Contenuto principale

Bandi - Avvisi

File CSV con URL Bandi di gara e di concorso

 

Bandi e Avvisi aperti

Bandi e Avvisi chiusi

4° Avviso - Asse 1 Occupazione - Favorire l’inserimento lavorativo e l’occupazione dei disoccupati di lunga durata - scadenza 02/05/2017

Avviso Pubblico per la presentazione di proposte progettuali a carattere formativo nell’ambito dell’asse 1 „Occupazione “- scadenza 02.05.2017

Descrizione Generale
L’Avviso è finalizzato allo sviluppo del capitale umano delle persone che trovano più difficoltà ad entrare nel mercato del lavoro e a favorire il potenziamento di professionalità in grado di valorizzare le specificità dell’economia della Provincia autonoma di Bolzano.

Tipologie di interventi promossi e finanziati
Nell’ambito del presente avviso dell’asse 1 “Occupazione” si mira a raggiungere l'obiettivo specifico relativo alla priorità d'investimento 8i “L'accesso all'occupazione per le persone in cerca di lavoro e inattive, compresi i disoccupati di lunga durata e le persone che si trovano ai margini del mercato del lavoro, anche attraverso iniziative locali per l'occupazione e il sostegno alla mobilità professionale”.
Tale obiettivo si deve raggiungere attraverso l'azione “Interventi di formazione tendenzialmente di breve durata finalizzati a integrare le competenze di base, trasversali e tecnico professionali necessarie per l’accesso al mercato del lavoro, per l’inserimento e il reinserimento lavorativo, con particolare riferimento ai settori innovativi quali quello dell’economia verde” e a tal fine vengono ammessi a sovvenzione:
azioni di formazione finalizzate a integrare e consolidare le competenze di base, trasversali e tecnico professionali che consentono ai destinatari coinvolti l’accesso o un riposizionamento più competitivo sul mercato del lavoro anche con particolare riferimento ai settori più innovativi dell’economia provinciale, così come individuati nelle Aree di specializzazione della “Smart Specialisation Strategy” per la Provincia autonoma di Bolzano. Sono ammissibili a finanziamento pubblico progetti formativi finalizzati a favorire il reinserimento attivo dei disoccupati di lungo periodo nel mondo del lavoro attraverso la riqualificazione e l’adeguamento delle competenze rispetto alle mutate esigenze del sistema produttivo.

Caratteristiche delle proposte progettuali
Gli interventi dovranno mirare al recupero lavorativo dei destinatari prevedendo il trasferimento di competenze tecnico professionali riferibili a specifici ambiti lavorativi e favorendo il potenziamento delle competenze trasversali necessarie per l’inserimento e la permanenza nel mercato del lavoro.
Ciascun intervento dovrà prevedere un unico percorso formativo.
Sono ammesse esclusivamente le seguenti tipologie di attività formative: aula e/o laboratorio; formazione individualizzata; stage; orientamento.
Tutti gli interventi dovranno prevedere per ciascun partecipante una fase di attività d’aula e/o laboratorio e una fase di stage in azienda (compresa tra il 30% e il 40% della durata della formazione) e un modulo formativo relativo a metodologie e tecniche per l’inserimento attivo nel mondo del lavoro, anche con riferimento all’auto-imprenditorialità.

Beneficiari
I Soggetti proponenti che potranno presentare proposte progettuali sono:
enti di formazione già accreditati o che hanno presentato domanda di accreditamento entro la scadenza dell’Avviso;
organismi formativi in forma singola o in associazione temporanea di imprese o di scopo di tipo verticale (ATI/ATS).
Destinatari del percorso formativo
I destinatari del presente avviso sono i soggetti in età lavorativa, residenti o domiciliati in Provincia autonoma di Bolzano che si trovano in una situazione di disoccupazione di lunga durata.
Il numero minimo di partecipanti per ciascun percorso formativo è pari a 10 e non sono ammessi uditori.

