Sostegno alla contribuzione previdenziale coltivatori diretti

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Si tratta di un rimborso del 50% dei contributi previdenziali versati ai fini della pensione di invalidità-vecchiaia-superstiti.

Per le aziende agricole con un punteggio superiore a 75 punti di svantaggio l’ammontare del contributo è determinato annualmente dalla Regione fino al 70%.
Per l’anno 2018 la Regione ha previsto che: per le aziende agricole che possiedono da 76 a 110 punti di svantaggio l’ammontare del contributo è pari al 60%. Mentre per le aziende agricole con più di 110 punti di svantaggio il contributo è pari al 70%.
 

  • iscrizione negli elenchi del Servizio contributi agricoli unificati (ex-SCAU);
  • svolgimento dell’attività presso azienda agricola che si trovi in condizioni particolarmente sfavorite,cioè:
    1. almeno 25 punti di svantaggio, ai sensi delle disposizioni riguardanti il sostegno dell'agricoltura montana;
    2. superficie di frutteto o vigneto non superiore a 3 ettari;
    3. non più di 40 unità di bestiame adulto;
    4. un reddito lordo extra-agricolo del titolare e degli eventuali familiari attivi non superiore a € 22.000,00, (sono esclusi dal reddito complessivo lordo il reddito agrario e dominicale nell'ambito dell'attività agricola, il reddito da assicurazione previdenziale dei coltivatori diretti, il reddito da attività secondo art. 2135 del codice civile).

Per i punti 1 e 2 si considera la situazione al 1 novembre dell'anno di riferimento (ossia l’anno antecedente a quello di presentazione della domanda). Per il punto 3 va indicato il valore medio di unità di bestiame adulto nell’anno di riferimento. Per il punto 4 vale il reddito conseguito nel secondo anno precedente rispetto all'anno della presentazione della domanda.

La domanda va presentata esclusivamente presso un patronato che provvederà ad inoltrarla all'Agenzia ASSE.

L'uso del servizio è gratuito.

Legge Regionale 25.7.1992, n. 7 - Art. 14 e successive modifiche

(Ultimo aggiornamento del servizio: 22/03/2018)

Ente competente

ASSE Agenzia per lo sviluppo sociale ed economico
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 83 19 (Wolfgang Zippl)
Fax: 0471 41 83 29
E-mail: aswe.asse@provincia.bz.it
PEC: aswe.asse@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/asse

Orario d'ufficio:

Lunedí, martedì, mercoledí e venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

Scadenze

Entro 3 mesi dalla scadenza dell’ultima rata di contribuzione previdenziale obbligatoria dell’anno per il quale si chiede l'intervento (cioè entro il 15 aprile ca. di ogni anno).