Contenuto principale

Attualità

Cultura Ladina | 06.10.2009 | 12:02

Libertà al centro della Giornata della cultura ladina

Il tema della libertà alla luce del bicentenario 1809-2009 dei moti tirolesi e collegato allo sviluppo della Ladinia è stato al centro dell’annuale Giornata della cultura ladina. Su iniziativa dell’Assessorato provinciale alla Cultura ladina la manifestazione si è svolta nella sede dell’Istituto di cultura "Micurà de Rü" a San Martino in Badia.

L'approfondimento degli eventi storici e delle prospettive future sono stati i temi centrali della Giornata della cultura ladina. Nel suo intervento l'assessore provinciale Florian Mussner si è soffermato sulla libertà personale del singolo e sulla libertà collettiva di una comunità. Quella personale deve tenere sempre conto della libertà dell'altro, ha ribadito.

Nella sua relazione il docente universitario e teologo Roman Siebenrock ha analizzato la devozione del Sacro Cuore dall'inizio del XIX secolo, mentre lo storico Albert Videsott ha affrontato la tematica della partecipazione dei ladini ai moti tirolesi, a cominciare dalla battaglia del Monte Baldo nel 1796 fino alla tripartizione della Ladinia nel 1810.

Il concetto attuale e quello futuro di libertà sono stati infine oggetto della tavola rotonda con Alexander Piccolruaz della Ripartizione provinciale Cultura ladina, Moreno Kerer dell'istituto di cultura ladina "Cesa de Jan", Hugo Valentin e dell'istituto "Micurà de Rü" e Albert Videsott.

(AP)

(Ultimo aggiornamento: 17/02/2009)