Contenuto principale

IRAP

Cosa è l'IRAP

L'IRAP, Imposta regionale sulle attività produttive, è un tributo di competenza regionale ed è applicato dal 1° gennaio 1998.
Questo tributo si caratterizza come imposta locale siccome applicabile alle attività produttive esercitate nel territorio di ciascuna Regione - Provincia autonoma. L'IRAP è deducibile solo in parte dalle imposte sui redditi (IRPEF/IRES).

Chi paga l'IRAP

L'IRAP è dovuta da chi svolge abitualmente una attività autonomamente organizzata diretta alla produzione e allo scambio di beni nonché alla produzione di servizi nel territorio della Regione – Provincia autonoma.
I soggetti che non hanno la sede principale in Alto Adige, ma che mediante una stabile organizzazione nel territorio provinciale svolgono un'attività soggetta ad IRAP per un periodo di tempo non inferiore a 3 mesi, devono comunque corrispondere l'imposta alla Provincia autonoma di Bolzano.
Anche l’esercizio dell’attività istituzionale da parte degli enti pubblici è soggetta ad IRAP.

Quanto si paga per l'IRAP - aliquote

L'IRAP viene determinata applicando al valore della produzione netta l'aliquota prevista dalla normativa statale e/o regionale (provinciale per Bolzano e Trento).

 


soggetti passivi interessati 2014 2015 2016 normativa di riferimento
aliquota ordinaria 2,78 2,68 2,68 art. 21/bis l.p. 11 agosto 1998 n. 9 delibera della Giunta Provinciale n. 29/2015
settore agricolo e cooperative della piccola pesca e loro consorzi 1,9 1,9 1,9 art. 45, co. 1, D. Lgs. 446/1997
società di capitali ed enti commerciali che esercitano attività di imprese concessionarie diverse da quelle di costruzione e gestione di autostrade e trafori 4,2 4,2 4,2 art. 16, co. 1 bis, lett. a), D. Lgs. 446/1997
banche ed altri enti e società finanziari 4,65 4,65 4,65 art. 16, co. 1 bis, lett. b), D. Lgs. 446/1997
imprese di assicurazione 5,9 5,9 5,9 art. 16, co. 1 bis, lett. c), D. Lgs. 446/1997
amministrazioni pubbliche 8,5 8,5 8,5 art. 16, co. 2, D. Lgs. 446/1997
esenzione di 5 anni per le nuove iniziative produttive (intraprese a decorrere dal periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2011, fino al 31 dicembre 2015) 0 0 0 art. 21/bis l.p. 11 agosto 1998 n. 9 delibera della Giunta Provinciale n. 1644/2013

Nei casi dubbi ci si può rivolgere a:

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
Ripartizione Finanze - Ufficio Entrate 
Piazza Silvius Magnago 4 – 39100 Bolzano
Tel. 0471 41 32 40
Fax 0471 41 32 99
E-mail: entrate@provincia.bz.it


Riduzione dell’aliquota ordinaria

Con la legge provinciale del 26 settembre 2014, n. 7, l'aliquota ordinaria dell'IRAP è stata ridotta al 2,78% per l'anno 2014 ed è fissata al 2,68% a partire dall'anno 2015. Sono esclusi da queste riduzioni i soggetti di cui all’articolo 16, comma 1-bis, del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, che applicano le aliquote ivi stabilite.

Agevolazione per nuove iniziative produttive

Dall’anno d’imposta 2012, per le nuove iniziative produttive intraprese sul territorio della Provincia autonoma di Bolzano entro e non oltre il 31 dicembre 2015, l’aliquota IRAP è ridotta del 2,98% per i primi 5 anni di attività. Sono esclusi i soggetti di cui all’articolo 16, comma 1-bis, del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446. Può beneficiare dell’agevolazione fiscale prevista dalla norma, quindi, sia una nuova impresa altoatesina, sia un’impresa già esistente in un'altra realtà territoriale.
Con deliberazione della Giunta provinciale del 21 ottobre 2013, n. 1644 sono stati approvati i criteri per l’applicazione dell’agevolazione IRAP per le nuove iniziative produttive.

