Comunicati stampa

Passirio, riprendono i lavori in zona Lazago

All'inizio di marzo l'Ufficio bacini montani ovest riprende i lavori di protezione dalle piene del fiume Passirio in zona Lazago, verso Merano.

Un'immagine dello stato dell'arte alla fine dei lavori dell'Ufficio sistemazione bacini montani ovest dell'Agenzia per la Protezione civile a primavera 2018. (Foto: Agenzia per la Protezione civile)

Negli ultimi 2 anni l'Ufficio sistemazione bacini montani ovest ha attuato sulla destra orografica del fiume Passirio sopra Lazago, nei pressi di Merano una serie di misure per migliorare la funzionalità dell'area di protezione dalle piene. Sotto la foce del torrente Finelebach è stato creato un nuovo braccio laterale con molte insenature. Ciò ha permesso una migrazione dei pesci senza ostacoli, soprattutto per gli esemplari più giovani, e allo stesso tempo ha creato una zona naturalistica ricreativa. Questi lavori, spiega Rudolf Pollinger, direttore dell'Agenzia della Protezione Civile, "proseguiranno ora in discesa verso Merano con l'obiettivo di mantenere la protezione dalle inondazioni della città, migliorare la situazione ecologica acquatica e creare un'ulteriore zona ricreativa locale".

ASP/mac/sf

Galleria fotografica