Contenuto principale

efre - fesr - Südtirol - Alto Adige

 File CSV con URL Bandi di gara e di concorso

 

Bandi e inviti aperti

Terzo bando - Asse 1 Ricerca e Innovazione - scadenza 30.11.2017

Terzo bando per la presentazione di progetti nell’ambito dell’asse 1 „Ricerca e innovazione“

Descrizione generale

Nell’ambito del terzo bando dell’asse 1 „Ricerca e innovazione“ vi sono 2 obiettivi specifici. Il primo è attribuito alla ricerca scientifica ed ha come scopo il “potenziamento della capacità di sviluppare l’eccellenza nella R&I”, il secondo è invece indirizzato all’innovazione e mira all'incremento dell’attività di innovazione delle imprese”.

Per il raggiungimento di questi 2 obiettivi vengono rispettivamente promosse le seguenti iniziative:

Priorità d'investimento 1a) 

  • potenziamento di infrastrutture di ricerca già previste o esistenti nel parco tecnologico NOI Techpark 
  • realizzazione di nuove infrastrutture di ricerca già previste o esistenti nel parco tecnologico NOI Techpark
  • realizzazione di infrastrutture funzionali allo sviluppo del sistema provinciale della ricerca e dell'innovazione per favorire la nascita di nuove imprese innovative anche attraverso la creazione di network promosse da enti pubblici

N.B. Il programma operativo ICO FESR 2014-2020 della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto-Adige prevede, che le proposte progettuali nella priorità d’investimento 1a alimentino l’indicatore di output CO25 Numero di ricercatori che operano in contesti caratterizzati da miglior infrastrutture di ricerca”

Priorità d'investimento 1b) 

  • realizzazione di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione eseguiti in cooperazione tra imprese e organismi di ricerca e diffusione della conoscenza della provincia di Bolzano.

N.B. Il programma operativo ICO FESR 2014-2020 della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto-Adige prevede, che le proposte progettuali nella priorità d’investimento 1b alimentino l’indicatore di output CO26 “Numero di imprese che cooperano con istituti di ricerca”.

Per questo terzo bando per la presentazione di progetti sono stati messi a disposizione dal Programma FESR dodici milioni di Euro.

Presupposti di accesso

I progetti dovranno rispettare le disposizioni del Programma operativo approvato dalla Commissione europea e contribuire al raggiungimento degli obiettivi e risultati ivi contenuti e ricadere in una delle aree di specializzazione previste della strategie S3:

  • a) energia e ambiente;
  • b) tecnologie agroalimentari;
  • c) tecnologie alpine;
  • d) trattamenti di cura naturali e tecnologie medicali;
  • e) ICT ed automation;
  • f) industrie creative.

Per maggiori informazioni su domande tecniche si prega di contattare il responsabile di misura, la ripartizione Innovazione, Ricerca e Università (contatto dr. Franz Schöpf tel. 0471 41 37 10).

A seconda del progetto e dell’iniziativa a cui appartengono si distinguono diversi beneficiari potenziali:

Beneficiari 1a:

a) Enti pubblici situati nella provincia di Bolzano;
b) Enti strumentali e in house della Provincia Autonoma di Bolzano;
c) Organismi di ricerca e diffusione della conoscenza che abbiano sede e strutture idonee per svolgere attività di ricerca e trasferimento sul territorio della provincia di Bolzano;
d) le forme associative e consortili fra i soggetti sopra indicati.

Beneficiari 1b:

a) le piccole, medie e grandi imprese, in qualsiasi forma costituite, con unità produttiva in provincia di Bolzano, purché regolarmente iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bolzano in cooperazione con almeno un organismo di ricerca e diffusione della conoscenza della provincia di Bolzano;
b) Organismi di ricerca e diffusione della conoscenza che abbiano sede e strutture idonee per svolgere attività di ricerca e trasferimento sul territorio della provincia di Bolzano, nell'ambito della cooperazione secondo comma a).

Budget minimo dei progetti: 400.000,00 Euro
Durata massima dei progetti: 3 anni

Documenti

Documentazione aggiuntiva da allegare alla domanda di finanziamento:

  1. a) descrizione del progetto con indicazioni del piano lavorativo e delle risorse umane (massimo 20 pagine); - allegato disponibile
  2. b) descrizione del team di lavoro e indicazione del responsabile scientifico e/o del project manager; - allegato disponibile
  3. c) curriculum vitae del/della responsabile del progetto e/o del project manager tedesco, italiano - allegato disponibile
  4. d) preventivi di spesa per importi superiori 15.000,00 EUR al netto di IVA
  5. e) piano degli investimenti e dei costi - allegato disponibile 
  6. f)  business plan per i tre anni sucessivi alla data di fine progetto
  7. g) lettera di impegno a costituzione di ATI, ATS o altre forme di associazione
  8. h) ogni alto documento richiesto utile alla valutazione dell'iniziativa

Laddove disponibili dovranno essere utilizzati gli allegati qui scaricabili.

Altre informazioni

Procedura di valutazione: Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte pro­gettuali presentate attraverso l’appli­cazione dei criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza. L’Autorità di gestione pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino – Alto Adige e si chiude il 30/11/2017 ore 12:00.