Chiarimenti per l’applicazione dell’agevolazione IRAP „imprese virtuose“ ai sensi del comma 9 art. 21/bis della legge provinciale 11 agosto 1998, n. 9:

In riferimento all’applicazione dell’agevolazione IRAP ai sensi del comma 9 art. 21/bis della legge provinciale 11 agosto 1998, n. 9 si precisa che, i soggetti per poter fruire dell’aliquota ridotta al 2,50% devono avere completato almeno 3 periodi d’imposta precedenti al periodo di riferimento. Pertanto chi presenta la dichiarazione integrativa, per recuperare l’agevolazione relativa all’anno d’imposta 2012, per i calcoli dei valori medi deve prendere in considerazione i dati relativi agli anni d’imposta 2009, 2010 e 2011. Per quanto riguarda il solo incremento del personale assunto a tempo indeterminato si precisa che per il calcolo del valore medio del triennio precedente si possono utilizzare i valori delle dichiarazioni IRAP, quadro IS, rigo IS2, colonna 1.

Agevolazione per strutture residenziali per anziani

Dall’anno d’imposta 2012, agli enti gestori di strutture residenziali per anziani e aventi natura giuridica diversa da quella di APSP (per queste ultime è già prevista un’esenzione soggettiva) spetta una deduzione dalla base imponibile IRAP pari a 20.500 euro annui per ogni posto letto autorizzato.

Incentivi alle assunzioni e stabilizzazione dei rapporti di lavoro

A decorrere dal 25 settembre 2013, ai soggetti passivi IRAP che assumono nuovi dipendenti con contratto a tempo indeterminato oppure trasformano contratti di lavoro già esistenti in contratti a tempo indeterminato, è riconosciuta una deduzione dei costi per il personale. L’agevolazione attiene alla parte dei costi non già deducibile ai sensi della normativa statale. La deduzione è riconosciuta qualora i dipendenti assunti a tempo indeterminato non siano stati occupati nei 6 mesi antecedenti l’inizio della nuova attività lavorativa. Nel caso di trasformazione del contratto, il nuovo assunto deve avere un’età pari o inferiore a 29 anni o pari o superiore a 55 anni. La deduzione si applica per tre anni decorrenti dalla data di assunzione del personale o dalla data di trasformazione del contratto e a condizione che il contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato non presenti carattere discontinuo o intermittente.

Le indicazioni fornite hanno uno scopo meramente informativo. Per un quadro più esaustivo della materia si consiglia di esaminare i testi di legge che disciplinano l'imposta. Si veda, in particolare, l’articolo 21-bis della legge provinciale 11 agosto 1998, n. 9.

Quando si paga l'IRAP

Il pagamento dell'IRAP deve essere effettuato entro i termini previsti annualmente per il versamento delle imposte sui redditi.

Come si paga l'IRAP

Il versamento dell'IRAP viene effettuato tramite modello F24 – Codice Regione - Bolzano 03.

Per i codici tributo da indicare si rinvia al sito dell’Agenzia delle Entrate. Link: Agenzia delle Entrate-ricerca codice tributo

Esenzione per l'IRAP

Sono esenti dal pagamento dell'IRAP:

  • le Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) di cui all’articolo 10 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446. Al fine di poter avvalersi dell’esenzione IRAP per le  ONLUS non è più necessario compilare nessun modulo di richiesta!
  • le Organizzazioni di promozione sociale, di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 383, iscritte nel registro provinciale;
  • le Aziende pubbliche di servizi alla persona (APSP).

Rimborso dell'IRAP

Per informazioni riguardanti i rimborsi dell'IRAP, si prega di rivolgersi agli uffici locali dell'Agenzia delle Entrate territorialmente competenti.

Convenzione Agenzia delle Entrate

Per la gestione dell'imposta regionale sulle attività produttive e dell'addizionale regionale all'imposta sul reddito delle persone fisiche e sui servizi informativi, la Provincia autonoma di Bolzano ha stipulato con l'Agenzia delle Entrate apposita convenzione.

Link

Inizio pagina

(Ultimo aggiornamento: 18/01/2016)