Attualità

Gestione informatica dei dati sugli allevamenti

I dati riferiti ad oltre 12.000 aziende altoatesine che detengono bestiame sono gestiti per via telematica grazie a sistemi informatici posti in essere dal Centro di competenza DWH/BI “Datawarehouse/Business Intelligence” della Ripartizione Informatica della Provincia. Grazie all’informatica ridotta sensibilmente la burocrazia.

Come spiega Martin Zambaldi, direttore dell’Ufficio informatica geografica e statistica, partendo da una banca dati riferita alle aziende altoatesine con allevamento di bestiame, sviluppata dalla Ripartizione informatica, alcuni mesi orsono è stata introdotta una nuova applicazione che consente l’analisi e la visualizzazione rapida di tutti i dati raccolti. Nella fattispecie i dati si riferiscono ad oltre 12.000 aziende che detengono bestiame, ovvero in totale 140.000 bovini, annualmente circa 70.000 vitelli, oltre 70.000 fra pecore e capre, nonché i dati riferiti ai circa 6.000 controlli aziendali condotti ogni anno. Attualmente sono in fase di esecuzione una serie di operazioni di ampliamento che consentiranno di migliorare ulteriormente tali sistemi informatici.

La nuova applicazione sviluppata rientra nei prodotti di “Business Intelligence” e consente l’analisi e l’interpretazione rapida dei dati contenuti nella banca dati; in tal modo entro pochi secondi è possibile visualizzare i dati attuali riferiti a località, numero di capi, stato del bestiame suddiviso per aziende, mandrie, controlli e relazioni redatte.
Tali applicazioni sono accessibili tramite la rete Intranet alle Ripartizioni coinvolte, all’Associazione provinciale degli allevatori ed alle Aziende sanitarie.
Come sottolinea l’assessore provinciale all’informatica Roberto Bizzo, “è spesso sorprendente constatare, come la Ripartizione informatica possa contribuire ad un incremento dell’efficienza anche in settori come quello dell’allevamento e della produzione lattiero-casearia offrendo soluzioni innovative”.

Per i sistemi sviluppati alla Ripartizione informatica sono giunti i ringraziamenti dell’assessore provinciale per l’agricoltura Hans Berger, fatto questo, come fà presente l’assessore Bizzo, che conferma l’importanza dell’informatica per un’amministrazione moderna sempre più orientata alla riduzione della burocrazia nell’interesse dei cittadini.

(SA)

KG