Bandi e inviti chiusi

Terzo bando asse 3 Ambiente sostenibile (Risanamento energetico) – scadenza 30.09.2017

Terzo bando per l'asse 3 "Ambiente sostenibile" del programma operativo "Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione" FESR 2014-2020 (Azione 4.1.1 Risanamento energetico)

In coerenza con il Piano Clima Energia Alto Adige 2050 la Provincia Autonoma di Bolzano promuove iniziative per il sostegno alla riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico, residenziali e non residenziali così come l'integrazione di fonti rinnovabili.

Le operazioni dovranno prevedere un miglioramento significativo della classe di efficienza energetica dell’involucro secondo le modalità previste da CasaClima. La classe di efficienza energetica raggiunta deve essere comunque superiore rispetto alla classe dello stato di fatto dell’edificio.
Requisito minimo richiesto: classe CasaClima C, efficienza involucro minore o uguale a 70 kWh/m²a.

Lo stanziamento per il risanamento energetico di edifici pubblici destinati ad ospitare servizi pubblici, è pari a 4.000.000,00 euro (quattro milioni di euro) e per il risanamento energetico di edifici pubblici residenziali, è pari a 8.000.000,00 euro (otto milioni di euro).

Presupposti di accesso:
I progetti dovranno rispettare le disposizioni del Programma operativo approvato dalla Commissione europea e contribuire al raggiungimento degli obiettivi e risultati ivi contenuti.
Gli aspiranti progetto sono invitati a leggere attentamente il testo del bando!

Nota bene:
Alla richiesta dovrà fra l'altro essere allegato l'attestato di prestazione energetica dell'edificio esistente rilasciato dall'Agenzia per l'Energia Alto Adige - CasaClima.
Per poter essere rilasciato in tempo, il “prestampato per la richiesta attestato di prestazione e-nergetica di edifici pubblici per la richiesta di con-tributo secondo FESR 2014-2020” deve essere trasmesso all’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima almeno 30 giorni prima della presen-tazione della richiesta di contributo FESR.

Inoltre dovrà essere allegato il progetto esecutivo firmato digitalmente da un tecnico autorizzato iscritto all’albo professionale.

Ulteriori informazioni riguardo domande tecniche vengono fornite dal Responsabile di misura, l'Ufficio risparmio energetico (persona di contatto Josef Alois Betrami).

Beneficiari delle agevolazioni sono gli enti pubblici.
Le operazioni si devono svolgere con riferi-mento ad immobili ubicati in provincia di Bolzano.

Le operazioni devono essere pianificate secondo un piano temporale ben definito e corrispondente alle loro attività e devono di norma essere realizzate e pagate entro il termine massimo di 36 mesi dalla data dell’approvazione dei progetti.

Non saranno ammesse a finanziamento le operazioni che prevedono costi complessivi inferiori a 200.000,00 euro (duecentomila euro) e superiori a 3.000.000,00 euro (tre milioni euro).

Documentazione:


Procedura di valutazione:
Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte progettuali presentate attraverso l’applicazione dei criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza - versione 4 del 17 agosto 2016. L’Autorità di gestione pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze:
Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige e si chiude il 30/09/2017 ore 12:00.

Raccomandazione:
Si raccomanda ai richiedenti (legale rappresentante e persone incaricate a gestire il progetto) di creare per tempo il proprio account e-Gov, necessario per richiedere l’accesso al si-stema coheMON e per prevenire difficoltà legate alla tempistica della presentazione telematica del progetto si raccomanda di inserire la proposta progettuale nel sistema alcuni giorni lavorativi prima della scadenza.
Guida per la creazione di account eGov

Quinto invito Asse 2 Contesto digitale (Connettività ultra larga di aree produttive) - scadenza 18.08.2017

Quinto invito per la presentazione di progetti nell’ambito dell’asse 2 „Contesto digitale“ - “Connettività ultra larga di aree produttive"

Descrizione generale

Nell'ambito del quinto invito dell'asse 2 "Contesto digitale" si mira all'obiettivo specifico della priorità d'investimento 2 a "Estendere la diffusione della banda larga e delle reti ad alta velocità e sostenere l'adozione di tecnologie future ed emergenti e di reti in materia di economia digitale".

Per raggiungere tale obiettivo si intende realizzare l'azione  2.1.1 attraverso interventi finalizzati a coprire con connettività ultra larga (a velocità di almeno 100 Mbps) le aree produttive (industriali e artigianali), anche periferiche e a debole domanda di servizio per le imprese, attraverso lo sviluppo e l’estensione dell’infrastruttura di telecomunicazione per la banda ultra larga nelle zone interessate.

Per questo invito per la presentazioni di progetti sono stati messi a disposizione 7 milioni di euro dal programma FESR.

L’intensità di agevolazione è calcolata sulla base del regime di aiuto citato sopra e corrisponde al 100% dei costi totali ammissibili del progetto.

Presupposti di accesso

Saranno finanziate le operazioni che corrisponderanno alle Linee guida per lo sviluppo digitale in Alto Adige (Alto Adige digitale 2020).