Documenti

Delibera della Giunta provinciale n. 191 del 21.2.2017 pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 9 del 28/02/2017

Fac-simile Formulario web

Convenzione di finanziamento

Norme di gestione e rendicontazione progetti formativi - versione 1.0 - Decreto del Direttore dell’Ufficio FSE n. 21180/2016

Allegati

Curricula imprese delegate 
Dichiarazione di impegno impresa delegata
Atto di costituzione dell’ATI/ATS verticale
Dichiarazione d’impegno alla costituzione dell’ATI/ATS verticale / Rete di imprese 
Copia leggibile del documento di identità in corso di validità – legale rappresentante del soggetto proponente

 

Procedura di valutazione
La valutazione si articola in due fasi:
• verifica di ammissibilità (requisiti: conformità, requisiti del soggetto proponente, requisiti del progetto);
• valutazione tecnica viene effettuata dalla Commissione di valutazione nominata dal Direttore dell'Ufficio FSE nella sua funzione di Autorità di Gestione. In fase di valutazione tecnica la Commissione attribuisce un punteggio complessivo a ogni progetto presentato, con valore massimo pari a 100. Saranno ammissibili a finanziamento esclusivamente i singoli progetti che avranno conseguito un punteggio pari o superiore a 60/100. La graduatoria definitiva viene pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione autonoma Trentino – Alto Adige e sul sito FSE.


Altre informazioni utili
Le risorse disponibili per la realizzazione degli interventi di cui al presente avviso ammontano a complessivi €800.000,00.-.
L'avvio delle attività formative deve avvenire entro 90 giorni dalla sottoscrizione della convenzione.
Le attività formative dovranno concludersi entro i 200 giorni successivi alla data di avvio delle medesime.
Gli interventi potranno avere durata progettuale minima pari a 400 ore e potranno prevedere una durata progettuale di massimo 700 ore.

Scadenze
Il soggetto proponente inoltra la domanda di finanziamento all'Autorità di Gestione utilizzando il sistema informativo online “CoheMON” (https://fse-esf.egov.bz.it/) entro le ore 12:00 del 02 maggio 2017.

Risultati

Verifica di Ammissibilità: Decreto del Direttore n. 11621 del 22/06/2017  pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 26/I-II  del 27/06/2017

Valutazione tecnica-Graduatoria: Decreto del Direttore n. 13840 del 27/07/2017

Decreto del Direttore n. 13840 del 27/07/2017  pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 31/I-II  del 01/08/2017

3° Avviso - Asse 1 Occupazione - Accrescere l’occupazione degli immigrati - scadenza 02/05/2017

Avviso Pubblico per la presentazione di proposte progettuali a carattere formativo nell’ambito dell’asse 1 „Occupazione “- scadenza 02.05.2017

Descrizione Generale
L’Avviso è finalizzato allo sviluppo del capitale umano delle persone che trovano più difficoltà ad entrare nel mercato del lavoro come gli immigrati e a favorire il potenziamento di professionalità in grado di valorizzare le specificità dell’economia della Provincia autonoma di Bolzano.

Tipologie di interventi promossi e finanziati
Nell’ambito del presente avviso dell’asse 1 “Occupazione” si mira a raggiungere l'obiettivo specifico relativo alla priorità d'investimento 8i “L'accesso all'occupazione per le persone in cerca di lavoro e inattive, compresi i disoccupati di lunga durata e le persone che si trovano ai margini del mercato del lavoro, anche attraverso iniziative locali per l'occupazione e il sostegno alla mobilità professionale”.
Tale obiettivo si deve raggiungere attraverso l'azione “Interventi di formazione tendenzialmente di breve durata finalizzati a integrare le competenze di base, trasversali e tecnico professionali necessarie per l’accesso al mercato del lavoro, per l’inserimento e il reinserimento lavorativo, con particolare riferimento ai settori innovativi quali quello dell’economia verde” e a tal fine vengono ammessi a sovvenzione:
azioni di formazione finalizzate a integrare e consolidare le competenze di base, trasversali e tecnico professionali che consentono ai destinatari coinvolti l’accesso o un riposizionamento più competitivo sul mercato del lavoro anche con particolare riferimento ai settori più innovativi dell’economia provinciale, così come individuati nelle Aree di specializzazione della “Smart Specialisation Strategy” per la Provincia autonoma di Bolzano. Sono quindi ammissibili a finanziamento pubblico progetti formativi finalizzati a favorire l’integrazione sociale e lavorativa dei migranti attraverso la qualificazione/riqualificazione professionale.


