Normativa e governance

Normativa

Il sostegno economico alle imprese promosso dall’Ufficio Innovazione, ricerca e sviluppo è disciplinato tramite le seguenti LEGGI PROVINCIALI (LP), che sono lo STRUMENTO NORMATIVO di riferimento per le imprese nell’ambito dell’innovazione, della ricerca e dello sviluppo:

Sia la LP 14/2006, che la LP 4/1997 sono accompagnate dai rispettivi CRITERI DI ATTUAZIONE, che sono lo STRUMENTO OPERATIVO di riferimento per le imprese e che disciplinano nel dettaglio le modalità di accesso ai contributi.

Archivio vecchi criteri:

Il sostegno economico promosso dal Servizio ricerca e università è disciplinato tramite le seguenti LEGGI PROVINCIALI (LP), che sono lo STRUMENTO NORMATIVO di riferimento per gli enti di ricerca e università

Sia la LP 14/2006, che la LP 9/2004 sono accompagnate dai rispettivi CRITERI DI ATTUAZIONE, che sono lo STRUMENTO OPERATIVO di riferimento e che disciplinano nel dettaglio le modalità di accesso ai contributi.

Sul piano delle iniziative volte a favorire l’incremento economico e della produttività nei settori artigianato, industria, commercio, servizi, innovazione e cooperative, promosso dall’Ufficio Innovazione, ricerca e sviluppo opera la seguente LEGGE PROVINCIALE (LP), che è lo STRUMENTO NORMATIVO di riferimento per i beneficiari dei contributi, ovvero istituti, enti, associazioni e loro cooperative nonché organizzazioni che operano nei rispettivi settori economici:

La LP 79/1973 è accompagnata dai rispettivi CRITERI DI ATTUAZIONE, che sono lo STRUMENTO OPERATIVO di riferimento per i richiedenti e disciplinano nel dettaglio le modalità di accesso ai contributi per le imprese.

Governance

La strategia di medio termine per la ricerca e l’innovazione si propone di:

  1. sostenere i settori ad elevato tasso di innovazione e valore aggiunto, con particolare riguardo a quelli indicati nella RIS3;
  2. incrementare gli investimenti pubblici destinati alle infrastrutture materiali e immateriali;
  3. incentivare la cooperazione tra imprese e organismi di ricerca;
  4. favorire la nascita e lo sviluppo di poli di innovazione, che siano in grado di aggregare diverse imprese attorno a temi di ricerca e di formazione di interesse comune;
  5. favorire i processi di innovazione delle imprese con incentivi diretti e indiretti attraverso l’azione di trasferimento tecnologico da parte di IDM;
  6. favorire la nascita di imprese start-up ad elevato contenuto tecnologico.