Gli interventi del presente invito dovranno distinguersi chiaramente dagli interventi di espansione della banda larga nei Comuni finanziati nell’ambito del Programma per lo sviluppo rurale 2014-2020 della Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige.

Beneficiari

Ufficio infrastrutture per telecomunicazioni della Provincia

Documenti

Procedura di valutazione

Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte progettuali presentate attraverso l’applicazione dei criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza - versione 4 del 17 agosto 2016. L’Autorità di gestione pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige e si chiude il 18/08/2017 ore 12:00.

Risultati

Fra le 19 domande inoltrate 17 progetti sono stati ammessi a finanziamento. La lista completa dei progetti è allegata al decreto d'approvazione:

Terzo invito - Asse 4 Territorio sicuro - scadenza 30.06.2017

Terzo invito per la presentazione di progetti nell'ambito dell'asse 4 „Territorio sicuro“

Descrizione generale

L’asse 4 „Territorio sicuro“ ha come obiettivo specifico la riduzione del rischio idrogeologico e di erosione del territorio alpino.

Per il raggiungimento di questo obiettivo vengono promosse le seguenti iniziative:

- interventi di messa in sicurezza e per l’aumento della resilienza dei territori più esposti a rischio idrogeologico e di erosione del territorio alpino;
- integrazione e sviluppo di sistemi di prevenzione multirischio, anche attraverso meccanismi e reti digitali interoperabili di allerta precoce.

Per questo terzo invito per la presentazione di progetti sono stati messi a disposizione dal Programma FESR 5.000.000,00 euro.

Presupposti di accesso

Il Programma operativo approvato dalla Commissione europea prevede per l’asse 4 “Territorio sicuro” che, per tutte le azioni previste rientranti in questo ambito tematico per la loro competenza istituzionale ed esclusiva, possano figurare come beneficiari potenziali solo servizi provinciali. Perciò la Giunta provinciale, con delibera n. 468 del 02.05.2017, ha invitato i servizi provinciali Agenzia per la protezione civile e Ufficio Geologia e prove materiali a presentare progetti tramite il sistema elettronico coheMON. I progetti dovranno rispettare le disposizioni del Programma operativo e contribuire al raggiungimento degli obiettivi e risultati decisi con la Commissione europea.

Beneficiari

Agenzia per la protezione civile e Ufficio Geologia e prove materiali

Documenti
  1. Delibera della Giunta provinciale n. 468 del 02/05/2017 pubblicata nel Bollettino Ufficiale n. 19 del 08/05/2017.
Altre informazioni

Procedura di valutazione: Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte progettuali presentate attraverso l’applicazione dei criteri di selezione (versione 17 agosto 2016) approvati dal Comitato di sorveglianza. L’Autorità di gestione  pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino – Alto Adige e si chiude il 30.06.2017 alle ore 12.

Risultati

Fra le 9 domande inoltrate nove progetti sono stati ammessi a finanziamento. La lista completa dei progetti è allegata al decreto d'approvazione:

Quarto invito - Asse 2 Contesto digitale (data center) - scadenza 30.06.2017

Quarto invito per l'asse 2 "Contesto digitale" (azione 2.2.1 "Sistema pubblico di connettività" data center)

Descrizione Generale

Questo invito a presentare proposte progettuali per operazioni che corrisponderanno alle Linee guida per lo sviluppo digitale in Alto Adige (Alto Adige digitale 2020), si rivolge alla Ripartizione provinciale Informatica.
Il progetto presentato dovrà prevedere la concentrazione fisica e virtuale dei data center degli enti pubblici della Provincia in un unico data center di business continuity e disaster recovery provinciale situato a Bolzano e prevedere inoltre la copia dei servizi e dei dati in un diverso data center di business continuity da situare al di fuori del Comune di Bolzano.
Per questo terzo bando sono stati messi a disposizione dal programma FESR 3.800.000 euro.

Presupposti di accesso

I progetti dovranno rispettare le disposizioni del Programma operativo approvato dalla Commissione europea e contribuire al raggiungimento degli obiettivi e risultati ivi contenuti.

Il progetto presentato possibilmente non deve superare la durata di 2 anni.

Ulteriori informazioni riguardo domande tecniche vengono fornite dal responsabile di misura, la Ripartizione Informatica (persona di contatto Michele Tais).

Beneficiari

Ripartizione provinciale Informatica

L’intensità di agevolazione per le operazioni promosse dal presente bando è calcolata sulla base dei costi ammissibili ed è pari al 100%.

Documenti

Procedura di valutazione

Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte progettuali presentate attraverso l’applicazione dei criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza - versione 4 del 17 agosto 2016. L’Autorità di gestione pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige e si chiude il 30/06/2017 ore 12:00.

Risultati

Un progetto è stato ammesso a finanziamento. Di seguito il relativo decreto d'approvazione:

Terzo bando - Asse 2 Contesto digitale (servizi eGov) - scadenza 05.5.2017

Terzo bando per la presentazione di progetti nell’ambito dell’asse 2 „Contesto digitale“ (servizi eGov)

Descrizione Generale

In coerenza con il docu­mento strategico “Alto Adige Digitale 2020” la Provincia Autonoma di Bolzano si è data l’obiettivo di rafforzare le applicazioni delle tecnologie dell’informazione e della comunica­zione nei settori di competenza della Pubblica Amministrazione e di creare le condizioni necessarie alla diffusione dell’eGovernment, nel rispetto della piena interoperabilità tra diversi livelli della Pubblica Amministrazione (adozione diffusa di standard e strumenti tecnologici).

