Alunne e alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado

Se frequenti una scuola primaria o secondaria di primo grado e se alloggi fuori famiglia (in un convitto) qui troverai molte informazioni utili.

Annualmente, la Provincia mette a disposizione delle borse di studio per le alunne e gli alunni che frequentano le scuole dell'obbligo (scuole primarie e scuole secondarie di primo grado) in provincia di Bolzano e che alloggiano fuori famiglia.

Le borse di studio vengono concesse attraverso bandi di concorso pubblici, prendendo in considerazione la condizione economica della richiedente/del richiedente e del legale rappresentante (genitori).

Ulteriori informazioni sono pubblicate nel portale dei servizi.

Se non puoi utilizzare i servizi di linea, ma rientri nei criteri sottostanti, allora puoi richiedere un servizio di trasporto scolastico.

Termine di presentazione

Entro il 15 marzo 2019 devi presentare la domanda per l'ammissione al trasporto scolastico presso la segreteria della scuola competente.
Entro il 18 aprile 2019 le scuole inseriscono i dati di tutte le alunne e di tutti gli alunni servendosi del software "scuolapass".

Inoltre le scuole inoltrano all'Ufficio Assistenza scolastica e all'Ufficio Trasporto persone il nuovo modulo per l'istituzione di servizi di trasporto per alunne e alunni con disabilità.

Luogo di presentazione

Presso la segreteria della scuola competente

Dove sono reperibili i moduli?

Presso le scuole competenti

Requisiti

Sono ammissibili le alunne e gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado che abitano a una distanza minima di 2 km dalla fermata più vicina. I presupposti per l'istituzione del servizio di trasporto alunne e alunni sono un numero minimo di alunne e alunni (2 alunne/alunni) e una distanza minima di 2 km.

Di norma viene effettuata una corsa di andata ed una di ritorno; la quale - in caso di lezioni pomeridiane - può essere effettuata anche nel pomeriggio.

Tutte le alunne e tutti gli alunni possono essere ammessi al servizio di trasporto, qualora sussistano le condizioni minime relative alla distanza dal luogo di domicilio/residenza. La tariffa annuale - che viene riscossa una sola volta - ammonta a euro 20.

Casi eccezionali

In deroga ai presupposti minimi relativi al numero di alunne e alunni ed alla distanza, in base alla Delibera della Giunta Provinciale del 13/06/2017, n. 648, all'occorrenza possono essere istituiti servizi di trasporto, qualora sussistano le condizioni disagiate sotto elencate. La famiglia per motivi oggettivi dimostrabili non è in grado di accompagnare l'alunna/l'alunno alla propria istituzione scolastica e a causa della natura accidentata del tragitto fino a scuola non si può presupporre che la bambina/il bambino in questione percorra tale strada da sola/solo.

Tale condizione disagiata va descritta dettagliatamente in una relazione da allegare alla domanda che deve essere esaminata e valutata.

Se in caso di utilizzo di un servizio di linea il tempo d'attesa prima dell'inizio delle lezioni o alla fine delle lezioni superi i 30 minuti, può essere istituito un servizio di trasporto speciale oppure può essere concesso il contributo chilometrico.

Svolgimento del trasporto scolastico

La realizzazione tecnica di servizi di trasporto alunne e alunni spetta all'Ufficio Trasporto persone, piazza Silvius Magnago 3 a Bolzano, tel. 0471 415480/415481, e-mail: trasporto.persone@provincia.bz.it.

Rimborso delle spese chilometriche o delle spese di viaggio

Alle alunne e agli alunni delle scuole dell'obbligo (scuola primaria e scuola secondaria di primo grado) che, pur essendo in possesso di tutti i requisiti richiesti, non possono usufruire di un servizio di trasporto alunne e alunni, può essere concesso un contributo chilometrico nella misura dell'indennità chilometrica per i dipendenti provinciali (valida all'inizio dell'anno scolastico). Le corse "a vuoto" (cioè se nessun'alunna/nessun alunno è a bordo) non vengono rimborsate.

