Abitazione agricola (nuova costruzione, Ristrutturazione, Risanamento)

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

I nuovi incentivi per abitazioni agricole (Delibera della Giunta provinciale n. 731 del 24.07.2018)

  • Allineamento con le normative dell'Edilizia agevolata, riduzione della superficie abitativa finanziabile a 110m2.
  • Considerazione della composizione del nucleo familiare: a seconda se l'investimento a paritá di reddito viene fatto da una persona singola o da una famiglia con persone a carico.
  • Garantire una maggiore considerazione al reddito extraagricolo, ovvero graduazione del contributo in base alla DURP (dichiarazione unificata del reddito e del patrimonio).
  • Maggiore considerazione per una agricoltura "attiva": si tiene conto delle piccole aziende agricole con sostanziosi redditi extra-agricoli e delle aziende agricole con attivitá economiche autonome solo se raggiungono un fatturato agricolo minimo ( 7.000,00 €).
  • Maggiore differenziazione a seconda del tipo di azienda: graduazione tra aziende frutti/viticole nella pianura, aziende zootecniche in zone favorevoli e aziende in zona di alta montagna. Per una idonea classificazione delle aziende si considerano i punti di svantaggio.
  • Stimolare ulteriormente la conservazione delle strutture abitative rurali. E' previsto un contributo aggiuntivo del 7% per lavori di recupero edile.
  • Nessuna possibilitá di accedere al contributo se si supera il valore di situazione economica (VSE) di 5,48 in base alla DURP.

Per la costruzione/ristrutturazione/risananmento di una abitazione agricola é previsto un contributo in conto capitale. La misura dell'incentivazione é il 15% - 50% della spesa ammessa a finanziamento (a seconda delle dimensioni dell'azienda e del reddito secondario)

Beneficiari

Aziende agricole che negli ultimi 20 anni non abbiano ottenuto l'importo massimo per la stessa opera.

  • Il richiedente non dispone di un appartamento idoneo per l'alloggiamento della famiglia
  • Almeno 1 ha a coltura frutti/viticola  o 2 ha di colture specializzate o 5 UBA tenute nella propria azienda, con rispetto del limite massimo per il carico bestiame per ha di superficie foraggera come previsto nel piano di sviluppo rurale per la Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020.
  • Altitudine media delle superfici foraggiere e corrispondenti punti di svantaggio „altitudine“

    Carico bestiame massimo ammissibile (media annua)

    fino a 1.250 m            (= 22 p)

    2,5 UBA/ha

    1.250m – 1.500 m  (= 23 – 29 p)

    2,2 UBA/ha

    1.500 m – 1.800 m (= 30 – 39 p)

    2,0 UBA/ha

    oltre 1.800 m          (= 40 p)

    1,8 UBA/ha

    • Preventivo di spesa - per nuove costruzioni si puó presentare un preventivo di spesa sommario con una dettagliata relazione tecnica.
    • Progetto vidimato con il timbro del comune (con relazione tecnica; allegare calcolo della cubatura se si intende aumentare la cubatura esistente)
    • Concessione edilizia o autorizzazione edilizia con eventuali condizioni e prescrizioni
    • Titolo relativo alla disponibilitá delle parcelle oggetto della costruzione, se non di proprietá del richiedente
    • Dichiarazione in ordine al finanziamento dell'iniziativa (modulo separato)
    • Acquisto: contratto preliminare e estratto catastale con mappa

    L'uso del servizio è gratuito.

    Si prega di considerare le informazioni fornite dagli enti successivamente elencati

    (Ultimo aggiornamento del servizio: 09/01/2019)

    Ente competente

    31.4. Ufficio Edilizia rurale
    Palazzo 6, via Brennero 6, 39100 Bolzano
    Telefono: 0471 41 51 51
    Fax: 0471 41 51 59
    E-mail: edilizia.rurale@provincia.bz.it
    PEC: lwbauwesen.agriedilizia@pec.prov.bz.it
    Website: http://www.provincia.bz.it/agricoltura/

    Scadenze

    L'aiuto può essere richiesto in qualsiasi momento, però dev'essere presentata la domanda di aiuto prima dell’inizio dei lavori presso l'Ufficio edilizia rurale (tel. 0471 415090) o presso gli uffici distrettuali dell'agricoltura di Bressanone (tel. 0472 821240), Brunico (tel. 0474 582242), Merano (tel. 0473 252240) e Silandro (tel. 0473 736140).