Dati, ricerca e normativa

Per poter comprendere la migrazione e i processi d’integrazione è necessario monitorarli e analizzarli, oltre a conoscere il quadro normativo entro cui avvengono.

Il Servizio di coordinamento per l’integrazione raccoglie e confronta i risultati delle ricerche, gli studi e i dati relativi  alle migrazioni e all’integrazione, soprattutto in riferimento all’Alto Adige; offre inoltre spunti per nuove rilevazioni statistiche o ricerche scientifiche, in collaborazione con EURAC, ASTAT e Libera Università di Bolzano, e per la progettazione delle politiche di integrazione e inclusione. Le ricerche promosse dal Servizio di coordinamento per l’integrazione sono disponibili nella sezione pubblicazioni.

Inoltre, ogni anno il Servizio di coordinamento per l’integrazione organizza, insieme ai referenti provinciali del Centro di Studi e Ricerche IDOS, la presentazione del rapporto nazionale sull’immigrazione “Dossier statistico immigrazione”

Altri istituti di statistica nazionali e internazionali:

Ulteriori istituti di statistica nazionali e internazionali si trovano nella sezione “link” dedicata

La Provincia Autonoma di Bolzano ha incaricato il settore “famiglia e sociale” della gestione dell’accoglienza di persone profughe e richiedenti asilo in Alto Adige, sulla cui pagina è possibile trovare la lista aggiornata dei centri di accoglienza.

Tutto ciò che invece riguarda l’inserimento sul territorio locale delle persone rifugiate e di tutte le altre persone con background migratorio fa capo al Servizio di coordinamento per l’integrazione.

SPRAR/SIPROIMI

Nel 2018 il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati – SPRAR è stato sostituito dal Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per i minori stranieri non accompagnati – SIPROIMI e su tutto il territorio nazionale sono stati attivati progetti volti a offrire sostegno e possibilità di integrazione alle persone titolari di protezione internazionale e sussidiaria e alle persone titolari di permesso di soggiorno per casi speciali: vittime di violenza o tratta, vittime di violenza domestica, motivi di salute, vittime di sfruttamento lavorativo, calamità nel Paese d’origine, atti di particolare valore civile. Per approfondimenti si rinvia alla pagina ufficiale nazionale.

Dal 2018 anche in Alto Adige sono attivi i progetti SPRAR/SIPROIMI, gestiti dalle Comunità comprensoriali:

Normativa provinciale

Fatta salva la vigente legislazione internazionale, europea e statale e con riguardo ai principi generali della convivenza tra le persone, la legge provinciale n. 12/2011 “L’integrazione delle cittadine e dei cittadini stranieri” ha predisposto il terreno per il lavoro di integrazione in Alto Adige. Le misure e i compiti previsti dalla legge sono stati definiti nel dettaglio dal decreto del Presidente della Giunta Provinciale del 15 ottobre 2012, n. 35, cui è seguita la delibera 11 settembre 2018, n. 902 “Integrazione: prestazioni della Provincia e partecipazione a misure di integrazione.

 

Normativa nazionale

I processi migratori, il diritto d’asilo e una corretta posizione giuridica dei cittadini e delle cittadine provenienti da Paesi al di fuori dell’Unione Europea sono disciplinati, in conformità dell’art.117 della Costituzione, esclusivamente dalla legislazione statale. Qui di seguito i principali riferimenti normativi alla legislazione statale:

  • Decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113 - Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell'interno e l'organizzazione e il funzionamento dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. (Testo coordinato con la legge di conversione 1º dicembre 2018, n. 132).
  • Decreto legislativo del 18 agosto 2015, n. 142 – Attuazione della direttiva 2013/33/UE recante norme relative all’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale.
  • Decreto del Presidente della Repubblica del 14 settembre 2011, n. 179 - Regolamento concernente la disciplina dell'accordo di integrazione tra lo straniero e lo Stato, a norma dell'articolo 4-bis, comma 2, del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286.
  • Decreto del Ministero degli Esteri dell’11 maggio 2011, n. 850 – Definizione delle tipologie dei visti d’ingresso e dei requisiti per il loro ottenimento.
  • Decreto legislativo del 28 gennaio 2008, n. 25 - Attuazione della direttiva 2005/85/CE recante norme minime per le procedure applicate negli Stati membri ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di rifugiato.
  • Decreto legislativo del 19 novembre 2007, n.251 – Attuazione della direttiva 2004/83/CE recante norme minime sull’attribuzione, a cittadini di Paesi terzi o apolidi, della qualifica di rifugiato o di persona altrimenti bisognosa di protezione internazionale, nonché norme minime sul contenuto della protezione riconosciuta.
  • Decreto legislativo del 25 luglio 1998, n. 286 – Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero.
  • Legge 5 febbraio 1992, n. 91 – Nuove norme sulla cittadinanza.

Approfondimenti:

Camera dei deputati - Immigrazione

La legislazione nazionale in materia di immigrazione (da www.avvisopubblico.it)

Una lettura ragionata del Testo unico (da www.avvisopubblico.it)

Associazione per gli studi giuridici sull'immigrazione (ASGI)

 

Normativa europea

La politica d’immigrazione europea – Pagina del Parlamento Europeo

Il sistema europeo di asilo: quadro di riferimento riassuntivo (da www.avvisopubblico.it)

ASGI – Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione. Banca dati normativa nazionale e internazionale (in italiano)

Europäische Kommission – EU-Rechtsvorschriften (auf Deutsch)