Sovvenzioni per l'incentivazione della conoscenza delle lingue

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

I nuovi bandi di concorso 2017/2018 sono stati approvati. Sarà possibile fare domanda a partire da gennaio 2018.

Per richiedenti che frequentano un corso per l'apprendimento della seconda lingua (tedesco, italiano e la lingua ladina), la Provincia mette a disposizione delle sovvenzioni. Richiedenti di madrelingua tedesca ricevono sovvenzioni per corsi per l'apprendimento dell'italiano in Italia ad esclusione dell'Alto Adige, richiedenti di madrelingua italiana per corsi in paesi di lingua tedesca. Richiedenti di madrelingua ladina possono frequentare corsi di tedesco e italiano.
In parallelo, la Provincia offre delle sovvenzioni per l'incentivazione della conoscenza delle lingue straniere. I corsi devono svolgersi all’estero. La lingua insegnata deve corrispondere alla lingua della popolazione dello stato in cui i corsi si svolgono.

Sovvenzioni per l'apprendimento della seconda (italiano, tedesco e lingua ladina) lingua 

Beneficiari / Beneficiarie

  • i cittadini / le cittadine dell’Unione Europea che risiedono al momento della domanda in un comune della provincia di Bolzano;
  • I cittadini extracomunitari / le cittadine extracomunitarie con permesso di soggiorno CE per soggiornanti a tempo indeterminato rilasciato in Italia sono equiparati / equiparate ai cittadini italiani / alle cittadine italiane;
  • che non hanno compiuto il 60° anno di età;
  • che versano in condizioni economiche disagiate.

Per la determinazione della condizione economica disagiata vengono considerati il reddito dell'anno 2016 e il patrimonio del/della richiedente o dei suoi genitori al momento della presentazione della domanda (tranne che il/la richiedente sia economicamente indipendente dai genitori).

Sovvenzioni per l'incentivazione della conoscenza di lingue straniere

Beneficiari / Beneficiarie

  • i cittadini / le cittadine dell’Unione Europea che risiedono al momento della domanda in un comune della provincia di Bolzano,
  • i cittadini extracomunitari / le cittadine extracomunitarie con permesso di soggiorno CE per soggiornanti a tempo indeterminato rilasciato in Italia sono equiparati / equiparate ai cittadini italiani / alle cittadine italiane;
  • persone che non hanno compiuto il 50° anno di età,
  • che non hanno frequentato il corso nel paese d’origine o nel paese d’origine delle persone di riferimento, e
  • che versano in condizioni economiche disagiate.

Per la determinazione della condizione economica disagiata vengono considerati il reddito dell'anno 2016 e il patrimonio del/della richiedente o dei suoi genitori al momento della presentazione della domanda (tranne che il /la richiedente sia economicamente indipendente dai genitori).

Informazioni dettagliate possono essere tratte dagli appositi bandi di concorso. 

Vanno utilizzati i moduli predisposti dall'ufficio.

Attenzione: studenti/studentesse e studenti/studentesse universitari/e che ricevono sia una borsa di studio che una sovvenzione per l'incentivazione della conoscenza delle lingue e superano in totale l’importo di euro 2.840,51, non appaiono più sulla dichiarazione dei redditi come a carico dei propri genitori e non possono usufruire di detrazioni (p.e. fatture mediche ecc.).

Gli studenti/Le studentesse dichiarano i dati richiesti sotto propria responsabilità. Pertanto, l'amministrazione provinciale rinuncia, in massima parte, alla presentazione di documenti, ma effettua controlli a campione sulla veridicità delle dichiarazioni. Qualora dai controlli emerga la falsità del contenuto delle dichiarazioni, si applicano delle sanzioni. Trasgressioni gravi vengono segnalate all'autorità giudiziaria.

L'uso del servizio è gratuito.

Questo provvedimento rientra nell'ambito della Legge provinciale del 13 marzo 1987, n. 5 e s.m.i. per l’incentivazione della conoscenza di lingue straniere e nell'ambito della Legge provinciale del 11 maggio 1988, n. 18 e s.m.i. per le sovvenzioni riguardanti l'apprendimento della lingua seconda.

Corsi sovvenzionati

  • Corsi per l’apprendimento della seconda lingua se hanno una durata di almeno due settimane (dieci giorni di corso) e 45 ore.
  • Corsi linguistici intensivi per l’apprendimento della seconda lingua che vengono organizzati e realizzati dai competenti organi scolastici, se comprendono almeno sette giorni di calendario (di cui cinque giorni di corso effettivi) e 25 ore settimanali e ci partecipano almeno 15 alunni e allunne della stessa scuola.
  • Corsi per l’apprendimento di lingue straniere se hanno una durata di almeno tre settimane (19 giorni di calendario) e 20 ore settimanali.
  • Corsi linguistici intensivi per l’apprendimento di lingue straniere che vengono organizzati e realizzati dai competenti organi scolastici, se comprendono almeno sette giorni di calendario (di cui cinque giorni di corso effettivi) e 25 ore settimanali e ci partecipano almeno 15alunni e allunne della stessa scuola.

Numero massimo di domande

  • Per l’apprendimento della seconda lingua possono essere inoltrate al massimo due domande all’ufficio competente.
  • Per l’apprendimento di lingue straniere possono essere inoltrate al massimo quattro domande all'ufficio competente; per la stessa lingua straniera vengono concesse un massimo di due sovvenzioni.

Ammontare delle sovvenzioni 

  • L’ammontare delle sovvenzioni consiste in diarie calcolate dall’ufficio sulla base del “reddito depurato” e della durata del corso (indipendentemente dai costi effettivi).
  • Le sovvenzioni non possono superare euro 5.800,00.
Liquidazione delle sovvenzioni
  • In un'unica rata.

Informazioni dettagliate possono essere tratte dagli appositi bandi di concorso.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 09/01/2018)

Ente competente

40.3. Ufficio per il diritto allo studio universitario
Palazzo 7, via Andreas Hofer 18, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 29 44 Sieglinde Cian - sovvenzioni lingue straniere - Förderung Fremdsprachen
0471 41 29 27 Fabiana Maffei - sovvenzioni seconda lingua - Förderung zweite Sprache
Fax: 0471 41 29 49
E-mail: dirittostudio.universitario@provincia.bz.it
PEC: hochschulfoerderung.dirittostudiouni@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/diritto-allo-studio/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00 e ore 14.00 - 17.30

Scadenze

  • Le domande possono essere presentate a partire dal: 1° gennaio 2018
  • 31 gennaio 2018, 29 giugno 2018, ultimo termine di presentazione: 31 agosto 2018
    All'ufficio per il diritto allo studio universitario
    Via Andreas Hofer, 18, 39100 Bolzano.

Dopo la scadenza dei singoli termini di presentazione bisogna prevedere tempi di elaborazione di ca. sei mesi. Ogni richiedente riceve una comunicazione per iscritto.