Caratteristiche delle proposte progettuali
Gli interventi dovranno fornire una formazione specializzante finalizzata all’acquisizione di competenze riferibili a specifici ambiti professionali, prevedendo il trasferimento di competenze tecnico-professionali e favorendo il potenziamento delle competenze trasversali necessarie per l’inserimento e la permanenza nel mercato del lavoro.
Gli interventi dovranno mirare in particolare anche al trasferimento e/o potenziamento delle competenze chiave per l’apprendimento permanente (di cui all’allegato alla Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del del 18 dicembre 2006), con specifica attenzione riservata alla comunicazione nelle lingue straniere e alle competenze sociali e civiche.
Ciascun intervento dovrà prevedere un unico percorso formativo.
Sono ammesse esclusivamente le seguenti tipologie di attività formative: aula e/o laboratorio; formazione individualizzata; stage; orientamento.
Tutti gli interventi dovranno prevedere per ciascun partecipante una fase di attività d’aula e/o laboratorio e una fase di stage in azienda (compresa tra il 30% e il 40% della durata della formazione) e un modulo formativo relativo a metodologie e tecniche per l’inserimento attivo nel mondo del lavoro, anche con riferimento all’auto-imprenditorialità.

Beneficiari
I Soggetti proponenti che potranno presentare proposte progettuali sono:
enti di formazione già accreditati o che hanno presentato domanda di accreditamento entro la scadenza dell’Avviso;
organismi formativi in forma singola o in associazione temporanea di imprese o di scopo di tipo verticale (ATI/ATS).


Destinatari del percorso formativo
I destinatari del presente avviso sono gli immigrati in età lavorativa, residenti o domiciliati in Provincia autonoma di Bolzano o in condizione di regolarità sul territorio nazionale ai sensi della normativa vigente e che si trovano in una situazione di non occupazione. La condizione di non occupazione fa riferimento alle persone che non svolgono attività lavorativa in forma subordinata, parasubordinata o autonoma ovvero coloro che, pur svolgendo una tale attività,
ne ricavino un reddito annuo inferiore al reddito minimo escluso da imposizione. Tale limite è pari, per le attività di lavoro subordinato o parasubordinato, ad Euro 8.000,00.- e per quelle di lavoro autonomo ad Euro 4.800,00.
Sono esclusi dal presente Avviso i destinatari iscritti a percorsi di formazione per l’assolvimento dell’obbligo formativo. Il numero minimo di partecipanti per ciascun percorso formativo è pari a 12 e non sono ammessi uditori.

Documenti

Delibera della Giunta provinciale n. 190 del 21.2.2017 pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 9 del 28/02/2017

Fac-simile Formulario web

Convenzione di finanziamento

Norme di gestione e rendicontazione progetti formativi - versione 1.0 - Decreto del Direttore dell’Ufficio FSE n. 21180/2016

Allegati

Curricula imprese delegate 
Dichiarazione di impegno impresa delegata
Atto di costituzione dell’ATI/ATS verticale
Dichiarazione d’impegno alla costituzione dell’ATI/ATS verticale / Rete di imprese 
Copia leggibile del documento di identità in corso di validità – legale rappresentante del soggetto proponente

Procedura di valutazione
La valutazione si articola in due fasi:
• verifica di ammissibilità (requisiti: conformità, requisiti del soggetto proponente, requisiti del progetto);
• valutazione tecnica viene effettuata dalla Commissione di valutazione nominata dal Direttore dell'Ufficio FSE nella sua funzione di Autorità di Gestione. In fase di valutazione tecnica la Commissione attribuisce un punteggio complessivo a ogni progetto presentato, con valore massimo pari a 100. Saranno ammissibili a finanziamento esclusivamente i singoli progetti che avranno conseguito un punteggio pari o superiore a 60/100. La graduatoria definitiva viene pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione autonoma Trentino – Alto Adige e sul sito FSE.


