Contenuto principale

Enti locali

Ai sensi dell’articolo 54, cifra 5 dello Statuto d’Autonomia alla Giunta provinciale spetta la vigilanza e la tutela sulle amministrazioni comunali, sulle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza, sui consorzi e sugli altri enti o istituti locali, compresa la facoltà di sospensione e scioglimento dei loro organi in base alla legge. Nei suddetti casi e quando le amministrazioni non siano in grado per qualsiasi motivo di funzionare, spetta alla Giunta provinciale anche la nomina di commissari.
Inoltre ai sensi dell’articolo 81 dello Statuto d’Autonomia la Provincia deve corrispondere ai comuni idonei mezzi finanziari e assume quindi gli stessi compiti che il Ministero dell’Interno esercita come finanziatore nei confronti dei comuni d’Italia.
Con referendum sono state confermate le modifiche alla Costituzione approvate dal Parlamento ed il 9 novembre 2001 queste sono entrate in vigore come legge costituzionale n. 3. Gli articoli modificati del V. Titolo della Costituzione erano principalmente una piccola rivoluzione: parificazione costituzionale dei comuni con regioni e province, i comuni come primo titolare/detentore delle funzioni amministrative, rafforzamento costituzionale del potere statutario e regolamentare e dell’autonomia finanziaria dei comuni, introduzione del consiglio delle autonomie locali ed infine l’abrogazione dell’articolo 130 della Costituzione, il quale prevedeva il controllo di legittimità sugli atti degli enti locali.
Anche il legislatore regionale si allineava con il legislatore statale e abrogava con legge regionale n. 7/2004 anche il controllo di legittimità spettante alla Giunta provinciale nei confronti dei comuni della Regione Trentino – Alto Adige.
Con l’abrogazione del controllo di legittimità attraverso la modifica della Costituzione del 2001, l’attività della vigilanza sui comuni doveva essere del tutto rivista. Gli originari quattro uffici di vigilanza nel corso delle riforme sono stati accorpati in uno solo e le sedute della Giunta provinciale nella sua veste di organo di vigilanza ora non sono più svolte ogni settimana ma ogni due settimane. In questo contesto si fa presente che il controllo di legittimità sugli enti locali non territoriali viene ancora esercitato. Infatti sono sottoposti al controllo di legittimità gli atti più importanti dell’Azienda sanitaria, delle Aziende di cura e soggiorno di Bolzano e Merano, di 177 amministrazioni separate per gli usi civici (comprese quelle amministrate dalla giunta comunale), dell’Istituto per l’edilizia sociale, di 29 aziende di servizi alla persona.
Il controllo di legittimità sugli atti della Camera di commercio è stato abrogato con legge regionale 24 ottobre 2007, n. 3. E’ rimasto inalterato però il controllo sugli organi della camera di commercio ed il potere di chiedere informazioni.

Comuni

In Provincia di Bolzano vi sono 116 comuni; La loro autonomia trae fondamento dalla Costituzione. Il comune rappresenta la comunità locale, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo...

Comunità comprensoriali

Le comunità comprensoriali sono enti di diritto pubblico ai sensi dell’articolo 7 del Decreto del Presidente della Repubblica 22 marzo 1974, n. 279 e sono state istituite allo scopo di promuovere la ...

Amministrazioni dei beni di uso civico

L'amministrazione dei beni di uso civico è un ente pubblico, il quale ha le sue origini nel medioevo. I beni ad uso civico di proprietà delle amministrazioni B.U.C. sono per lo più boschi, pascoli ....

Aziende pubbliche di servizi alla persona

Le aziende pubbliche di servizi alla persona (APSP) sono enti senza fini di lucro, aventi personalità giuridica di diritto pubblico attribuita loro secondo le modalità previste dalla Legge Regionale 21 settembre 2005, n. 7 ....

Azienda sanitaria della Provincia autonoma di Bolzano

A partire dal 1° gennaio 2007 le quattro aziende sanitarie dell’Alto Adige esistenti sono state sostituite con l'unitaria azienda sanitaria della Provincia autonoma di Bolzano. L’obiettivo principale di quest’ente strumentale ...

Istituto per l'edilizia sociale (IPES)

L'Istituto per edilizia sociale della Provincia autonoma di Bolzano è un ente di diritto pubblico e ha le funzioni di ente ausiliario della Provincia con personalità di diritto pubblico e con autonomia amministrativa, patrimoniale e contabile ...

Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Bolzano

La Camera di commercio rappresenta in ambito locale gli interessi delle seguenti categorie: commercio, industria, artigianato e agricoltura. In questo contesto si annoverano tra le sue funzioni la rappresentazione dell’economia, ...

Aziende di soggiorno e turismo ed aziende di cura, soggiorno e turismo

Le aziende di soggiorno e turismo e le aziende di cura, soggiorno e turismo, dotate di autonomia amministrativa, hanno personalità giuridica di diritto pubblico ...


(Ultimo aggiornamento: 21/09/2012)