Autorizzazioni di piccole e medie derivazioni di acqua a scopo idroelettrico (< 3000 kW)

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Presentazione di domande per la derivazione di acque pubbliche a scopo idroelettrico con potenza nominale media annua inferiore a 3 MW

Le persone fisiche e giuridiche interessate alla derivazione di acque pubbliche a scopo idroelettrico, possono presentare un progetto per uno specifico tratto di corso d'acqua presso il competente Ufficio Elettrificazione. La documentazione necessaria da allegare alla richiesta è indicata nella linea guida approvata dalla Giunta provinciale con deliberazione n. 1118 del 29.09.2015.

La linea guida prevede, sulla scorta della distinzione operata nella Legge Provinciale n. 2 del 26.01.2015, processi di autorizzazione e pertanto documentazioni diverse da allegare alla relativa richiesta per i seguenti tipi di derivazioni:

  • piccole derivazioni (fino a 220 kW) e
  • medie derivazioni (tra 220 kW ed inferiori a 3000 kW).

Vengono inoltre distinte le richieste per il rinnovo di concessioni già in essere. Si precisa, che per il rinnovo delle concessioni per medie derivazioni è prevista la procedura ad evidenza pubblica. Per le concessioni di piccole derivazioni invece, qualora non sussistano motivi ostativi, il rinnovo può essere concesso su richiesta e manifestato interesse da parte del concessionario.

Per l'utilizzo a scopo idroelettrico su impianti per acqua potabile, si ricorda che le concessioni idroelettriche sono riservate ai titolari della concessione d'acqua potabile.

Per impianti di irrigazione ed innevamento la concessione idroelettrica è riservata ai proprietari dell’impianto, qualora i parametri di concessione (irrigazione ed innevamento) vengono mantenuti da queste concessioni. Qualora venissero modificati, per l’ottenimento della concessione idroelettrica va seguita la procedura ad evidenza pubblica.

La concessione per piccole o medie derivazioni è pubblicata per estratto sulla Rete Civica dell’Alto Adige.

Importante: Per progetti nuovi, con una potenza nominale media annua maggiore – uguale a 50 kW, è da presentare uno studio preliminare ambientale ai sensi dell’allegato II A (download) della Direttiva 2011/92/UE. Ulteriori informazioni sull’allegato II A sono disponibili su http://ambiente.provincia.bz.it/valutazioni-ambientali/valutazione-impatto-ambientale.asp.

Disposizioni per migliorare la sicurezza per impianti soggetti all'obbligo di concessione per l'utilizzo di acque pubbliche per la produzione di energia elettrica (Deliberazione della Giunta Provinciale del 26 aprile 2016, n. 440; la presente deliberazione sostituisce la deliberazione n. 313 del 22.03.2016) - (download).

Linea guida (download)

Linea guida - Ulteriori chiarimenti 20/11/2015 (download)

Link alla legge 2 del 2015

Linee guida per la determinazione dell'indenizzo al concessionario uscente ai sensi dell'art. 2 della legge Provinciale n. 2/2015 (Deliberazione della Giunta Provinciale n. 942 del 18 settembre 2018) (download)

Criteri di valutazione della Conferenza dei servizi in materia ambientale (download)

Verbale di valutazione della Commissione (download)

Per ulteriori informazioni relative all’applicazione della linea guida si chiede di voler contattare l’Ing. Marcello Ciola dell'Ufficio elettrificazione al seguente numero, durante l’orario di servizio: 0471 41 47 08

Per l'uso del servizio non valgono presupposti d'accesso.

La documentazione necessaria è riportata nella linea guida

La domanda va corredata di una marca da bollo da 16,00 Euro, salvo i casi di esenzione previsti dalla legge.

L’imposta di bollo può essere assolta indicando nella domanda (nell’apposito spazio) il numero identificativo e la data della marca da bollo, oppure utilizzando il modello F23 che è da allegare, scansionato, alla domanda (CODICE TRIBUTO = 456T; UFFICIO O ENTE = TBD).

Per tutti gli atti e provvedimenti amministrativi rilasciati per via telematica, l'imposta di bollo è dovuta nella misura forfettaria di 16,00 Euro, a prescindere dal numero dei fogli (comma 591, Legge di Stabilità n. 147/2013).

Legge provinciale 26 gennaio 2015, n. 2 - Disciplina delle piccole e medie derivazioni d'acqua per la produzione di energia elettrica

(Ultimo aggiornamento del servizio: 19/02/2019)

Ente competente

29.11. Ufficio Gestione sostenibile delle risorse idriche
via Mendola 33, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 47 70
Fax: 0471 41 47 39
E-mail: risorse.idriche@provincia.bz.it
PEC: gewaessernutzung.risorseidriche@pec.prov.bz.it
Website: http://ambiente.provincia.bz.it/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00,  ore 14.00 - 17.30

Scadenze

Per l'uso del servizio non ci sono da rispettare termini particolari.