Altre informazioni utili
Le risorse disponibili per la realizzazione degli interventi di cui al presente avviso ammontano a complessivi €800.000,00.-.
L'avvio delle attività formative deve avvenire entro 90 giorni dalla sottoscrizione della convenzione.
Le attività formative dovranno concludersi entro i 250 giorni successivi alla data di avvio delle medesime.
Gli interventi potranno avere durata progettuale minima pari a 400 ore e potranno prevedere una durata progettuale di massimo 700 ore.

Scadenze
Il soggetto proponente inoltra la domanda di finanziamento all'Autorità di Gestione utilizzando il sistema informativo online “CoheMON” (https://fse-esf.egov.bz.it/) entro le ore 12:00 del 02 maggio 2017.

Risultati

Verifica di Ammissibilità: Decreto del Direttore n. 11618 del 22/06/2017  pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 26/I-II  del 27/06/2017

Valutazione tecnica-Graduatoria: Decreto del Direttore n. 13849 del 27/07/2017

Decreto del Direttore n. 13849 del 27/07/2017  pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 31/I-II  del 01/08/2017

 

 

2° Avviso - Asse 1 Occupazione - Aumentare l’occupazione femminile- scadenza 02/05/2017

Avviso Pubblico per la presentazione di proposte progettuali a carattere formativo nell’ambito dell’asse 1 „Occupazione “- scadenza 02.05.2017

Descrizione Generale
L’Avviso è finalizzato allo sviluppo del capitale umano delle persone che trovano più difficoltà ad entrare nel mercato del lavoro e a favorire il potenziamento di professionalità in grado di valorizzare le specificità dell’economia della Provincia autonoma di Bolzano.


Tipologie di interventi promossi e finanziati
Nell’ambito dell´avviso dell’asse 1 “Occupazione” si mira a raggiungere l'obiettivo specifico relativo alla priorità d'investimento 8iv “L'uguaglianza tra uomini e donne in tutti i settori, incluso l'accesso all'occupazione e alla progressione della carriera, la conciliazione della vita professionale con la vita privata e la promozione della parità di retribuzione per uno stesso lavoro o un lavoro di pari valore”.
Tale obiettivo si deve raggiungere attraverso l'azione “Interventi di formazione tendenzialmente di breve durata finalizzati a integrare le competenze di base, trasversali e tecnico professionali necessarie per l’accesso al mercato del lavoro, per l’inserimento e il reinserimento lavorativo, con particolare riferimento ai settori innovativi quali quello dell’economia verde” e a tal fine vengono ammessi a sovvenzione:
- azioni di formazione finalizzate a integrare e consolidare le competenze di base, trasversali e tecnico-professionali che consentano ai destinatari coinvolti l’accesso o un riposizionamento più competitivo sul mercato del lavoro anche con particolare riferimento ai settori più innovativi dell’economia provinciale, così come individuati nelle Aree di specializzazione della “Smart Specialisation Strategy” per la Provincia autonoma di Bolzano. Sono ammissibili a finanziamento pubblico progetti formativi finalizzati a favorire la qualificazione/riqualificazione della componente femminile della forza lavoro al fine di aumentarne l’occupabilità.


Caratteristiche delle proposte progettuali
Gli interventi dovranno trasferire competenze tecnico-professionali riferibili a specifici ambiti di lavoro, con particolare attenzione ai settori in cui le donne sono sottorappresentate e favorendo il potenziamento delle competenze trasversali necessarie per l’inserimento e la permanenza nel mercato del lavoro. Gli interventi dovranno essere progettati in stretto raccordo con i fabbisogni professionali espressi delle imprese del territorio e i fabbisogni formativi dei destinatari.
Ciascun intervento dovrà prevedere un unico percorso formativo. Sono ammesse esclusivamente le seguenti tipologie di attività formative: aula e/o laboratorio, formazione individualizzata, stage e orientamento. Non sono ammessi interventi che prevedano esclusivamente moduli di formazione individualizzata. Tutti gli interventi dovranno prevedere per ciascun partecipante una fase di attività d’aula e/o laboratorio e una fase di stage in azienda della durata compresa tra il 30% e il 40% della durata della formazione. Gli interventi potranno inoltre prevedere specifiche attività di orientamento di gruppo e/o individuale non superiori al 10% della durata progettuale.

