Comunicati stampa

Vandoies di Sopra: procedono i lavori di sgombero dopo la frana

L’ufficio sistemazione bacini montani est dell’agenzia della Protezione Civile ha emanato un provvedimento immediato per l’urgente lavoro di sgombero della strada a Vandoies e Terento.

I tecnici hanno utilizzato anche l’elicottero per constatare la natura e l’entità della frana presso Vandoies di sopra. (Foto: Ufficio Protezione Civile/Luca Messina)

A seguito del temporale con forti precipitazioni di martedì sera (11 agosto) il rio Horner è esondato a Vandoies di Sopra. L’ufficio sistemazione bacini montani est ha elaborato un primo provvedimento a riguardo.

La frana, che si è sviluppata martedì dopo le 20:30 nella zona del centro di Vandoies di Sopra e si è riversata attraverso le case fino alla chiesa, ha riguardato approssimativamente 2.000 metri cubi, racconta dopo il sopralluogo Caterina Ghiraldo, vice direttrice dell’ufficio sistemazione bacini montani est della Protezione Civile.

Frana presso il rio Soave a Vallarga

Anche il rio Soave presso Vallarga è stato interessato da una frana, che ha distrutto il serbatoio dell’acqua potabile e la conduttura del maso Wöhrerhof. Presso la confluenza con il ruscello di Fundres si è immagazzinata una grossa quantità di materiale detritico che ha riempito quasi completamente la briglia. Il materiale è stato asportato con una ruspa.

Provvedimento immediato di 95.000 euro

L’ufficio sistemazione bacini montani est ha emesso un provvedimento immediato e messo a disposizione 95.000 euro per gli urgenti lavori di sgombero in corso nei comuni di Vandoies, Terento e Chienes.

ASP/mac/ma

Galleria fotografica