Attualità

Deeg sui dati ASTAT: "Spingere sullo sviluppo digitale"

L'assessore all'informatica Waltraud Deeg commenta con soddisfazione i dati ASTAT sull'utilizzo di internet in Alto Adige da parte di imprese e cittadini. "Ciò conferma che siamo sulla strada giusta - commenta - e che dobbiamo spingere sempre di più verso la digitalizzazione della pubblica amministrazione e dell'economia".

Secondo lo studio pubblicato dall'Istituto provinciale di statistica ASTAT (vedi comunicato a parte), oltre il 95% degli altoatesini di età compresa tra i 16 e i 34 anni naviga sul web, il 96,1% delle aziende ha un collegamento internet a banda larga e un utente su tre cerca informazioni online sulle pagine della pubblica amministrazione. "Questi dati - commenta l'assessora Waltraud Deeg - dimostrano che lo sviluppo del nostro territorio in ottica digitale è molto rapido: per la pubblica amministrazione questo impone l'obbligo non solo di sfruttare le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, ma anche di accompagnare i cittadini e il mondo economico verso un futuro sempre più digitale, come peraltro previsto dal documento strategico Alto Adige digitale 2020".

Il piano della Provincia punta innanzitutto sull'ampliamento della rete a banda larga: "entro la metà del 2016 - spiega la Deeg - internet veloce sarà presente sulla quasi totalità del territorio con una capacità di connessione pari a 7 Mbit/s, sviluppabile successivamente verso collegamenti ultraveloci". Parallelamente, inoltre, si lavorerà alla digitalizzazione della pubblica amministrazione, a partire dal piano triennale IT, per proseguire con il sempre maggiore utilizzo del portale degli Open data.

Un settore nel quale è ancora molto forte il potenziale di crescita è quello dei servizi online. "Meno di un quinto degli utenti del web - commenta l'assessora - compila online i moduli da inviare alla pubblica amministrazione, su questo aspetto dobbiamo migliorare". Attualmente la Provincia è impegnata in una complessa opera di ammodernamento, aggiornamento e revisione della propria presenza sul web, e viene data particolare attenzione allo sviluppo del conto digitale del cittadino.

Fonte: Ufficio stampa provinciale

IR