Finanziamento per la meccanizzazione interna delle aziende coltivanti superfici a prato, foraggere avvicendate e arativo

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Beneficiari:

  • Microimprese, nonché le piccole e medie imprese (PMI), anche in forma associata, attive nella produzione agricola primaria ed iscritte nell’anagrafe provinciale degli imprenditori agricoli

Sono esclusi dal beneficio degli aiuti:

  • Iniziative per impianti per la produzione di biogas
  • Iniziative con data d’acquisto (contratti) o fatturazione anteriore (anche fatture d’acconto) alla presentazione della domanda.
  • Macchine e attrezzature usate.
  • Richiedenti in seno al cui nucleo familiare di base viene esercitata un’attività non agricola di tipo imprenditoriale o libero professionale con più di tre dipendenti a tempo pieno o dipendenti stagionali per un periodo complessivo analogo

Macchine, attrezzature ed impianti finanziabili:

  • Sistemi per la mungitura e impianti di mungitura automatici.
  • Impianti per la refrigerazione e conservazione del latte
  • Impianti e attrezzature per l’asportazione del letame, pompe, miscelatori, separatori e impianti per l’asporto di liquiletame
  • Trasportatrici pneumatiche per il fieno e impianti per l’essicazione del fieno.
  • Gru fisse e mobili per fienili

Tipologia dell’aiuto:

  • Contributo nella misura del 30% oppure 25% delle spese ammissibili, IVA escl. La percentuale di contributo è ridotta di cinque punti (da 30% a 25%) nel caso in cui non venga rispettato il carico di bestiame massimo ammissibile ridotto previsto per la propria azienda agricola

Presupposti di ammissione

  • Impresa agricola con almeno 2 ettari di superficie a prato, foraggera avvicendata o arativa.
  • Impresa agricola con almeno 4 ettari di superficie a prato o foraggera avvicendata per il finanziamento di gru fisse e mobili per fienili.
  • Investimento minimo per gli impianti di refrigerazione e conservazione del latte: 2.500,00 €, IVA escl.
  • Investimento minimo per tutti gli altri oggetti finanziabili: 5.000,00 €, IVA escl.
  • È richiesto un carico bestiame minimo di 0,5 UBA per ettaro di superficie foraggera e il rispetto del carico bestiame massimo, come stabilito nel programma di sviluppo rurale 2014-2020, riferito alla media annuale.
  • Per fruire degli aiuti è necessario che siano trascorsi almeno 15 anni dall’erogazione degli ultimi incentivi ottenuti per la stessa iniziativa, esclusi i casi d’incendio o di calamità naturali o di avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturali. Il lasso temporale di 15 anni si riferisce, all’importo massimo fissato per il periodo di 15 anni,

  • Per la concessione dell’incentivazione deve essere presentata una domanda corredata di preventivo di spesa e una copia di un documento d'identità valido
  • L'acquisto della macchina deve essere documentato entro l'anno in corso
  • Iniziative con data d’acquisto (contratti) o fatturazione anteriore (anche fatture d’acconto) alla presentazione della domanda sono escluse dal beneficio degli aiuti

L'uso del servizio è gratuito.

Destinazione d’uso e divieto di cessione

  • La concessione dell’aiuto comporta per il beneficiario l’obbligo di rispettare, a partire dalla data della liquidazione finale, la destinazione d’uso di 5 anni

(Ultimo aggiornamento del servizio: 08/05/2020)

Ente competente

Ufficio Meccanizzazione agricola e produzione biologica
Palazzo 6 - Peter Brugger, via Brennero 6, 39100 Bolzano
Telefono: 0471/415187 (Responsabile)
0471 41 51 21
Fax: 0471 41 51 29
E-mail: lamagr.bio@provincia.bz.it
PEC: lamagr.bio@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Scadenze

La domanda può essere presentata dal 9.03.2020 al 03.06.2020* tramite posta elettronica certificata (dell’azienda o di un delegato) all’indirizzo PEC dell’ufficio: lamagr.bio@pec.prov.bz.it debitamente compilata e firmata, allegando un preventivo di spesa ed una copia di un documento d’identità valido.

*Con Decreto del Direttore Generale n. 4805 del 19 marzo 2020, tutti i termini per la presentazione delle domande di contributo entro il 31 maggio 2020 sono stati prorogati al 3° giugno 2020.