Beneficiari
I Soggetti proponenti che potranno presentare proposte progettuali sono:
- enti di formazione già accreditati o che hanno presentato domanda di accreditamento entro la scadenza dell’Avviso;
- organismi formativi in forma singola o in associazione temporanea di imprese o di scopo di tipo verticale (ATI/ATS).


Destinatari del percorso formativo
I destinatari del presente Avviso sono le donne in età lavorativa, residenti o domiciliate in Provincia autonoma di Bolzano che si trovano in una situazione di non occupazione.
La condizione di non occupazione fa riferimento alle persone che non svolgono attività lavorativa in forma subordinata, parasubordinata o autonoma ovvero coloro che, pur svolgendo una tale attività, ne ricavino un reddito annuo inferiore al reddito minimo escluso da imposizione. Tale limite è pari, per le attività di lavoro subordinato o parasubordinato, ad Euro 8.000,00.- e per quelle di lavoro autonomo ad Euro 4.800,00. Sono esclusi gli studenti iscritti a percorsi d´istruzione e formazione per l’assolvimento dell’obbligo formativo. Numero minimo di partecipanti per ciascun percorso formativo è pari a 12, non sono ammessi uditori.

Documenti

Delibera della Giunta provinciale n. 189 del 21.2.2017 pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 9 del 28/02/2017

Fac-simile Formulario web

Convenzione di finanziamento

Norme di gestione e rendicontazione progetti formativi - versione 1.0 - Decreto del Direttore dell’Ufficio FSE n. 21180/2016

Allegati

Curricula imprese delegate 
Dichiarazione di impegno impresa delegata
Atto di costituzione dell’ATI/ATS verticale
Dichiarazione d’impegno alla costituzione dell’ATI/ATS verticale / Rete di imprese 
Copia leggibile del documento di identità in corso di validità – legale rappresentante del soggetto proponente


Procedura di valutazione
La valutazione si articola in due fasi:

- verifica di ammissibilità (requisiti: conformità, requisiti del soggetto proponente, requisiti del progetto);

valutazione tecnica viene effettuata dalla Commissione di valutazione nominata dal Direttore dell'Ufficio FSE nella sua funzione di Autorità di Gestione. In fase di valutazione tecnica la Commissione attribuisce un punteggio complessivo a ogni progetto presentato, con valore massimo pari a 100. Saranno ammissibili a finanziamento esclusivamente i singoli progetti che avranno conseguito un punteggio pari o superiore a 60/100. La graduatoria definitiva viene pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione autonoma Trentino – Alto Adige e sul sito FSE.

Altre informazioni utili
Le risorse disponibili per la realizzazione degli interventi di cui al presente avviso ammontano a complessivi €900.000,00.
L'avvio delle attività formative deve avvenire entro 90 giorni dalla sottoscrizione della convenzione. Le attività formative dovranno concludersi entro i 250 giorni successivi alla data di avvio delle medesime.
Gli interventi dovranno avere una durata della formazione minima pari a 400 ore e potranno prevedere una durata progettuale di massimo 700 ore.

Scadenze
Il soggetto proponente inoltra la domanda di finanziamento all'Autorità di Gestione utilizzando il sistema informativo online “CoheMON” (https://fse-esf.egov.bz.it/) entro le ore 12:00 del 02 maggio 2017.

Risultati

Verifica di Ammissibilità: Decreto del Direttore n. 11617 del 22/06/2017  pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 26/I-II  del 27/06/2017

Valutazione tecnica-Graduatoria: Decreto del Direttore n. 13844 del 27/07/2017

Decreto del Direttore n. 13844 del 27/07/2017pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 31/I-II  del 01/08/2017

Avviso di rettifica del BUR n. 31/I-II del 01/08/2017 pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 32/I-II del 08/08/2017

 

1° Avviso - Asse 1 Occupazione - Aumentare l’occupazione dei giovani - scadenza 02/05/2017

Avviso Pubblico per la presentazione di proposte progettuali a carattere formativo nell’ambito dell’asse 1 „Occupazione “- scadenza 02.05.2017

Descrizione Generale
L’Avviso è finalizzato allo sviluppo del capitale umano dei giovani e a favorire il potenziamento di professionalità in grado di valorizzare le specificità dell’economia della Provincia autonoma di Bolzano.

