Servizio civile universale

Il Servizio Civile Nazionale Volontario è stato istituito con la legge del 6 marzo 2001 n. 64 per dare un’opportunità di crescita formativa, professionale e personale ai giovani dietro un compenso mensile di 433,80 euro.

Il servizio civile volontario nazionale può essere svolto nei seguenti ambiti:

  • assistenza sanitaria e sociale;
  • reinserimento sociale nonché altri interventi di emergenza;
  • educazione, servizio giovani e promozione culturale;
  • tutela del patrimonio ambientale ed artistico;
  • protezione civile;
  • cooperazione allo sviluppo;
  • attività di tempo libero e di educazione sportiva.

La durata del servizio civile volontario è, sia in Italia che all’estero, 12 mesi. I progetti di servizio civile volontario vengono elaborati dagli enti accreditati secondo le modalità e con le caratteristiche previste dalla normativa.

Informazioni per gli enti

Per impiegare volontari di servizio civile, gli enti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • assenza di scopo di lucro;
  • capacità organizzativa e possibilità di impiego in rapporto al servizio civile nazionale in relazione a:personale con conoscenze specifiche nell’ambito della formazione dei volontari, dell’attività di tutoraggio dei volontari, della progettazione sociale e monitoraggio dei progetti di servizio civile e nell’ambito dell’informatica; esistenza di un sito internet e della posta elettronica;
  • svolgimento di una attività continuativa da almeno tre anni in uno o più dei settori d’impiego previsti;
  • corrispondenza tra i fini istituzionali e le finalità previste dall’art. 1della Legge n. 64/2001.

Informazioni per i volontari

Il servizio è rivolto ai giovani tra i 18 e i 29 anni (non compiuti) e dura 12 mesi. I volontari ricevono un compenso mensile netto di 433,80 euro che viene mensilmente versato sul loro conto dall’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile. Coloro che svolgono il servizio all’estero, ricevono in piú un’indennità di 15 euro al giorno (oltre i 433,80 mensili fissi).
Ai volontari di servizio civile spettano 20 giorni di permesso retribuito.
Durante l’anno di servizio, i volontari godono dell’assistenza sanitaria nazionale.
L’anno di servizio civile volontario può valere come credito formativo o tirocinio nell’ambito dell’istruzione o della formazione professionale, ai fini del compimento di periodi obbligatori di pratica professionale o di specializzazione, previsti per l’acquisizione dei titoli necessari all’esercizio di specifiche professioni o mestieri.
Anche le Università degli studi possono riconoscere crediti formativi , da essere rilasciati, per attività formative prestate nel corso del servizio.
I giovani possono scegliere personalmente dove svolgere il servizio civile e il relativo progetto in base alle proprie preferenze e inclinazioni per uno specifico settore o ambito di intervento.
La domanda di ammissione al progetto prescelto, può essere presentata solo dopo la pubblicazione del relativo bando di selezione sulla Gazzetta Ufficiale, e nei termini previsti dal bando stesso.
Per ogni bando di servizio civile nazionale, si può presentare domanda per un solo progetto tra quelli indicati, a pena di esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti.
La domanda di ammissione deve essere compilata utilizzando l’apposito modello "Allegato 2+3" del bando.
Successivamente alla presentazione della domanda tutti i candidati dovranno sostenere una selezione che sarà effettuata direttamente dall’ente che realizza il progetto. Una volta selezionati, i giovani verranno avviati al servizio.

I progetti

I progetti vengono elaborati dagli enti accreditati secondo determinate modalità stabilite dall’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile: Prontuario per la presentazione dei progetti 2018, e presentati entro specifici termini alla Provincia Autonoma di Bolzano - Ufficio Affari di Gabinetto, nel caso in cui siano enti iscritti all’Albo provinciale di servizio civile. In diverso caso, se gli enti sono iscritti ad altri albi regionali presenteranno i progetti alla regione corrispondente o, se iscritti all’albo nazionale, li presenteranno direttamente all’Ufficio nazionale per il servizio civile.
Ogni progetto ha un titolo e si colloca in un preciso settore d’intervento.
I progetti hanno come ambito di attività l’assistenza, la prevenzione, la cura e la riabilitazione, il reinserimento sociale, l’educazione, la promozione culturale, la protezione civile, la cooperazione allo sviluppo, la difesa ecologica, la salvaguardia e la fruizione del patrimonio artistico e ambientale.
In ogni progetto vengono ampiamente descritti gli obiettivi, i contenuti e i compiti che i volontari dovranno svolgere ed il programma di formazione generale e specifica che verrà effettuato.
Oltre a stabilire l’orario di attività dei volontari, i progetti indicano anche se l’ente offre vitto e/o alloggio.
L’elenco integrale dei progetti approvati per l'anno 2019 si trova nell’ ”allegato 1” di ogni bando, è possibile ricercare i singoli progetti mediante uno o più criteri di ricerca come p. es. regione, provincia, comune e settore d’intervento direttamente sul sito dell’Ufficio per il Servizio Civile Nazionale nella sezione “bando volontari”, dove vengono pubblicati.