Istruzione digitale

Il nostro sistema scolastico deve consentire ai giovani un’emancipata partecipazione al processo di formazione della società, qualificandoli all’ingresso in un modo del lavoro in costante mutamento. L’utilizzo delle nuove tecnologie di comunicazione e informazione, la mediazione di cultura digitale, così come l’educazione mediale sono annoverabili tra i fattori chiave. Grazie a una formazione digitale ampliata, gli studenti sono in grado di sfruttare autonomamente e sotto la propria responsabilità le TIC, valutandone rischi e possibilità.

Misure

  • La patente europea del computer (ECDL – European Computer Driving Licence) assicura un livello di formazione basilare e standardizzato nel campo delle conoscenze informatiche. Incremento del numero degli studenti certificati nell’ambito dell’istruzione scolastica.
  • Offerta formativa per il personale docente nei settori IT, applicazioni tecniche delle TIC, didattica mediale (utilizzo dei nuovi media durante le lezioni) ed educazione mediale (consumo mediale consapevole e gestione critica).
  • Promozione dello sviluppo e di un impiego consapevole dei materiali didattici e di apprendimento digitali, con particolare riguardo a un adeguato equilibrio tra virtualità e manualità. I portali per gli strumenti didattici digitali saranno ampliati e messi in rete.
  • Con la piattaforma di e-learning Copernicus della Provincia Autonoma di Bolzano, esiste già uno strumento virtuale di comunicazione e didattica per docenti, studenti, cittadini, ma anche imprese. Ampliamento dell’offerta on-line e accessibilità alla stessa da parte di tutti i soggetti educativi pubblici e privati.
  • Il fabbisogno di forza lavoro tecnicamente specializzata cresce parallelamente all’espansione della digitalizzazione nel mondo del lavoro. Potenziamento, a tutti i livelli scolastici, di materie quali matematica, informatica, scienze naturali e tecnica (discipline MINT), per avvicinare i ragazzi a questo ambito professionale, con particolare riguardo al coinvolgimento di donne e ragazze, che continuano ad essere poco rappresentate nelle classiche professioni MINT.
  • Impiego mirato dei mezzi digitali per favorire un insegnamento che abiliti a farne un uso intelligente e responsabile