Tipologie di interventi promossi e finanziati
Nell’ambito dell´avviso dell’asse 1 “Occupazione” si mira a raggiungere l'obiettivo specifico relativo alla priorità d'investimento 8i “L'accesso all'occupazione per le persone in cerca di lavoro e inattive, compresi i disoccupati di lunga durata e le persone che si trovano ai margini del mercato del lavoro, anche attraverso iniziative locali per l'occupazione e il sostegno alla mobilità professionale”.
Tale obiettivo si deve raggiungere attraverso l’azione “Interventi di formazione tendenzialmente di breve durata finalizzati a integrare le competenze di base, trasversali e tecnico professionali necessarie per l’accesso al mercato del lavoro, per l’inserimento e il reinserimento lavorativo, con particolare riferimento ai settori innovativi quali quello dell’economia verde” e a tal fine vengono ammessi a sovvenzione:
- azioni di formazione finalizzate a integrare e consolidare le competenze di base, trasversali e tecnico-professionali che consentano ai destinatari coinvolti l’accesso o un riposizionamento più competitivo sul mercato del lavoro anche con particolare riferimento ai settori più innovativi dell’economia provinciale, così come individuati nelle Aree di specializzazione della “Smart Specialisation Strategy” per la Provincia autonoma di Bolzano. Sono quindi ammissibili a finanziamento pubblico progetti formativi finalizzati a rafforzare l’occupabilità dei giovani e a favorire la loro qualificazione professionale e il loro inserimento o reinserimento lavorativo.


Caratteristiche delle proposte progettuali
Gli interventi dovranno fornire una formazione specializzante finalizzata all’acquisizione di competenze riferibili a specifici ambiti professionali, prevedendo il trasferimento di competenze tecnico-professionali e favorendo il potenziamento delle competenze trasversali necessarie per l’inserimento e la permanenza nel mercato del lavoro. Gli interventi dovranno essere progettati in stretto raccordo con i fabbisogni professionali espressi delle imprese del territorio e i fabbisogni formativi dei destinatari.
Ciascun intervento dovrà prevedere un unico percorso formativo. Sono ammesse esclusivamente le seguenti tipologie di attività formative: aula e/o laboratorio, formazione individualizzata, stage e orientamento. Non sono ammessi interventi che prevedano esclusivamente moduli di formazione individualizzata. Tutti gli interventi dovranno prevedere per ciascun partecipante una fase di attività d’aula e/o laboratorio e una fase di stage in azienda della durata compresa tra il 30% e il 40% della durata della formazione. Gli interventi potranno inoltre prevedere specifiche attività di orientamento di gruppo e/o individuale non superiori al 10% della durata progettuale.

Beneficiari
I Soggetti proponenti che potranno presentare proposte progettuali sono:
enti di formazione già accreditati o che hanno presentato domanda di accreditamento entro la scadenza dell’Avviso;
organismi formativi in forma singola o in associazione temporanea di imprese o di scopo di tipo verticale (ATI/ATS).

Destinatari del percorso formativo
I destinatari del presente Avviso sono i giovani in età lavorativa fino a 29 anni, residenti o domiciliati in Provincia autonoma di Bolzano, che si trovano in una situazione di non occupazione. La condizione di non occupazione fa riferimento alle persone che non svolgono attività lavorativa in forma subordinata, parasubordinata o autonoma ovvero coloro che, pur svolgendo una tale attività, ne ricavino un reddito annuo inferiore al reddito minimo escluso da imposizione. Tale limite è pari, per le attività di lavoro subordinato o parasubordinato, ad Euro 8.000,00.- e per quelle di lavoro autonomo ad Euro 4.800,00. Sono esclusi gli studenti iscritti a percorsi d´istruzione e formazione per l’assolvimento dell’obbligo formativo. Numero minimo di partecipanti per ciascun percorso formativo è pari a 12, non sono ammessi uditori.