Il presente bando promuove la realizzazione, lo sviluppo e l’utilizzo di:

  • servizi condivisi tra più amministrazioni locali e servizi eGovernment, eventualmente in modalità cloud;
  • protocolli di interoperabilità ai fini di estendere il fascicolo sanitario elettronico verso il referto elettronico, la prescrizione e la ricetta elettronica, ivi compresa la possibilità di visura del Fascicolo Sanitario Elettronico da parte del cittadino e del medico di base;
  • identità digitali unificate (identità digitale Alto Adige) per tutta la provincia e tutti gli enti locali in collegamento al sistema pubblico delle identità digitali (SPID);
  • app per l’utilizzo di servizi della Pubblica Amministrazione;
  • progetti orientati alla realizzazione di servizi digitali per il cittadino e le imprese, così come procedure standardizzate per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni che permettano la compilazione on-line con proce­dure guidate;
  • piattaforme e sistemi abilitanti per la gestione di procedure amministrative digitali comple­tamente dematerializzate e interoperabili con il portale eGovernment provinciale.

Per questo terzo bando sono stati messi a disposizione dal programma FESR 3.100.000 euro.

Presupposti di accesso

I progetti dovranno rispettare le disposizioni del Programma operativo approvato dalla Commissione europea e contribuire al raggiungimento degli obiettivi e risultati ivi contenuti.

N.B. Ad ogni modo le operazioni dovranno garantire:

  • l’uso o l’interoperabilità dell’architettura di riferimento dell’Alto Adige;
  • la condivisione e concertazione tra le diverse Pubbliche Amministrazioni attraverso l’IT-Governance Alto Adige;
  • coerenza con il documento strategico “Alto Adige Digitale 2020”.

Ulteriori informazioni riguardo domande tecniche vengono fornite dal responsabile di misura, la Ripartizione Informatica (persona di contatto Michele Tais).

Beneficiari

Servizi provinciali e altri enti pubblici della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige nonché la Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, fermo restando che le operazioni sostenute devono essere ubicate nell’area del programma.

L’intensità di agevolazione per le operazioni promosse dal presente bando è calcolata sulla base dei costi ammissibili e così determinata:

- servizi provinciali (limitatamente a Ripartizioni e uffici): 100%

- altri enti pubblici: 85%

Le diverse intensità di agevolazione derivano dal cofinanziamento provinciale al programma FESR nella misura del 15%.

Documenti
Altre informazioni

Costi globali del progetto: minimo 75.000,00 euro, massimo 1.000.000,00 euro

Durata massima dei progetti: 2 anni, salve proroghe autorizzate

Procedura di valutazione: Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte progettuali presentate attraverso l’applicazione dei criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza - versione 4 del 17 agosto 2016. L’Autorità di gestione pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige e si chiude il 05/05/2017 ore 12:00.

Risultati

Fra le sei domande inoltrate cinque progetti sono stati ammessi a finanziamento. La lista completa dei progetti è allegata al decreto d'approvazione:

Secondo invito - Asse 3 Ambiente sostenibile (mobilità) - scadenza 04.11.2016

Secondo invito per la presentazione di progetti nell'ambito dell'asse 3 "Ambiente sostenibile (mobilità)"

Descrizione generale

Con l'asse 3 si intende fra l'altro promuovere strategie di bassa emissione di carbonio per tutti i tipi di territorio, in particolare per le aree urbane, inclusa la promozione della mobilità urbana multimodale sostenibile e di misure di adattamento finalizzate all'attuazione delle emissioni (priorità d'investimento 4e) con l'obiettivo dell'aumento della mobilità sostenibile nelle aree urbane.

Per raggiungere tale obiettivo nel presente invito si sovvenzionano le seguenti due azioni:

1.) Realizzazione di infrastrutture nodi di interscambio finalizzati all'incremento della mobilità collettiva e alla distribuzione ecocompatibile delle merci e relativi sistemi di trasporto.

2.) Sistemi di trasporto intelligenti

Per questo secondo invito vengono stanziati complessivamente 16,3 milioni di euro (12,2 mio per la prima e 4,1 mio euro per la seconda azione)

Presupposti di accesso

Il Programma operativo approvato dalla Commissione europea prevede per l’asse 3, priorità d'investimento 4e, come beneficiari servizi provinciali, altri enti pubblici, STA e l'agenzia per la mobilità.
Per via della sua competenza istituzionale ed esclusiva per quanto concerne le due azioni sopraccitate è opportuno incaricare la società Strutture Trasporto Alto Adige S.p.a. per la presentazione e realizzazione dei progetti.

Beneficiari

Strutture Trasporto Alto Adige S.p.a.

