Contenuto principale

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC)

Il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) raccoglie risorse nazionali e provinciali per contribuire al riequilibrio socioeconomico delle aree svantaggiate con interventi mirati a favore rispettivamente delle amministrazioni centrali e degli enti locali territoriali.
Il FSC, nato come Fondo Aree Sottoutilizzate – FAS – è stato istituito dalla Legge Finanziaria 2003 (legge 27 dicembre 2002, n.289).

La Legge Finanziaria 2007 ha previsto una programmazione unitaria del fondo per il periodo 2007-2013,  nel contesto del Quadro Strategico Nazionale (QSN). In tale contesto la disciplina generale del FSC si ispira ai criteri e agli obiettivi propri della disciplina dei fondi strutturali cofinanziati dalla Commissione europea. 
La disciplina del Fondo di Sviluppo e Coesione per il periodo 2007 – 2013 è specificamente disciplinata dalla Delibera CIPE 166/07. I seguenti principi ispirano la gestione del fondo:

  1. riequlibrio economico e sociale
  2. addizionalità delle risorse
  3. sussidiarietà

Per la Provincia Autonoma di Bolzano la dotazione finanziaria statale ammonta a € 72.478.000.
I criteri e gli obiettivi perseguiti nella programmazione  FSC a livello provinciale sono contenuti nel piano attuativo provinciale.
In base a tale piano spetta alle Ripartizioni provinciali competenti la selezione e gestione amministrativa dei progetti da finanziare; l’Ufficio per l'integrazione europea della Ripartizione Europa, quale Organismo di Gestione, svolge attività di coordinamento della programmazione; l’Ufficio entrate (Ripartizione Finanze), quale Organismo di Certificazione, svolge l’attività di certificazione/rendicontazione delle spese sostenute; al Comitato di Sorveglianza spetta un’attività di autorizzazione delle operazioni individuate dalle Ripartizioni provinciali competenti oltre che di verifica dei risultati ed in generale di supervisione sull’attuazione dell’intero Programma.