Documenti

Delibera della Giunta provinciale n. 188 del 21.2.2017 pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 9 del 28/02/2017

Fac-simile Formulario web

Convenzione di finanziamento

Norme di gestione e rendicontazione progetti formativi - versione 1.0 - Decreto del Direttore dell’Ufficio FSE n. 21180/2016

Allegati

Curricula imprese delegate 
Dichiarazione di impegno impresa delegata
Atto di costituzione dell’ATI/ATS verticale
Dichiarazione d’impegno alla costituzione dell’ATI/ATS verticale / Rete di imprese 
Copia leggibile del documento di identità in corso di validità – legale rappresentante del soggetto proponente

Procedura di valutazione
La valutazione si articola in due fasi:
• verifica di ammissibilità (requisiti: conformità, requisiti del soggetto proponente, requisiti del progetto);
• valutazione tecnica viene effettuata dalla Commissione di valutazione nominata dal Direttore dell'Ufficio FSE nella sua funzione di Autorità di Gestione. In fase di valutazione tecnica la Commissione attribuisce un punteggio complessivo a ogni progetto presentato, con valore massimo pari a 100. Saranno ammissibili a finanziamento esclusivamente i singoli progetti che avranno conseguito un punteggio pari o superiore a 60/100. La graduatoria definitiva viene pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione autonoma Trentino – Alto Adige e sul sito FSE.

Altre informazioni utili
Le risorse disponibili per la realizzazione degli interventi di cui al presente avviso ammontano a complessivi euro 2.000.000,00.
L'avvio delle attività formative deve avvenire entro 90 giorni dalla sottoscrizione della convenzione.
Le attività formative dovranno concludersi entro i 200 giorni successivi alla data di avvio elle medesime.
Gli interventi dovranno avere una durata della formazione minima pari a 400 ore e potranno prevedere una durata progettuale di massimo 700 ore.

Scadenze
Il soggetto proponente inoltra la domanda di finanziamento all'Autorità di Gestione utilizzando il sistema informativo online “CoheMON” (https://fse-esf.egov.bz.it/) entro le ore 12:00 del 02 maggio 2017.

Risultati

Verifica di Ammissibilità: Decreto del Direttore n. 11616 del 22/06/2017  pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 26/I-II  del 27/06/2017

Valutazione tecnica-Graduatoria: Decreto del Direttore n. 13846 del 27/07/2017 

 Decreto del Direttore n. 13846 del 27/07/2017  pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 31/I-II  del 01/08/2017

Avviso di rettifica del BUR n. 31/I-II del 01/08/2017 pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 32/I-II del 08/08/2017

1° Avviso - Asse 3 Istruzione e formazione - scadenza 13/02/2017

1° Avviso per la presentazione di proposte progettuali a carattere formativo nell’ambito dell’asse 3 „Istruzione e Formazione“ (Percorsi di formazione continua rivolta a personale occupato)- scadenza 13.02.2017

Descrizione Generale
L'avviso è finalizzato all'accrescimento delle competenze della forza lavoro occupata nel territorio provinciale.
La Provincia autonoma di Bolzano prevede investimenti nella formazione in azienda e l'aumento delle competenze della forza lavoro in linea con le esigenze di innovazione e internazionalizzazione delle imprese sul territorio provinciale. In particolare la Provincia Autonoma di Bolzano intende promuovere e migliorare la formazione continua dei lavoratori garantendo l’accesso a interventi di acquisizione/rafforzamento delle competenze e/o di riqualificazione professionale.

Tipologie di interventi promossi e finanziati
Nell’ambito del primo avviso dell’asse 3 “Istruzione e Formazione” si mira a raggiungere l'obiettivo specifico relativo alla priorità d'investimento 10 IV "Migliorare la pertinenza dei sistemi di istruzione e formazione al mercato del lavoro".
Tale obiettivo si deve raggiungere attraverso l'azione “Percorsi di formazione continua rivolta a personale occupato” e a tal fine vengono ammessi a sovvenzione:

  • Interventi a tipologia aziendale: Il soggetto proponente deve essere una singola impresa o un singolo ente di formazione;
  • Interventi a tipologia multiaziendale, elaborati sulla base delle omogenee esigenze formative delle imprese coinvolte, cui parteciperà esclusivamente il personale delle medesime imprese. Sono prevalentemente destinati alle micro, piccole e medie imprese. Il soggetto proponente deve essere un ente di formazione o un raggruppamento di imprese.

