Attualità

Dalla Giunta: nuovo polo informatico con Ripartizione e Società informatica Alto Adige

Evitare parallelismi, perfezionare il coordinamento delle risorse e delle professionalità: sono due degli obiettivi che la Giunta si propone con il possibile accorpamento tra la Ripartizione provinciale informatica e la SIAG (Informatica Alto Adige). La nuova struttura, nelle intenzioni della Giunta, dovrebbe inoltre assumere la gestione di tutte le attività informatiche di ospedali, scuole e Comuni.

Una delibera di massima è stata assunta oggi (11 luglio) dalla Giunta provinciale riguardo al futuro accorpamento tra la Ripartizione provinciale informatica e la Società Informatica Alto Adige (SIAG), Spa fondata nel 1992 per fornire servizi IT alle amministrazioni pubbliche e della quale la Provincia detiene la quota maggioritaria. La creazione di un'unica struttura consentirebbe "di evitare doppioni e parallelismi, di coordinare meglio le risorse e le molte professionalità e di conseguenza di garantire anche un potenziale risparmio per l'ente pubblico", ha spiegato dopo la seduta il presidente Durnwalder.

A seguito dell'accorpamento l'attuale Ripartizione informatica si occuperebbe degli aspetti di pianificazione e coordinamento delle risorse, mentre l'attuale SIAG costituirebbe il braccio operativo nell'esecuzione dei progetti in un settore in continua e rapidissima trasformazione. Il nuovo polo informatico provinciale inoltre, nelle intenzioni della Giunta, dovrebbe assumere la gestione di tutte le attività informatiche delle strutture pubbliche locali: ospedali, scuole e Comuni. I dettagli dell'operazione saranno definiti nel corso delle prossime sedute.

(pf)

KG