Contenuto principale

Opere ultimate

Costruzione della circonvallazione di Foresta e Tel con sottopassaggio della SP 4 Parcines

Secondo lotto: sistemazione della strada tra Foresta e Tel

Ufficio competente

Ripartizione Infrastrutture, Ufficio tecnico strade ovest 10.1

Partecipanti al progetto

Coordinatore unico
Dott. Ing. Valentino Pagani – Ripartizione Infrastrutture
Direttore d'ufficio
Dott. Ing. Günther Kiem
Responsabile di progetto
Dott. Ing. Günther Kiem –  Ufficio tecnico strade ovest
Progettista generale
Dott. Ing. Hansjörg Fischer – Ingenieurgem. Fischer und Giralt-Merano
Direttore lavori
Dott. Ing. Hansjörg Fischer– Ingenieurgem. Fischer und Giralt- Merano
Impresa
Oberosler Cavallier Pietro S.p.a
Elektro Ebner Ignaz

Breve descrizione del progetto

La strada statale dello Stelvio n. 38 è fin dai tempi romani uno dei valichi alpini più antichi ed importanti del nostro territorio, oltre a far parte della rete stradale che collega l’Italia, l’Austria (Tirolo e Vorarlberg) e la Svizzera.
L’esistenza di questa strada comporta per la Val Venosta ed il Burgraviato un importante fattore commerciale a livello regionale.
Poco è stato intrapreso per adattare questa arteria del traffico alle nuove esigenze ed all’aumento del traffico sia individuale che commerciale degli ultimi 50 anni. A partire dagli anni 70 furono elaborati vari progetti che però non sono mai stati eseguiti.
Il progetto complessivo, elaborato recentemente è stato diviso in tre lotti:
1. lotto – circonvallazione di Lagundo
2. lotto – tracciato tra Foresta e Tel
3. lotto – circonvallazione di Parcines
Il tratto più precario si trova tra le località Foresta e Tel (secondo lotto). Questo tratto di strada parte da Merano per arrivare alla località Tel superando un dislivello di 180 m su una strada lunga 1,3 km con una pendenza media del 6,5 %.
A causa del tracciato pieno di curve questo tratto stradale rientra, dal punto di vista statico, tra quelli su cui si ha il maggior numero di incidenti nella provincia. Il traffico pesante causa inoltre spesso rallentamenti e code. Il progetto prevedeva la rettifica dei tornanti morfologicamente determinati del tracciato attuale.

Ulteriori informazioni

Provenendo dalla Val d’Adige l’intervento inizia ca. al km 195,1 della SS38 dello Stelvio e termina al km 193,8 per una lunghezza complessiva del lotto di 1.115 m. La strada a 2 corsie ha una larghezza di 8,0 m. Erano previsti i seguenti interventi e modi di esecuzione
Tratto a cielo aperto – collegamento alla strada esistente
Galleria 1
Tratto a cielo aperto
Galleria 2
Tratto a cielo aperto – collegamento alla strada esistente

Per il mantenimento della viabilità a 2 corsie sulla statale esistente, come intervento preparatorio in corrispondenza dei portali est ed ovest, sono stati realizzati degli allargamenti come pure nel tratto a cielo aperto tra le due gallerie. Questo tratto è stato spostato verso monte per garantire il continuo flusso del traffico sulla SS38.
Dall’apertura al traffico del nuovo tratto stradale l’allargamento del portale est viene utilizzato come accesso definitivo per i confinanti attigui alla strada esistente.
L’allargamento ovest è stato adattato per creare l’accesso per i confinanti. limitrofi.
L’allargamento tra le due gallerie é stato smantellato.

La galleria 1 è costituita da
 portale est (1) con un tratto di galleria artificiale di 16 m;
 galleria naturale di 159 m;
 galleria artificiale di 85 m e dal portale ovest (2).

La galleria 2 è costituita da
 portale est (1) con un tratto di galleria artificiale di 48 m;
 galleria naturale di  469 m;
 galleria artificiale di 13 m e dal portale ovest (2).

Con l’elaborazione del progetto sono stati fissati i valori massimi per vibrazioni e velocità per l’avanzamento con esplosivo, al fine di evitare danni alle opere attigue.
In fase di avanzamento la strada statale esistente, la linea ferroviaria Merano – Malles, i fabbricati lungo il tracciato, la galleria di adduzione e la camera di carico della condotta forzata dell’Azienda Elettrica spa sono stati installati dei vibrografi per monitorare il rispetto dei valori imposti.
Lo scavo a monte nel tratto tra le due gallerie è stato messo in sicurezza con una parete chiodata e Spritzbeton, che é stata rivestita con un muro di pietra.
Il pacchetto stradale è stato realizzato con lo strato portante additivato con materiale fresato, calce idraulica e bitume schiumato, sul quale é stato steso il binder ed il tappeto.
La parte a vista della galleria artificiale 1 come pure il tratto a cielo aperto tra le due gallerie sono stati allestiti in modo da armonizzare con il paesaggio e la morfologia del terreno circostante.Come impiantistica sono stati installati gli impianti di illuminazione e radio dotati di UPS, che fornisce l’energia in caso di black out. In cantiere sono stati impiegati mediamente 20 operai, in parte per i lavori di scavo nella galleria  e in parte per le lavorazioni eseguite all’esterno.
Per il settore tecnico-organizzativo sono stati impiegati un ingegnere, tre geometri ed un geologo.

 

Planimetrie, grafici, foto

Planimetria

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


ortofoto -progetto

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Planimetria allestimento tratto a cielo aperto galleria 1-2

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Prospetto di allestimento tratto a cielo aperto galleria 1-2

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Sezione allestimento parte a vista galleria artificiale

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Sezione tipo senza arco rovescio

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Sezione tipo galleria artificiale

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Sezione allestimento tratto a cielo aperto galleria 1-2

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Tratto a cielo aperto galleria 1-2

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Esecuzione impermeabilizzazione e rivestimento

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Montaggio centine

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Parete chiodata tratto a cielo aperto tra le gallerie

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Scavo tratto a cielo aperto tra le gallerie

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Esecuzione fori carica esplosiva

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Portale visto in dettaglio

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Strato portante additivo con fresato, calce idraulica e bitume schiumato

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Risagomatura scavo

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Galleria ultimata

.

Per ingrandire cliccare sull`immagine


Costi di costruzione

I costi complessivi approvati ammontano a 14.483.000,00 €

Tempi di realizzazione

Inizio lavori
18 novembre 2005
Messa in servizio del tratto stradale
13 dicembre 2007
Ultimazione dei lavori
17 marzo 2008

Geom. Paolo Fedre - 01.04.2008