Concessioni per impianti di risalita

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

La costruzione e l'esercizio degli impianti a fune in servizio pubblico sono soggetti a concessione.

Tutte le linee funiviarie sono impianti in servizio pubblico, escluse quelle utilizzate gratuitamente ed esclusivamente dal proprietario/dalla proprietaria, dai suoi congiunti, dal personale di servizio, da ospiti occasionali e da persone addette all'assistenza medica, alla sicurezza pubblica, alla manutenzione ed altro e quelle adibite al trasporto di materiale.

Rilascio della concessione

La domanda volta ad ottenere la concessione va presentata all'Ufficio. Nella stessa il richiedente la concessione deve impegnarsi ad osservare le norme disciplinanti la costruzione e l'esercizio di impianti a fune in servizio pubblico e le prescrizioni stabilite nel disciplinare tipo approvato dal Direttore o dalla Direttrice della Ripartizione provinciale Mobilità

Modifica della concessione

Ai sensi dell'articolo 9 della legge sono considerate varianti sostanziali alla linea, che rendono necessaria la modifica della concessione, salvo altri casi particolari:
a) la sostituzione dell'impianto realizzante la linea con uno di altra tipologia;
b) lo spostamento, il prolungamento o l'accorciamento dell'impianto, ritenuti rilevanti dall'Ufficio, d'intesa con le ripartizioni provinciali competenti in materia di piste da sci e di tutela del paesaggio;
c) l'aumento della portata oraria rispetto a quella indicata nell'atto di concessione nel rispetto del piano di settore impianti di risalita e piste da sci, d'intesa con le ripartizioni provinciali competenti in materia di piste da sci e di tutela del paesaggio, qualora sia richiesta la valutazione dell'impatto ambientale.

Rinnovo della concessione

Il richiedente è già concessionario della linea funiviaria.

Rilascio della concessione

a) progetto preliminare o definitivo dell'impianto che realizza la linea, in unico esemplare o, qualora sia richiesto il parere della Commissione per le Funicolari Aeree e Terrestri presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in duplice esemplare, redatto secondo le modalità di cui agli articoli 11 o 12;
b) relazione sulle finalità dell'impianto e sulla categoria richiesta per la linea, con indicazione degli elementi prescritti per la determinazione della stessa, redatta secondo le modalità di cui all'articolo 16;
c) copia autenticata dell'atto di costituzione e dello statuto, qualora sia una persona giuridica a presentare la domanda;(solo per nuove società)
d) ricevuta del deposito cauzionale nell'ammontare fissato dall'articolo 17;
e) dichiarazione sulla disponibilità dei terreni o elenco dei nominativi e relativi recapiti dei proprietari dei terreni non disponibili per la costruzione e l'esercizio dell'impianto.

Modifica della concessione

a) progetto funiviario preliminare o definitivo di modifica dell'impianto;
b) relazione giustificativa sulla necessità o opportunità dell'iniziativa proposta;
c) se del caso, dichiarazione di cui all'articolo 11, comma 1, lettera g);
d) qualora per la realizzazione delle modifiche all'impianto occorra l'ampliamento dei terreni, dichiarazione sulla loro disponibilità o elenco dei nominativi e relativi recapiti dei proprietari dei terreni non disponibili per la modifica dell'impianto.

Rinnovo della concessione

a) relazione tecnica sullo stato di efficienza dell'impianto, redatta da un ingegnere esperto o una ingegnera esperta nel settore, iscritto o iscritta all'albo professionale, o dal tecnico responsabile, nella quale sono indicati gli esiti delle analisi di tutte le parti dell'impianto interessanti la sicurezza, tenuto conto dei controlli e degli esami eseguiti periodicamente negli anni precedenti, circa la sicurezza e lo stato di conservazione;
b) planimetria di cui all'articolo 16, comma 1;
c) descrizione delle finalità della linea;
d) progetto preliminare o definitivo delle eventuali modifiche da apportare sull'impianto;
e) parere di massima favorevole espresso dalla Ripartizione provinciale competente in materia, sulla eventuale pista da sci servita dalla linea di cui all'articolo 7, comma 1, lettera b), della legge, qualora quello agli atti dell'Ufficio, alla data di presentazione della domanda di rinnovo, risulti rilasciato in data anteriore a dieci anni.

2 marche da bollo da Euro 16,00

L.P. del 30 gennaio 2006, n. 1 (Disciplina degli impianti a fune e prescrizioni per gli ostacoli alla navigazione aerea)

D.P.P. del 13 novembre 2006, n. 61 (Regolamento di esecuzione circa la costruzione e l'esercizio di impianti a fune in servizio pubblico)

Per maggiori informazioni la invitiamo a consultare il sito Web dell'istituzione competente dedicato a questo servizio.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 24/08/2020)

Ente competente

Ufficio Funivie
Palazzo 3b, Piazza Silvius Magnago 3, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 46 00
0471 41 46 01
E-mail: trasporti.funiviari@provincia.bz.it
PEC: seilbahnen.funivie@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Scadenze

Il concessionario deve presentare la domanda di rinnovo almeno quattro mesi prima della scadenza della concessione.

Per il rilascio a la modifica della concessione non ci sono da rispettare termini particolari.