Documenti

Ulteriori informazioni

Procedura di valutazione: Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte progettuali presentate attraverso i criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza - versione 4 del 17 agosto 2016.
L’Autorità di gestione  pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige e si chiude il 04/11/2016 ore 12:00.

Risultati

Fra le tre domande inoltrate tutti e tre i progetti sono stati ammessi a finanziamento. La lista completa dei progetti è allegata al decreto d'approvazione:

 

Secondo bando - Asse 1 Ricerca e Innovazione - scadenza 28.10.2016

Secondo bando per la presentazione di progetti nell’ambito dell’asse 1 „Ricerca e innovazione“ - servizi per l'innovazione

Descrizione generale

Nell’ambito del secondo bando dell’asse 1 „Ricerca e innovazione“ si mira all'obiettivo specifico della priorità d'investimento 1 b "promozione di nuovi mercati per l'innovazione".

Tale obiettivo si intende raggiungere attraverso l'azione 1.3.3 Interventi a supporto della qualificazione dell'offerta di servizi ad alta intensità di conoscenza e ad alto valore aggiunto tecnologico dove le seguenti 3 tipologie d'iniziativa sono ammessi a sovvenzione: 

a) sviluppo e potenziamento dell’offerta di servizi ad alta intensità di conoscenza e ad alto valore aggiunto tecnologico, nonché di strumenti dedicati a supportare processi di innovazione nelle imprese sia nelle fasi iniziali di vita (early stage) sia nelle fasi di crescita e sviluppo di innovazioni di prodotto o di processo (con particolare riferimento ai settori di specializzazione provinciale);

b) servizi ad alta intensità di conoscenza mirati alla promozione e al rafforzamento di reti, cluster e innovazione aperta come strumenti essenziali per l’innovazione;

c) servizi e strumenti per migliorare il trasferimento dei risultati di ricerca e sviluppo e innovazione in prodotti e servizi commerciali.
N.B. Le iniziative proposte dal soggetto beneficiario non devono configurare aiuto di stato ne per i beneficiari ne per i destinatari finali alle quali è destinato il servizio.

Per questo secondo bando per la presentazione di progetti sono stati messi a disposizione dal Programma FESR quattro milioni di Euro.

Presupposti di accesso

I progetti dovranno rispettare le disposizioni del Programma operativo approvato dalla Commissione europea e contribuire al raggiungimento degli obiettivi e risultati ivi contenuti e ricadere in una delle aree di specializzazione previste della strategie S3:

a) energia e ambiente;

b) tecnologie agroalimentari;

c) tecnologie alpine;

d) trattamenti di cura naturali e tecnologie medicali;

e) ICT ed automation;

f) industrie creative.

Per maggiori informazioni su domande tecniche si prega di contattare il responsabile di misura, la ripartizione Innovazione, Ricerca e Università (contatto dr. Franzoso Michele tel. 0471 41 37 38).

Beneficiari

a) Enti pubblici situati nella Provincia Autonoma di Bolzano;

b) Uffici e ripartizioni della Provincia autonoma di Bolzano;

c) Enti strumentali e in house della Provincia autonoma di Bolzano;

d) Organismi di ricerca e di trasferimento tecnologico che abbiano stipulato una convenzione con la Provincia;

e) Associazioni di rappresentanza delle categorie economiche o loro emanazioni giuridiche con Sede legale in Alto Adige.

L'intensità dell'agevolazione per i beneficiari a), c), e) è del 85% dei costi ammissibili, e del 100% per i beneficiari al punto b).

Budget dei progetti: min 150.000,00 Euro - max. 1.000.000,00 Euro
Durata massima: 3 anni

Documenti

Allegati per i progetti

Altre informazioni

Procedura di valutazione: Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte progettuali presentate attraverso l’applicazione dei criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza - versione 4 del 17 agosto 2016. L’Autorità di gestione pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze
Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino – Alto Adige e si chiude il 28/10/2016 ore 12:00.

Risultati

Delle 16 domande presentate 13 progetti sono stati ammessi a finanziamento. La lista completa dei progetti è allegata al decreto d'approvazione:

Secondo invito - Asse 2 Contesto digitale (fibra ottica) - scadenza 07.10.2016

Secondo invito per la presentazione di progetti nell’ambito dell’asse 2 „Contesto digitale“ - “Connettività ultra larga di aree produttive"

Descrizione Generale

Nell'ambito del secondo invito dell'asse 2 "Contesto digitale" si mira all'obiettivo specifico della priorità d'investimento 2 a "Estendere la diffusione della banda larga e delle reti ad alta velocità e sostenere l'adozione di tecnologie future ed emergenti e di reti in materia di economia digitale"

Per raggiungere tale obiettivo si intende realizzare l'azione  2.1.1 attraverso interventi finalizzati a coprire con connettività ultra larga (a velocità di almeno 100 Mbps) le aree produttive (industriali e artigianali), anche periferiche e a debole domanda di servizio per le imprese, attraverso lo sviluppo e l’estensione dell’infrastruttura di telecomu¬nicazione per la banda ultra larga nelle zone interessate.

Per questo secondo invito per la presentazioni di progetti sono stati messi a disposizione 7 milioni di euro dal programma FESR.

