenzionata e emettere le sanzioni pecuniarie. L’Agenzia ha stipulato negli ultimi due anni con 58 Comuni apposite convenzioni e fornisce il servizio di vigilanza in materia. Considerate le risorse finanziarie e personali disponibili, l’Agenzia pianifica di poter estendere nei prossimi anni l’offerta ad almeno 80 Comuni.

Tra gli obiettivi dell’Agenzia per il periodo 2017 -2019, ha spiegato Tommasini, figurano inoltre 12.000 controlli formali di posizioni sull’occupazione degli immobili convenzionati e 1200 controlli individuali approfonditi per accertare la reale occupazione degli immobili convenzionati. Il budget triennale dell'Agenzia è di circa 1,1 milioni di euro, finanziato al 50% dai Comuni.

(pf)

(Ultimo aggiornamento: 13/06/2008)