Caratteristiche delle proposte progettuali
Gli interventi devono essere articolati in uno o più percorsi formativi finalizzati all'aggiornamento, specializzazione e riqualificazione dei lavoratori.
Il progetto può riguardare l’innovazione d’impresa sia dal punto di vista tecnologico sia da quello organizzativo, può porsi l’obiettivo di aumentare o mantenere la competitività aziendale e la qualità della produzione (o del modo di produrre); di salvaguardare le prospettive occupazionali; contrastare rischi di declino o di marginalizzazione dell’azienda, del comparto, di un’area territoriale o di obsolescenza delle competenze.

Beneficiari
I Soggetti proponenti che potranno presentare proposte progettuali sono:

  • Imprese aventi sede legale e operativa nella Provincia autonoma di Bolzano oppure aventi sede legale fuori Provincia, ma con almeno una sede operativa ubicata nel territorio provinciale al momento della sottoscrizione della convenzione;
  • Enti di formazione già accreditati o che hanno presentato domanda di accreditamento contestualmente alla presentazione della proposta ai sensi della normativa provinciale per l’Accreditamento (DGP n. 301/2016);
  • ATI/ATS verticali, Consorzi, Reti di imprese, Imprese collegate ai sensi dell’art. 2359 c.c. e GEIE.

Destinatari del percorso formativo
I destinatari del presente avviso possono essere:

  • lavoratori con contratto di lavoro di diritto privato a tempo indeterminato o a tempo determinato (in entrambi i casi sia a tempo pieno, sia a tempo parziale);
  • lavoratori con contratto a progetto (di cui al Titolo VII – capo I del D.lgs. n. 276/2003 e ss.mm.ii.);
  • lavoratori in CIG in orario di lavoro;
  • lavoratori che beneficiano del contratto di solidarietà;
  • titolari d'impresa, manager a contratto, lavoratori autonomi, liberi professionisti.

Documenti

Delibera della Giunta provinciale n. 1184 del 08.11.2016 pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 46 del 15/11/2016

Fac-simile Formulario web

Convenzione di finanziamento

Norme di gestione e rendicontazione progetti formativi - versione 1.0 - 2016

Aiuti di Stato

Allegati

Procedura di valutazione
La valutazione si articola in due fasi:

  • verifica di ammissibilità (requisiti: conformità, requisiti del soggetto proponente, requisiti del progetto);
  • valutazione tecnica viene effettuata dalla Commissione di valutazione nominata dal Direttore dell'Ufficio FSE nella sua funzione di Autorità di Gestione. In fase di valutazione tecnica la Commissione attribuisce un punteggio complessivo a ogni progetto presentato, con valore massimo pari a 100. Saranno ammissibili a finanziamento esclusivamente i singoli progetti che avranno conseguito un punteggio pari o superiore a 60/100. La graduatoria definitiva viene pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione autonoma Trentino – Alto Adige e sul sito FSE.

Altre informazioni utili
Le risorse disponibili per la realizzazione degli interventi di cui al presente avviso ammontano a complessivi € 4.000.000,00.
L'avvio delle attività formative deve avvenire entro 45 giorni dalla sottoscrizione della convenzione.
Le attività formative dovranno concludersi entro i 240 giorni successivi alla data di avvio delle medesime.
Gli interventi potranno avere durata progettuale massima pari a 400 ore.
Le attività formative devono essere svolte durante l’orario di lavoro.

Scadenze
Il soggetto proponente inoltra la domanda di finanziamento all'Autorità di Gestione utilizzando il sistema informativo online “CoheMON” (https://fse-esf.egov.bz.it/) entro le ore 12:00 del 13 febbraio 2017.

Risultati

Verifica di Ammissibilità:

Ammissibilità: Decreto del Direttore n. 9765  del 29/05/2017  pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 23/I-II  del 06/06/2017

Non Ammissibilità: Decreto del Direttore n. 9770 del 29/05/2017 pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 23/I-II del 06/06/2017

Valutazione tecnica-Graduatoria :

 Decreto del Direttore n. 12038  del 29/06/2017  pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 27/I-II  del 04/07/2017

(Ultimo aggiornamento: 08/08/2017)