Requisiti aziendali per la formazione di apprendisti

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Imprese che formano apprendisti devono adempiere gli standard per la formazione aziendale. Questi sono stati stabiliti con Delibera della Giunta provinciale del 23 luglio 2012, n. 1135.

Se un'impresa intende assumere per la prima volta un'apprendista in una professione oggetto di apprendistato, il datore/la datrice di lavoro o il/la rappresentante legale dell'azienda deve prima dell'assunzione dell'apprendista comunicare all'Ufficio apprendistato e maestro artigiano che adempie gli standard. Questo avviene tramite un'autodichiarazione (modulo in fondo a questa pagina) che dev'essere firmata digitalmente e trasmessa all'Ufficio apprendistato e maestro artigiano tramite PEC (meister.maestro@pec.prov.bz.it).

La comunicazione degli standard per la formazione aziendale di apprendisti è valida fin quando la forma giuridica dell'azienda rimane invariata ed è presente un formatore/una formatrice  in possesso delle competenze tecniche e pedagogico-professionali necessarie.

I requisiti per l’occupazione e l’addestramento di apprendisti sono suddivisi in tre tipi:

Requisiti d’accesso professionali:

Come principio vale che il formatore/la formatrice come minimo debba possedere competenze professionali che siano di pari valore a quelle per le quali deve addestrare.

Il/la titolare o il/la collaboratore/trice o responsabile della formazione dell’apprendista deve essere in possesso di uno dei seguenti requisiti professionali:

  1. Attestato di fine apprendistato della relativa professione e successiva esperienza professionale di almeno 18 mesi nella medesima professione oggetto d'apprendistato.
  2. Qualifica professionale almeno triennale e successiva esperienza di almeno 24 mesi nella relativa professione oggetto d'apprendistato.
  3. Titolo di maestro professionale nella relativa professione oggetto d'apprendistato.
  4. Diploma di scuola superiore quinquennale, di un istituto tecnico superiore o di un'università, relativo alla relativa professione e successiva esperienza professionale di almeno 18 mesi nella medesima professione oggetto d'apprendistato.
  5. Almeno sei anni d'esperienza nella relativa professione. Questo requisito non è sufficiente per le professioni dei settori automobili e motocicli, installazioni, sanità, cura (igiene) del corpo, generi alimentari, odontotecnica, ottica, calzoleria ortopedica e spazzatura di camini, per i quali fanno fede le disposizioni particolari previste dalla legge n. 1 del 25 febbraio 2008, "Ordinamento dell'artigianato". L'esercizio di tali professioni richiede il possesso di uno dei requisiti riportati nei punti da 1) a 4).

Il riconoscimento dell'esperienza professionale è previsto per le attività di operaio qualificato/operaia qualificata, di familiare coadiuvante, di socio/socia coadiuvante o di titolare di un'azienda operante nel settore del mestiere in questione.

Il direttore/la direttrice dell'ufficio apprendistato e maestro artigiano ha facoltà d'ammettere anche altri requisiti a titolo d‘equivalenza per la funzione di formatore/formatrice.

Requisiti d’accesso pedagogico-professionali:

Il formatore/la formatrice deve possedere una competenza di pedagogia professionale riconosciuta dall’Amministrazione provinciale. Vengono riconosciute i corsi/esami riportati in seguito:

  • Il corso base per formatori/formatrici d'apprendisti della durata di 16 ore, effettuato dall'amministrazione provinciale. Maggiori informazioni sui corsi »
  • L'attestazione relativa alla prova d'esame di pedagogia professionale per la formazione dei maestri professionali.
  • Un certificato relativo alla formazione - legalmente riconosciuta - per formatori/formatrici d'apprendisti, conseguito in Italia o all'estero.
  • Un attestato di frequenza di un corso di almeno 16 ore di gestione del personale.

In caso il formatore/la formatrice non potesse comprovare alcuna formazione legalmente riconosciuta, il datore/la datrice di lavoro deve garantire il suo recupero tramite una formazione per formatori/formatrici d'apprendisti, riconosciuta dall'amministrazione provinciale, entro 6 mesi. L'impego di recupero che deve essere firmato dal datore/dalla datrice di lavoro è presente in fondo al modulo "Comunicazione degli standard per la formazione aziendale di apprendisti" (modulo in fondo a questa pagina).

Il formatore/la formatrice deve essere presente sul luogo di formazione dell'apprendista per almeno 75% dell'orario di lavoro. In caso d'apprendista minorenne, durante l'eventuale assenza del formatore/della formatrice sul luogo di formazione deve essere comunque presente una persona adulta.

Requisiti d’accesso aziendali:

La dotazione tecnica e organizzativa dell’azienda deve essere strutturata in modo tale da permettere che

  • la formazione dell’apprendista nella rispettiva professione possa avvenire nel rispetto di quanto previsto dal quadro formativo aziendale e che
  • l’apprendista venga preparato all’esame di lavorante artigiano o di fine apprendistato nel rispetto del programma d’esame in vigore.

L'aziendadeve essere iscritta al registro delle imprese con attività corrispondente al mestiere in questione. In caso di mestiere con obbligo d'iscrizione a un ordine professionale, il titolare/la titolare deve essere regolarmente iscritto/iscritta a tale ordine.

Senza spesa

(Ultimo aggiornamento del servizio: 05/06/2019)

Ente competente

Ufficio Apprendistato e maestro artigiano
via Dante 11, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 69 83 Manfred Agostini
Fax:
E-mail: apprendistato@provincia.bz.it
PEC: meister.maestro@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

Scadenze

La comunicazione degli standard per la formazione aziendale di apprendisti deve essere trasmessa all'Ufficio apprendistato e maestro artigiano prima dell'assunzione dell'apprendista.