L’intensità di agevolazione è calcolata sulla base del regime di aiuto citato sopra e corrisponde al 100% dei costi totali ammissibili del progetto.

Presupposti di accesso

Saranno finanziate le operazioni che corrisponderanno alle Linee guida per lo sviluppo digitale in Alto Adige (Alto Adige digitale 2020).

Gli interventi del presente invito dovranno distinguersi chiaramente dagli interventi di espansione della banda larga nei Comuni finanziati nell’ambito del Programma per lo sviluppo rurale 2014-2020 della Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige.

Beneficiari

Per l’azione 2.1.1 dell’asse prioritario “Contesto digitale” il programma operativo sopracitato prevede che, per la loro competenza istituzionale ed esclusiva, possano figurare come beneficiari potenziali solo servizi provinciali.

L’Ufficio infrastrutture per telecomunicazioni, in base al Decreto del Presidente della Giunta Provinciale n. 21 del 25 giugno 1996 s.m.i., ha il compito istituzionale di realizzare le dorsali e le reti d’accesso della rete in fibra ottica nella Provincia di Bolzano.

Documenti

Ulteriori informazioni

Procedura di valutazione: Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte progettuali presentate attraverso l’applicazione dei criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza - versione 4 del 17 agosto 2016. L’Autorità di gestione pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige e si chiude il 07/10/2016 ore 12:00.

Risultati

Fra le 18 domande inoltrate tutti i 18 progetti sono stati ammessi a finanziamento. La lista completa dei progetti è allegata al decreto d'approvazione:

Secondo invito - Asse 4 Territorio sicuro - scadenza 15.7.2016

Secondo invito per la presentazione di progetti nell’ambito dell’asse 4 „Territorio sicuro“

Descrizione generale

L’asse 4 „Territorio sicuro“ ha come obiettivo specifico la riduzione del rischio idrogeologico e di erosione del territorio alpino.
Per il raggiungimento di questo obiettivo vengono promosse le seguenti iniziative:
- interventi di messa in sicurezza e per l’aumento della resilienza dei territori più esposti a rischio idrogeologico e di erosione del territorio alpino;
- integrazione e sviluppo di sistemi di prevenzione multirischio, anche attraverso meccanismi e reti digitali interoperabili di allerta precoce.

Per questo secondo invito per la presentazione di progetti sono stati messi a disposizione dal Programma FESR 6.300.000,00 euro.

Presupposti di accesso

Il Programma operativo approvato dalla Commissione europea prevede per l’asse 4 “Territorio sicuro” che, per tutte le azioni previste rientranti in questo ambito tematico per la loro competenza istituzionale ed esclusiva, possano figurare come beneficiari potenziali solo servizi provinciali. Perciò la Giunta provinciale, con delibera n. 623 del 14.06.2016, ha invitato i servizi provinciali Agenzia per la protezione civile e Ufficio Geologia e prove materiali a presentare progetti tramite il sistema elettronico coheMON. I progetti dovranno rispettare le disposizioni del Programma operativo e contribuire al raggiungimento degli obiettivi e risultati decisi con la Commissione europea.

Beneficiari

Agenzia per la protezione civile e Ufficio Geologia e prove materiali

Documenti
Altre informazioni

Procedura di valutazione: Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte progettuali presentate attraverso l’applicazione dei criteri di selezione (versione 3) approvati dal Comitato di sorveglianza. L’Autorità di gestione  pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino – Alto Adige e si chiude il 15.07.2016 alle ore 12.

Risultati

Fra le dieci domande inoltrate tutti e dieci i progetti sono stati ammessi a finanziamento. La lista completa dei progetti è allegata al decreto d'approvazione:

 

Primo bando - Asse 3 Ambiente sostenibile (risanamento energetico) - scadenza 29.4.2016

Primo bando per la presentazione di progetti nell’ambito dell’asse 3 „Ambiente sostenibile“ (Risanamento energetico)

Descrizione Generale

In coerenza con il Piano Clima Energia Alto Adige 2050 la Provincia Autonoma di Bolzano promuove iniziative per il sostegno alla riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico, residenziali e non residenziali così come l'integrazione di fonti rinnovabili.

Il presente bando promuove l'introduzione di misure di efficientamento e risparmio di energia e l'utilizzo di fonti di energia rinnovabile negli:

  • a) edifici pubblici destinati ad ospitare servizi pubblici;
  • b) edifici pubblici residenziali.

Per questo primo bando sono stati messi a disposizione dal programma FESR quattro milioni di euro per la iniziativa a) e sei milioni per la iniziativa b).

Presupposti di accesso

I progetti dovranno rispettare le disposizioni del Programma operativo approvato dalla Commissione europea e contribuire al raggiungimento degli obiettivi e risultati ivi contenuti.

N.B. Alla richiesta dovrà fra l'altro esser allegato l'attestato di prestazione energetica dell'edificio esistente rilasciato dall'Agenzia per l'Energia Alto Adige - CasaClima.
Per poter essere rilasciato in tempo, il “prestampato per la richiesta attestato di prestazione energetica di edifici pubblici per la richiesta di contributo secondo FESR 2014-2020” deve essere trasmesso all’Agenzia per l’Energia Alto Adige - CasaClima almeno 30 giorni prima della presentazione della richiesta di contributo.