Se usufruisci di un mezzo di trasporto non convenzionato con la Provincia Autonoma di Bolzano per recarti a scuola puoi richiedere un rimborso delle spese di viaggio. Per ottenere il rimborso devi acquistare un abbonamento di viaggio e presentarlo nella segreteria della tua scuola a fine anno scolastico.

In entrambi i casi i tuoi genitori o rappresentanti legali compilano la rispettiva domanda (vedi sotto) e la consegnano presso la segreteria della scuola competente. La scuola a sua volta calcolerà l'importo spettante in base ai giorni di presenza effettiva e poi inoltrerà l'elenco delle/dei richiedenti all'Ufficio Assistenza scolastica.

Trasporto di bambine e bambini delle scuole materne

I comuni possono istituire, ove necessario, servizi di trasporto delle bambine e dei bambini delle scuole dell'infanzia. Se nei trasporti scolastici ci sono posti liberi, le bambine e i bambini delle scuole dell'infanzia possono usufruire del servizio per i quali deve essere garantito il servizio di accompagnamento da parte del comune.

Per le bambine e i bambini con disabilità possono essere istituiti appositi servizi di trasporto scolastico con servizio di accompagnamento.

Concessione del rimborso spese di viaggio per alunne e alunni con disabilità

Tutte le alunne e tutti gli alunni con disabilità frequentanti una scuola dell'obbligo, una scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore), una scuola d'arte oppure una scuola professionale possono fare domanda per il rimborso spese di viaggio per alunne e alunni con disabilità e - sempre se rientrano nei criteri previsti dalla normativa vigente - hanno diritto al rimborso delle spese chilometriche. Il trasporto alla terapia deve essere effettuato dalla/dal rappresentante legale durante l'orario scolastico.
Le spese totali inferiori a euro 50,00 non vengono liquidate.

 

Modulistica e documentazione da scaricare

Se frequenti una scuola primarie oppure una scuola secondarie di primo grado in provincia di Bolzano hai diritto a ricevere gratuitamente i libri di testo in comodato.

Nell'ambito del pacchetto famiglia la Giunta Provinciale con delibera del 13/06/2005, n. 2039 (Link esterno) ha stabilito le linee guida riguardanti l'ammissione al servizio di refezione scolastica come segue:

  • il servizio è accessibile a tutte le alunne e a tutti gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado che frequentino una scuola nel territorio comunale;
  • considerato che i comuni conoscono meglio le esigenze della popolazione residente, essi organizzano il servizio di refezione scolastica in maniera autonoma;
  • l'amministrazione provinciale rimborsa fino a un massimo del 40% delle spese totali per la refezione scolastica ai comuni.

Domande

Le domande devono essere inoltrare direttamente al comune nel quale si intende fruire del servizio di refezione scolastica. I moduli di richiesta e i prestampati sono reperibili direttamente presso i comuni.

Assicurazione contro gli infortuni a favore delle bambine e dei bambini delle scuole dell'infanzia, delle alunne e degli alunni delle scuole di ogni ordine e grado della Provincia di Bolzano

L'assicurazione copre tutti gli infortuni che possono capitare alle bambine e ai bambini delle scuole dell'infanzia e alle alunne e agli alunni durante il tragitto dall'abitazione alla scuola, durante l'insegnamento obbligatorio, durante tutte le attività inter-extra-parascolastica e le attività sportive.

Durante le attività extrascolastiche, le gite, attività sportive, ecc. vale la disposizione che queste sono coperte dall'assicurazione soltanto se organizzate o almeno promosse dai rispettivi organi scolastici.
Le scuole sono obbligate a denunciare gli infortuni alla compagnia assicuratrice AIG Europe Limited. (Externer Link)

Il nuovo contratto è valido dal 28/02/2017 fino al 28/02/2021.

Contratto d'assicurazione/polizza

Alunne e alunni con disabilità delle scuole dell'obbligo, delle scuole secondarie di secondo grado (scuole superiori) e delle scuole professionali hanno diritto al rimborso totale o parziale delle spese di alloggio.

Nel portale dei servizi puoi trovare ulteriori informazioni.