Contributi per l'esecuzione dei programmi annuali di associazioni ed altre organizzazioni nell’ambito natura, paesaggio e sviluppo del territorio

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

La Ripartizione provinciale Natura, paesaggio e sviluppo del territorio concede dei contributi per l'esecuzione dei programmi annuali di enti pubblici, associazioni ed altre organizzazioni, che svolgono attività in materia della natura, del paesaggio e dello sviluppo del territorio.

Vengono finanziati i programmi annuali di associazioni/organizzazioni aventi tutti i seguenti presupposti:

  • Sede ovvero sezione e strutture operative in Alto Adige;
  • per statuto perseguimento prevalente della divulgazione delle problematiche sulla pianificazione territoriale ed urbanistica nonché delle relative disposizioni legislative ovvero degli obiettivi di tutela della natura o del paesaggio;
  • svolgimento delle attività in materia di natura, paesaggio e sviluppo del territorio in modo organizzato e continuativo.

Vengono finanziati con un contributo fino al 70 % delle spese ammesse:

  • progetti ed iniziative per l'incentivazione nell’ambito della tutela della natura, del paesaggio e dello sviluppo del territorio;
  • i costi amministrativi correnti;
  • l'acquisto di macchinari per l'ufficio (inclusa la manutenzione);
  • l'acquisto di libri, riviste specializzate per la dotazione base dell'associazione rispettivamente organizzazione.

Agevolazioni possono essere concesse per la gestione di centri visite nonché di punti informativi dei parchi naturali. In tali casi beneficiari delle agevolazioni possono essere esclusivamente i comuni che abbiano stipulato con l’amministrazione provinciale un’apposita convenzione, dalla quale risultano le spese sovvenzionabili.

Criteri di esclusione:

  • Agevolazioni possono essere concesse solo qualora le attività siano eseguite dall'associazione / organizzazione in modo spontaneo e gratuito senza fini di lucro, anche indiretto, ed esclusivamente per fini di solidarietà umana e di impegno sociale. Sono comunque escluse dalla concessione di contributi le società commerciali;
  • non vengono concessi contributi ai sensi delle presenti direttive per progetti ed iniziative per cui è già stata richiesta, ovvero verrà richiesta in futuro, una sovvenzione dal fondo del paesaggio previsto dall'art. 18/bis della legge provinciale 25 luglio 1970, n. 16, una sovvenzione nell’ambito dell’attività di restauro ambientale (d.G.p. del 09.12.202015, n. 1420) ovvero tramite il programma di sviluppo rurale (reg. CEE n. 1698/2005) nonché in materia di beni culturali (d.G.p. del 17.03.2015, n. 320);
  • non sono ammesse in sede di presentazione e di rendiconto le seguenti spese:  offerte ed altri contributi di solidarietà, spese di rappresentanza,  interessi passivi, deficit d'esercizio degli anni precedenti, ammortamenti, accantonamenti per acquisti futuri, interessi di mora.

Alla domanda da fare sui appositi moduli predisposti devono essere allegati i seguenti documenti:

  • relazione dettagliata sulle attività programmate;
  • preventivo di spesa per le attività programmate;
  • piano di finanziamento per le attività programmate con indicazione completa di tutte le fonti di finanziamento;
  • atto costitutivo e statuto dell'associazione / organizzazione, se si tratta della prima richiesta o in caso di modifiche;
  • resoconto e rendiconto dell'attività dell'anno precedente, se si tratta del rinnovo di domande;
  • dichiarazione relativa alla posizione dell'IVA;
  • dichiarazione relativa alla ritenuta d'acconto.

La domanda di concessione di contributo non comporta ulteriori spese oltre alla marca da bollo da 16,00 €.

I contributi vengono erogati sulla base dell'art. 18 della legge provinciale del 25 luglio 1970, n. 16, articolo 26 della legge provinciale del 12 maggio 2010, n. 6 ed art. 114 della legge provinciale 11 agosto 1997, n. 13.  Le direttive per la concessione di contributi sono state approvate con delibera della Giunta provinciale n. 435 del 14.04.2015.

La liquidazione del contributo avviene dietro presentazione dell’apposita richiesta di liquidazione. La richiesta deve essere presentata entro il termine perentorio del 28 febbraio dell’anno successivo,  corredata con i seguenti documenti:

  • dichiarazione sostitutiva del legale rappresentante dell’associazione/organizzazione/Comune, che le attività di cui alla domanda di contributo sono state eseguite interamente o solo parzialmente e che le spese preventivate corrispondono a quelle effettive,
  • idonea documentazione di spesa regolarmente quietanzata, corredata del relativo elenco analitico.

Se le somme effettivamente spese dovessero risultare inferiori all’ammontare delle spese ammesse, l’importo del contributo viene nuovamente calcolato sulle spese effettive in base alla percentuale concessa.

Anticipazioni: Le associazioni/organizzazioni possono richiedere l’anticipazione in misura massima del 30% del contributo assegnato, qualora abbiano già presentato la documentazione di spesa relativa all’intero ammontare dell’eventuale contributo concesso nell’anno precedente. L’importo complessivo dell’anticipazione concessa deve essere documentata entro il 28 febbriao dell’anno successivo. In caso contrario deve essere rimborsata all’amministrazione provinciale l’intera anticipazione.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 12/01/2017)

Ente competente

Ufficio amministrativo del Paesaggio e sviluppo del territorio
Palazzo 11, via Renon 4, 39100 Bolzano
Telefono: 0471/417797
Fax: 0471 41 77 99
E-mail: verwaltung.landschaft-raum@provinz.bz.it
PEC: natur.natura@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/natura-territorio/

Scadenze

Le domande di contributo devono essere presentate entro il termine perentorio del 28 febbraio di ogni anno o in caso di contributi per centri visite ovvero punti informativi dei parchi naturali entro il termine previsto nelle relative convenzioni all’Ufficio amministrativo del Paesaggio e sviluppo del territorio (28.7), Via Renon n. 4, 39100 Bolzano. Quando la domanda è inviata a mezzo posta, la data di spedizione vale quale data di presentazione.

La richiesta di liquidazione deve essere presentata entro il termine perentorio del 28 febbraio dell’anno successivo all'Ufficio amministrativo del Paesaggio e sviluppo del territorio (28.7).