Apicoltura - Aiuto provinciale per investimenti

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Beneficiari

Apicoltori, anche in forma associata

Iniziative ammissibili 

  1. acquisto di arnie e attrezzature per l'apicoltora
  2. costruzione, ristrutturazione e risanamento di:
  • apiario
  • locale di deposito
  • locale per la smielatura

Contributo in conto capitale

fino al 40 % delle spese ammissibili al netto dell'IVA

  • diploma del corso base di apicoltura o un'attività apistica di almeno tre anni (con regolare dichiarazione del numero di alveari nell' anagrafe apistica BDN) al momento della presentazione della domanda di aiuto
  • per l'acquisto di arnie e attrezzature per l'apicoltura le spese massime ammissibili nei primi due anni per apicoltori che hanno seguito il corso base per l'apicoltura e iniziato l'attività, ammontano ad un totale di 1.500 € (al netto dell' IVA)
  • per ottenere un aiuto per un apiario,  un locale di deposito o un locale per la smielatura è necessario avere dichiarato in BDN e detenuti almeno 10 alveari negli ultimi due anni
  • dall'ultimo aiuto per la costruzione di un apiario devono essere trascorsi almeno 15 anni
  • nel caso di investimenti edili in edifici o su superfici che non sono di proprietà del richiedente, è necessario la certificazione della disponibilità per almeno 10 anni dalla data di presentazione dalla domanda (contratto di affitto o di locazione)
  • per l'acquisto di arnie e attrezzature per l'apicoltura nel periodo di 15 anni sono ammissibili all'aiuto spese riconosciute per un importo massimo di 8.000 Euro (al netto dell' IVA)

Spesa minima: 1.500 Euro di spese ammissibili al netto dell'IVA

Alla domanda di aiuto devono essere allegati:

  • diploma del corso base di apicoltura per apicoltori che hanno dichiarato l'attività apistica da meno di tre anni nella banca dati nazionale (BDN)
  • preventivo per gli acquisti di arnie e attrezzature per l'apicoltura
  • preventivo per lavori edili da parte di un libero professionista abilitato (costruzione locale di smielatura, apiario ecc.)
  • autorizzazione dei lavori edili con i documenti tecnici
  • contratto di locazione o di affitto per progetti edili su superfici o edifici non di proprietà del richiedente (durata minima del contratto di 10 anni dalla data di presentazione della domanda di aiuto)

Documenti necessari per il pagamento dell'aiuto:

  • fatture elettroniche in formato pdf e xml compresa la quietanza di pagamento (bonifico bancario) in caso di acquisto di arnie e attrezzature per l'apicoltura
  • fatture elettroniche in formato pdf e xml compresa la quietanza di pagamento (bonifico bancario) o conteggio finale redatto da un libero professionista abilitato, nel caso di investimenti edili
  • autorizzazione d'uso nel caso di progetti con concessione edilizia oppure la dichiarazione di fine lavori per progetti non soggette a concessione edilizia
  • dichiarazione di inizio d'attività (dichiarazione SUAP) nel caso di lavori edili per un locale di smielatura

L'uso del servizio è gratuito.

La concessione dell'aiuto comporta per il beneficiario l'obbligo di rispettare, a partire dalla data della liquidazione finale, la destinazione d'uso degli investimenti finanziati per la durata di almeno 5 anni per l'acquisto di macchine ed attrezzature e di almeno 10 anni per investimenti edili.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 09/03/2020)

Ente competente

Ufficio Zootecnia
Palazzo 6 - dott. Peter Brugger, via Brennero 6, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 50 90
0471 41 50 91
E-mail: zootecnia@provincia.bz.it
PEC: viehzucht.zootecnia@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Scadenze

La domanda di aiuto deve essere presentata prima dell'acquisto e/o prima dell'inizio dei lavori.

Uffici competenti:

Uffici distrettuali dell'agricoltura:

       Ufficio distrettuale Est:

      Ufficio distrettuale Ovest: