Servizio civile provinciale volontario

Informazioni generali

Il servizio civile provinciale offre ai giovani e alle giovani l'opportunità di rafforzare la loro coscienza sociale e di maturare esperienze e conoscenze utili ad orientarli nei loro percorsi personali e lavorativi, nonché a rafforzare il loro senso di responsabilità per il bene comune della nostra società.

Durata

La durata del servizio civile provinciale è di 8 oppure 12 mesi. Nel caso della durata di 8 mesi il promotore può presentare, in accordo con i volontari e le volontarie, la richiesta di proroga per ulteriori 4 mesi. La prestazione settimanale di volontari o volontarie del servizio civile è stabilita con delibera della Giunta Provinciale.

Ambiti

Il servizio civile provinciale volontario può essere svolto nei seguenti ambiti:

  • assistenza sanitaria e sociale;
  • reinserimento sociale nonché altri interventi di emergenza;
  • educazione, servizio giovani e promozione culturale;
  • tutela del patrimonio ambientale ed artistico;
  • protezione civile;
  • tutela dei diritti dei consumatori e degli utenti;
  • educazione allo sviluppo in provincia di Bolzano;
  • attività di tempo libero e di educazione sportiva.

Volontari e volontarie

Servizio civile provinciale volontario possono prestare giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni.

La domanda di partecipazione dev'essere presentata direttamente alle organizzazione ed enti, che partecipano al bando - si veda progetti.

  • Assicurazione: A tutti i volontari e le volontarie sono garantite le assicurazioni obbligatorie per la copertura del rischio di infortuni e la responsabilità civile. I relativi oneri sono a carico del promotore, presso il quale i volontari e le volontarie prestano servizio.
  • Tessera dei servizi volontari: I volontari e le volontarie ricevono dall'amministrazione provinciale una tessera di riconoscimento da cui risultano il servizio volontario intrapreso, la relativa durata e il promotore di riferimento. La tessera costituisce titolo giuridico per la fruizione dei crediti, benefici e riconoscimenti previsti.
  • Prestazioni del Servizio sanitario: Ai volontari e alle volontarie sono garantite, in forma gratuita, le prestazioni sanitarie connesse all'espletamento del servizio volontario.
  • Utilizzo gratuito dei servizi di trasporto pubblico: I volontari e le volontarie possono utilizzare gratuitamente i mezzi pubblici in Provincia di Bolzano per la durata del servizio previa esibizione della tessera dei servizi volontari.
  • Ingresso ridotto nei musei provinciali altoatesini previa esibizione della tessera dei servizi volontari.
  • Vitto e alloggio: Le organizzazioni ed enti possono offrire ai volontari o alle volontarie anche vitto e alloggio; le spese sono a carico del promotore.
  • Rimborso spese: il rimborso spese mensile ammonta a 450,00 € netti.

L’impiego dei/delle volontari/e non determina l’instaurazione di un rapporto di lavoro ai sensi dell’art. 4, co. 1 della Legge Provinciale del 19 novembre 2012, Nr. 19. Ai volontari non vengono versati contributi previdenziali.

Organizzazioni ed enti

Promotori di servizi volontari sono organizzazioni ed enti privati o pubblici in possesso dei seguenti requisiti:

  • non avere scopi di lucro;
  • avere finalità istituzionali rientranti in uno dei settori di cui all'art. 4, comma 2 della LP 19/2012;
  • disporre di capacità organizzativa e possibilità di impiego proporzionate ai progetti o alle attività previste;
  • svolgere un'attività continuativa da almeno tre anni;
  • avere sede in provincia di Bolzano e svolgere l'attività in ambito provinciale.

Organizzazioni ed enti che perseguono in modo prevalente o esclusivo interessi economici, politici o religiosi non possono avvalersi di volontari e volontarie.

Iscrizione nel registro provinciale

La domanda di iscrizione o di cancellazione dal registro e quelle di variazione dei dati nello stesso contenuti devono essere presentate all'Ufficio Affari di gabinetto entro il 31 marzo di ogni anno. I moduli si trovano sotto Utilità -> Modulistica.

Bando

Le organizzazioni ed enti presentano i progetti nei termini e con le modalità indicate nei rispettivi bandi all'Ufficio Affari del gabinetto.