Ulteriori informazioni riguardo domande tecniche vengono fornite dal responsabile di misura, l'ufficio risparmio energetico (persona di contatto il sig. Josef Alois Betrami).

Beneficiari:

Servizi provinciali ed altri enti pubblici

Documenti
Ulteriori informazioni

Costi globali del progetto: minimo 100.000,00 euro

Durata massima dei progetti: 30 mesi, salvo proroghe autorizzate

Procedura di valutazione: Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte pro­gettuali presentate attraverso l’appli­cazione dei criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza. L’Autorità di gestione pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige e si chiude il 29/04/2016 ore 12:00.

Risultati

Delle 35 domande presentate 16 progetti sono stati ammessi a finanziamento. La lista completa dei progetti è allegata al decreto d'approvazione:

Primo bando - Asse 1 Ricerca e Innovazione - scadenza: 26.2.2016

Primo bando per la presentazione di progetti nell’ambito dell’asse 1 „Ricerca e innovazione“

Descrizione generale

Nell’ambito del primo bando dell’asse 1 „Ricerca e innovazione“ vi sono 2 obiettivi specifici. Il primo è attribuito alla ricerca scientifica ed ha come scopo il “potenziamento della capacità di sviluppare l’eccellenza nella R&I”, il secondo è invece indirizzato all’innovazione e mira all’“incremento dell’attività di innovazione delle imprese”.

Per il raggiungimento di questi 2 obiettivi vengono rispettivamente promosse le seguenti iniziative:

  • 1a) - sostegno alle infrastrutture della ricerca considerate critiche/cruciali per il sistema provinciale
    (N.B. tale iniziativa comprende due tipi di progetti, quelli di ricerca applicata e quelli per nuove infrastrutture)
  • 1b) - sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi.

Per questo primo bando per la presentazione di progetti sono stati messi a disposizione dal Programma FESR dieci milioni di Euro.

Presupposti di accesso

I progetti dovranno rispettare le disposizioni del Programma operativo approvato dalla Commissione europea e contribuire al raggiungimento degli obiettivi e risultati ivi contenuti e ricadere in una delle aree di specializzazione previste della strategie S3:

  • a) energia e ambiente;
  • b) tecnologie agroalimentari;
  • c) tecnologie alpine;
  • d) trattamenti di cura naturali e tecnologie medicali;
  • e) ICT ed automation;
  • f) industrie creative.

A seconda del progetto e dell’iniziativa a cui appartengono si distinguono diversi beneficiari potenziali:

Beneficiari 1a:
  • organismi di ricerca di trasferimento di conoscenza,
  • le istituzioni e gli enti strumentali dell’amministrazione provinciale,
  • gli enti locali e gli altri enti pubblici, le forme associative e consortili fra i soggetti sopra indicati;

N.B. I beneficiari devono possedere strutture idonee alla ricerca scientifica ed avere sede e svolgere attività di ricerca scientifica nella provincia di Bolzano

Beneficiari 1b:
  • le piccole, medie e grandi imprese, in qualsiasi forma costituite, con unità produttiva in provincia di Bolzano, purché regolarmente iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bolzano in una delle seguenti modalità:
    • in cooperazione effettiva tra loro
    • in cooperazione effettiva con imprese prive di sede legale o unità produttiva in provincia di Bolzano, fermo restando che queste ultime non possono ricevere contributi
    • in cooperazione effettiva con almeno un organismo di ricerca e diffusione della conoscenza
  • i consorzi o le società consortili, anche in forma di cooperativa, costituiti da piccole, medie e grandi imprese, con unità produttiva in provincia di Bolzano e regolarmente iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bolzano; i consorzi o le società consortili, anche in forma di cooperativa, possono essere costituiti anche da imprese non iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bolzano, purché esse non detengano all’interno del consorzio o della società consortile partecipazioni superiori al 40 per cento;

Budget minimo dei progetti: 500.000,00 Euro
Durata massima dei progetti: 3 anni, salvo deroghe autorizzate

Documenti

Allegati per progetti di ricerca scientifica 1a:

Allegati per progetti di innovazione 1b:

Altre informazioni

Procedura di valutazione: Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte pro­gettuali presentate attraverso l’appli­cazione dei criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza. L’Autorità di gestione pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino – Alto Adige e si chiude il 26/02/2016 ore 12:00.

Risultati

Delle 35 domande presentate 19 progetti sono stati ammessi a finanziamento. La lista completa dei progetti è allegata al decreto d'approvazione:

Primo invito - Asse 4 Territorio sicuro - scadenza: 15.9.2015

Primo invito per la presentazione di progetti nell’ambito dell’asse 4 „Territorio sicuro“

Descrizione generale

L’asse 4 „Territorio sicuro“ ha come obiettivo specifico la riduzione del rischio idrogeologico e di erosione del territorio alpino.
Per il raggiungimento di questo obiettivo vengono promosse le seguenti iniziative:
- interventi di messa in sicurezza e per l’aumento della resilienza dei territori più esposti a rischio idrogeologico e di erosione del territorio alpino;
- integrazione e sviluppo di sistemi di prevenzione multirischio, anche attraverso meccanismi e reti digitali interoperabili di allerta precoce.

Per questo primo invito per la presentazione di progetti sono stati messi a disposizione dal Programma FESR cinque milioni di Euro.

Presupposti di accesso

Il Programma operativo approvato dalla Commissione europea prevede per l’asse 4 “Territorio sicuro” che, per tutte le azioni previste rientranti in questo ambito tematico per la loro competenza istituzionale ed esclusiva, possano figurare come beneficiari potenziali solo servizi provinciali. Perciò la Giunta provinciale, con delibera n. 859 del 28.07.2015, ha invitato i servizi provinciali Ripartizione Opere idrauliche, Ripartizione Protezione antincendi e civile e Ufficio Geologia e prove materiali a presentare progetti tramite il sistema elettronico coheMON. I progetti dovranno rispettare le disposizioni del Programma operativo e contribuire al raggiungimento degli obiettivi e risultati decisi con la Commissione europea.

Beneficiari

Ripartizione Opere idrauliche, Ripartizione Protezione antincendi e civile e Ufficio Geologia e prove materiali

Documenti
Altre informazioni

Procedura di valutazione: Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte progettuali presentate attraverso l’applicazione dei criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza. L’Autorità di gestione  pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino – Alto Adige e si chiude entro il 15.09.2015.

 

Risultati

Fra le 6 domande inoltrate 5 progetti sono stati ammessi a finanziamento. La lista completa dei progetti così come il decreto approvativo sono qui consultabili.

 

Primo bando - Asse 2 Contesto digitale (servizi eGov) - scadenza: 4.3.2016

Primo bando per la presentazione di progetti nell’ambito dell’asse 2 „Contesto digitale“ (servizi eGov)

Descrizione Generale

In coerenza con il docu­mento strategico “Alto Adige Digitale 2020” la Provincia Autonoma di Bolzano si è data l’obiettivo di rafforzare le applicazioni delle tecnologie dell’informazione e della comunica­zione nei settori di competenza della Pubblica Amministrazione e di creare le condizioni necessarie alla diffusione dell’eGovernment, nel rispetto della piena interoperabilità tra diversi livelli della Pubblica Amministrazione (adozione diffusa di standard e strumenti tecnologici).

Il presente bando promuove la realizzazione, lo sviluppo e l’utilizzo di:

  • servizi condivisi tra più amministrazioni locali e servizi eGovernment, eventualmente in modalità cloud;
  • protocolli di interoperabilità ai fini di estendere il fascicolo sanitario elettronico verso il referto elettronico, la prescrizione e la ricetta elettronica, ivi compresa la possibilità di visura del Fascicolo Sanitario Elettronico da parte del cittadino e del medico di base;
  • identità digitali unificate (identità digitale Alto Adige) per tutta la provincia e tutti gli enti locali in collegamento al sistema pubblico delle identità digitali (SPID);
  • app per l’utilizzo di servizi della Pubblica Amministrazione;
  • progetti orientati alla realizzazione di servizi digitali per il cittadino e le imprese, così come procedure standardizzate per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni che permettano la compilazione on-line con proce­dure guidate;
  • piattaforme e sistemi abilitanti per la gestione di procedure amministrative digitali comple­tamente dematerializzate e interoperabili con il portale eGovernment provinciale.

Per questo primo bando sono stati messi a disposizione dal programma FESR cinque milioni di euro.

Presupposti di accesso

I progetti dovranno rispettare le disposizioni del Programma operativo approvato dalla Commissione europea e contribuire al raggiungimento degli obiettivi e risultati ivi contenuti.

N.B. Ad ogni modo le operazioni dovranno garantire:

  • l’uso o l’interoperabilità dell’architettura di riferimento dell’Alto Adige;
  • la condivisione e concertazione tra le diverse Pubbliche Amministrazioni attraverso l’IT-Governance Alto Adige;
  • coerenza con il documento strategico “Alto Adige Digitale 2020”.

Ulteriori informazioni riguardo domande tecniche vengono fornite dal responsabile di misura, la Ripartizione Informatica (persona di contatto Michele Tais).

Beneficiari

Servizi provinciali e altri enti pubblici della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige nonché la Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, fermo restando che le operazioni sostenute devono essere ubicate nell’area del programma.

Documenti
Ulteriori informazioni

Costi globali del progetto: minimo 75.000,00 euro, massimo 1.500.000,00 euro

Durata massima dei progetti: 36 mesi, salve proroghe autorizzate

Procedura di valutazione: Il Comitato di pilotaggio valuta le proposte pro­gettuali presentate attraverso l’appli­cazione dei criteri di selezione approvati dal Comitato di sorveglianza. L’Autorità di gestione pubblicherà l’esito della procedura di valutazione.

Scadenze

Il bando si apre il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige e si chiude il 04/03/2016 ore 12:00.

Risultati

Delle quattro domande inoltrate tutti quattro i progetti sono stati ammessi a finanziamento. La lista completa dei progetti è consultabile nel decreto d'approvazione:

 

(Ultimo aggiornamento: 08/11/2017)